Utente 245XXX
Salve,avrei bisogno di chiedere un consulto su un problema personale che mi mette decisamente in imbarazzo:
E' da un pò di tempo a questa parte che ho notato molteplici problemi riguardanti il mio apparato genitale ogni volta che mi appresto ad un atto sessuale.Praticamente ogni volta che sto per avere un rapporto con mia moglie,nonostante abbia lo stimolo dell'eccitazione e del coinvolgimento emotivo,il mio pene rimane assolutamente scarsamente eretto,quasi per niente e,anche cercando di stimolarlo in altro modo il risultato non cambia;oltretutto ho notato che esteticamente mi dà l'impressione di essere decisamente più ridotto come dimensioni e avverto anche dei dolori estetici a livello epidermico.Chiedo scusa,ma la cosa mi mette decisamente in imbarazzo ed inoltre mi vergogno anche di fronte a mia moglie delle performance assolutamente scarse.Per cui non posso più continuare cosi e vorrei trovare una soluzione al più presto,anche perchè sono ancora troppo giovane per avere già questi problemi(solo 37 anni).Aiutatemi,vi prego.Attendo con fiducia,grazie e buon lavoro a tutti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
non si agiti iù del dovuto che le armi le abbiamo affilate, basta individuare il nemico che le provoca il deficit erettivo. Il deficit erettivo non è una malattia in sè ma il sintomo di problemi ansiosi/psicologici, ormonali, circolatori, neurologici e metabolici. per cui serve una visita dal vivo ed a Roma vi sono ottimi colleghi. Facciua avere sue notizie se vuole.
[#2] dopo  
Utente 245XXX

Iscritto dal 2007
Grazie infinite Dot.Cavallini,li consulterò sicuramente.Buon lavoro.
[#3] dopo  
Dr. Daniel Bulla
48% attività
8% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2003
Gentile Utente,
come le suggerisce il Collega la prima cosa da fare è una valutazione andrologica, onde escludere la presenza di patologie organiche.

Io effettuerei anche una visita psicologica, anche se prima le chiedo: ne ha parlato con sua moglie di questa Sua richiesta a Medicitalia?

Il primo modo per sbloccare questo tipo di situazioni infatti passa attraverso la comunicazione tra i partner. E questo lo farei anche se risultasse che i suoi deficit erettivi sono di origine medica.
[#4] dopo  
Utente 245XXX

Iscritto dal 2007
Grazie anche a lei Dot.Bulla,farò tesoro dei suoi consigli ... buona giornata.
[#5] dopo  
Dr. Daniel Bulla
48% attività
8% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2003
Grazie a Lei di averci scritto
[#6] dopo  
Utente 245XXX

Iscritto dal 2007
Gentilmente potrei avere i nomi di specialisti in Andrologia che esercitano a Roma visto che non ne conosco? Grazie.
[#7] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
A livello pubblico consiglio il dipartimento di Urologia Ulrico Bracci della Sapienza, a livello priovatro il dr. Pozza.