Utente 129XXX
Gentilissimi Medici vorrei porvi un problema che purtroppo da circa due anni mi affligge:Appena terminato di fare la doccia o addirittura durante la sudorazione del corpo provo un fastidioso prurito in tutto il corpo, apparentemente la pelle risulta normale, priva di bolle o macchie, ma il prurito e' tale, specie dopo la doccia, che mi si chiude lo stomaco dall'intensita' del sintomo. Un anno fa' ho passato una visita da un dermatologo il quale mi ha prescritto kestine 10 mg una volta al di' per due mesi e mi ha consigliato di lavarmi con eucerin olio, ma io non ho trovato NESSUN miglioramento!!. Lo stesso medico successivamente mi ha riferito la necessita' di cambiare antistaminico ma essendo personalmente in cura con anafranil 35 mg al di' mi ha sconsigliato di farne ancora uso e mi ha liquidato aggiungendo che per questi problemi puo' avere effetti benefici l'esposizione al sole. Questa estate infatti al mare essendomi esposto al sole e' stato l'unico momento in cui i fastidiosi sintomi di prurito sono spariti, ma tornato a casa dopo circa 20gg sono riapparsi piu' forte di prima non riesco ad avere fermezza provo come se degli aghi mi si conficcassero nella pelle sono disperato vorrei un consiglio e' proprio possibile non ci sia rimedio?...Vi saluto e Vi ringrazio per l'attenzione
[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentile utente,

una detersione errata per il proprio tipo di pelle può rendere come risultato il sintomo del prurito: prima di autodiagnosi complesse, è necessario far valutare la sua pelle dall'esperto dermatologo, che non escluderà alcuna ipotesi.

vedrà che riuscirà a comprendere il suo stato

cari saluti

Dott. LAINO
[#2] dopo  
Utente 129XXX

Iscritto dal 2009
Dottore la ringrazio per la risposta ma i miei dubbi che volevo sollevare erano i seguenti: Mi consiglia di fare altri tipi di accertamenti, di cambiare dermatologo, (visto che secondo quest'ultimo il problema non si risolveva)pensa sia utile mi sottoponga a delle lampade abbronzanti e se si che tipo di solarium e' indicato per questi disturbi. Io cosi' ho l'incubo di lavarmi perche' il prurito e' tanto e non intendo fermarmi, le vorrei ricordare che io dal dermatologo ci sono gia' stato ma lui stesso si e' arreso possibile non esista niente per lo meno alleviare il disagio? la ringrazio
[#3] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
non posso immedesimarmi nel pensiero del collega, che comunque non posso non rispettare dalla sede telematica: direi però che arrendersi non è un termine che mi può piacere: segua i dettami, ma non si arrenda e cerchi assieme al dermatologo che sceglierà per lei la strada diagnostica corretta.

cari saluti
[#4] dopo  
Utente 129XXX

Iscritto dal 2009
Mi scusi Dottore, non voglio essere scortese o insistente, anzi la ringrazio per l'attenzione, pero' mi chiedo: quando una persona si reca da Lei e le spiega i sintomi che le ho descritto (forte prurito dopo la doccia o sudorazione,senza nessuna manifestazione evidente sulla pelle) che esami le consiglia di fare? e di fronte a una diagnosi di orticaria acquagenica il problema si risolve o si attenua con una corretta detersione, con l'esposizione al sole o con l'antistaminico? vorrei aggiungere che la visita dermatologica me l'aveva prescritta il mio medico generico il quale mi aveva avvertito che in questi casi non c'e' rimedio: per la serie "chi ce l'ha se la tiene", ed anche il dermatologo non si e' molto discostato da tale rimedio. Sicuramente fissero' un appuntamento con un altro dermatologo a breve, ma rimango, per adesso, sorpreso che non sia possibile per la medicina odierna porre rimedio a tale malattia. La ringrazio di nuovo sperando di non averla disturbata.
[#5] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Dopo che una persona mi riferisce i sintomi e la storia clinca (raccolta anamnestica) effettuo la visita: la somma rende ragione della diagnosi
somma che normalmente non si attua in via telematica.

Ritengo di averle fornito i dati sufficienti ad impostare l'iter diangostico che lei deve proseguire direttamente con il dermatologo di sua scelta.

cari saluti