Utente 123XXX
salve sono una ragazza di 22 anni da circa un mese sento oppressione al petto mancanza di respiro tachicardia che non mi lascia piu in pace x giorni ho anke avvertito dolore al braccio sinistro e il mio pensiero andava sull'infarto,circa due settimane fa feci un elettrocardiogramma con esito negativo,il cardiologo del pronto soccorso mi disse ke la mia era solo ansia,non convinta tre giorni fa feci un altro elettrocardiogramma piu una radiografia al torace risultato:
NOTE ANAMNESTICHE DI RILIEVO:storia di disturbi gastrointestinali e da verosimile somatizzazione d'ansia ha già eseguito EGDS ed ecografia con riferito esito negativo ecg nei limiti RX nei limiti.
OBIETTIVITà:nei limiti torace normoventuliato non reperto petologico addome trattabile non dolente non epatosplenomegalia alla palpazione epiretica in atto non precordialgia
P.A 130/80 POLSO: 105 r
sempre circa due settimane fa ho fatto un esame del sangue con i seguenti risultati:
COLESTEROLO: 105,00 mg%ml (150,00-220,00)
GICEMIA: 98,00 mg%ml (70,00-100,00)
TRANSAMINASI OSSA.: 13,00 mU/ml (4,00-19,00)
TRANSAMINASI PIRU.: 9,00mU/ml (2,50-17,00)
SIDEREMIA: 132,00ug%ml (60,00-120,00)
TRIGLICERIDI: 44,00mg%ml (70,00-170,00)
la prego mi dica se questi valori sono nella norma ho davvero paura

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Andrea Annoni
28% attività
12% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Innanzitutto si tranquillizzi perchè la probabilità che si tratti di un problema coronarico(infarto-ischemia)è davvero remota alla sua età!!
Innanzitutto va sempre esclusa una probabile causa organica alla tachicardia,pertanto a completamento degli esami che ha eseguito io le consiglierei di verificare il dosaggio degli ormoni tiroidei,inoltre la indirizzerei ad una vistita dallo specialista cardiologo aritmologo per valutare la possibilità di fare un ECG holter delle 24 h e poter vedere in dettaglio con che frequenza e che morfologia hanno questi episodi di tachicardia;se le indagini cliniche consigliate dovessero essere tutte nella norma è possibile che si tratti davvero di un disturbo di ansia in tale caso si potrà eventualmente impostare una terapia adeguata per il controllo della sintomatologia;se ha piacere potrà contattarci nuovamente dopo aver eseguito gli esami per ulteriori pareri;ne parli comunque sempre con il proprio medico di famiglia che deve essere coinvolto nell'iter clinico per poterla aiutare e consigliare
A disposizione,la saluto cordialmente
dr.Annoni
www.questionidicuore.com
[#2] dopo  
Utente 123XXX

Iscritto dal 2009
la ringrazio molto per la risposta,premetto ke ho già prenotato per l'holter delle 24 ore solo che se ne parla il 21 ottobre e purtroppo per il timore ke ho per me è tanto aspettare un mese ma non posso fare altro purtroppo,x la tiroide eseguirò esami del sangue al piu presto possibile,premetto anche che quando sono a lavoro sto bene perchè mi distraggo e non ho tachicardia però sto sempre nel dubbio quando sono fuori ho paura a stare sola ho sempre bisogno della compagnia di qualcuno questo mi fa sentire piu sicura,a casa sto male xkè ci penso sempre di piu e la tachicardia si accentua e mi fa stare davvero male,quando mio padre parlò col mio medico mi prescrisse lexotan non mi disse neanche di fare esami xkè li avevo già fatti quelli ke le ho elencato mi manca appunto l'holter e magari farò anke un ecocardiogramma...
la ringrazio molto per avermi tranquillizzata un po,anke la cardiologa del pronto soccorso mi visitò e mi disse ke la mia è solo ansia xkè sono anke donna e mi disse che nel periodo fertile sono protetta non ho capito bene cosa volesse dire ma mi sono fidata cmq spero in un altra risposta cordiali saluti
[#3] dopo  
Dr. Andrea Annoni
28% attività
12% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente,la cardiologa intendeva giustamente dire che durante il periodo fertile le donne rispetto agli uomini hanno il vantaggio di avere una grandissima protezione dagli ormoni femminili contro le malattie cardiovascolari che poi dopo la menopausa tende ad allinearsi e a diventare sovrapponibile a quella degli uomini;sono assolutamente certo che non si tratta di un problema cardiologico ma un pochino di stato di ansia o di disagio la cui causa non le è ancora magari direttamente comprensibile ma va approfondita;esegua comunque gli esami perchè la rilevanza clinica e obbiettiva che non sussiste alcun problema organico e cardiaco sarà a sua volta un buon strumento psicologico per farla star meglio.
Cordialmente
dr.Annoni
www.questionidicuore.com