Utente 129XXX
Questo fine mattina ho avuto un malessere che mi ha preoccupato notevolmente. Io faccio il rappresentante e finchè correvo in macchina mi è venuto per un istante uno strano formicolio in tutto il corpo e poi mi sono sentito molto debole e forse si è innescato il panico. Sono a mala pena arrivato in negozio perchè ero vicino e invece di migliorare la situazione è peggiorata. alternavo stati di confusione, di sonnolenza e a volte quasi un senso di abbandono. Il tutto è accaduto senza preavvisi o avvisaglie se non una leggera dissenteria al mattino presto. Sono riuscito a raggiungere casa con molta prudenza e una volta arrivato a casa ho ingerito un pò d'acqua con un fac-simile della Citrosodina. Da quel momento ho cominciato a ruttare e a sentire in contemporanea il sapore della cena di sabato con conseguenti miglioramenti dello status. E' possibile che la digestione abbia provocato tutto questo? Le analisi del sangue e ecografia al fegato (fatte due anni fa) non hanno riscontrato grossi problemi se non un pò di colesterolo (260), una leggera steatosi al fegato e un nodulino ad un rene. Oltre alla digestione può essere c he il tutto possa essere provocato dal fatto che in alcune occasioni ho avuto la pressione sanguigna di 93-150 oppure perchè sono 12 gg che ho smesso di fumare? Penso di rinnovare le analisi del sangue,ma nel frattempo c'è qualche rimedio veloce? L'unico farmaco che prendo è lo Xalatan 0,005 per un leggero glaucoma agli occhi

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Mario Manunta
28% attività
4% attualità
16% socialità
PALERMO (PA)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2003
Prenota una visita specialistica
Gentile Signore, i sintomi da lei riferiti con grande precisione sono molto generici e capire con precisione di che cosa si è trattato è sicuramente complesso. Peranto invece che stilare un elenco di tutte le possibili cose, penso sia più utile darle alcuni consigli.
Il valore del colesterolo da lei riferito (260 mg/dl), è ben più "di un po'", soprattutto in un soggetto in eccedenza ponderale, con ipertensione arteriosa e con storia di fumo (complimenti per aver smesso ma 12 giorni sono ancora pochi e il rischio cardiovascolare è ancora identico a quello di chi fuma ancora).
Proporrei, una serie di controlli che vadano dagli esami di sangue (mirati in base a condizione fisica e familiarità), ad un ECG; da eseguire al più presto, tanto più che per esigenze professionali passa gran parte della giornata seduto in automobile.
Probabilmente il disturbo di oggi è una banalità (potrebbe essere legato anche alla sospensione del fumo dopo anni di abitudine), ma lo usi come "spinta" per interessarsi a se stesso!
Ci dia notizie.
Cordialmente