Utente 129XXX
Buon Giorno,
la presente per chiedere un cosiglio su cosa possa essere e cosa fare per il formicolio che sento da pochi mesi sempre piú frequentemente al lato dx della testa (dalla nuca prendendo il lato destro sino in alto a metá testa). Ho 45 anni, donna, in menopausa, alcune vertebre del collo leggermente spostate da sempre. Da quando é iniziato il formicolio in testa é iniziato anche un dolore acuto (tipo aghi) al tallone dx e crampi al polpaccio dx.
Il formicolio alla testa a volte durante la notte e a volte durante il giorno.
Gli aghi al tallone di giorno.
I crampi al polpaccio di notte.

Precedenti:
TALLONE
11 anni fa, dopo il parto naturale con epidurale, rimasi per 1 settimana con dolori forti al tallone dx, tanto da non poterlo appoggiare. Per 1 mese con dolori e per 1 anno molto sensibile al tatto.
1 anno fa sono rimasta per 1 mese adolenzita dopo che il tallone dx é rimasto chiacciato tra una macchina di go-cart ed una panchina.
COLLO
Ho delle irregolaritá nella posizione delle vertebre del collo. Soffro a volte di dolore al collo e mal di testa.

Non fumo da 2 anni.
Non ho mai fatto attivitá sportiva.
A 20 anni rimasi un pó bloccata per "cervicale" e mi feci 2 volte all'anno per 2 anni delle trazioni.
Esami recenti con freccettine in su o in giú:
Colesterolo HDL 70 - LDL 127 - Trigliceridi 118
Emocromo Globuli rossi 3.78 - HCT 35.3 - HGB 11.5
Testosterone 0.87
Ecocardiogramma color-doppler transtoracico: Ectsia radice aortica (43mm) con associato rigurgito valvolare di grado lieve.

Sebbene effettuato gli esami, non sono potuta andare dal medico di base. Viaggio per lavoro e ritorno a casa per pochi giorni tanto da non fare mai in tempo. Questo mezzo mi sembra attualmente il migliore per chiedere un consiglio se preoccuparmi o meno ed eventualmente a che tipo di specialista rivolgermi.

Ringrazio molto per l'evenutale risposta.
Cordiali Saluti
[#1] dopo  
Dr. Umberto Donati
40% attività
12% attualità
20% socialità
BOLOGNA (BO)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Le parestesie al cuoio capelluto possonio essere in relazione con l'artrosi cervicali, se sono interessati alcuni nervi sensitivi che partono dal collo e innervano la cute della testa.
Per il dolore al tallone occorre indagare sulle cause possibili, in genere la fascite plantare, lo sperone calcaneare.
I crampi alle gambe possono avere origini da problemi circolatori o da squilibrio degli elettroliti.
E' utile che Lei trovi il tempo per rivolgersi al medico curante che valuterà se occorrano una visita specialistica neurologica (formicolìo alla testa) e una ortopedica (tallone e gambe). Da qui non è possibile dirle se preoccuparsi o meno.
Cordiali saluti