Utente 433XXX
Buongiorno, da tempo mi sono accorto ma (non so da quando e non penso fosse dalla nascita) che ho il testicolo dx non disceso e sicuramente a questo punto atrofizzato. Ho sempre trascurato il fatto perchè non mi ha mai dato particolari problemi anche facendo sport regolarmente e per una forma di pudore ingiustificato. Ho 32 anni e so benissimo che ho aspettato troppo. Adesso vorrei sapere come muovermi per fare una visita medica, cosa chiedere al dottore che mi visiterà, e sapere se fosse eventualmente consigliabile o meno un'operazione di rimozione legata anche ad una di eventuale inserimento di una protesi. Ho letto nel sito su casi simili spero non sia troppo tardi per risolvere questo problema che è giunto il momento di affrontare.Con i vostri pareri vorrei verificare principalmente la mia salute e la possibilità di avere figli. Vi ringrazio in anticipo per la vostra disponibilità. Cordiali saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giuseppe Quarto
44% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
caro utente basta che va da uno specialista poi sarà lui a farle le domanda giuste, il consiglio è quello che se è atrofizzato allora conviene rimuoverlo
[#2] dopo  
Utente 433XXX

Iscritto dal 2007
Grazie per la sua cortese risposta. Certamente provvederò a risolvere il problema. cordiali saluti
[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore,

la rimozione di un testicolo atrofico ed il posizionamento di una protesi testicolare generalmente non è un problema per un esperto urologo-andrologo.

Poi, oltre alle corrette indicazioni ricevute dal collega Quarto che mi ha preceduto, se poi desidera avere altre notizie più dettagliate su eventuali problemi di natura andrologica che interessano i giovani uomini le consiglio di consultare, se non ancora fatto, anche l’articolo pubblicato sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

http://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=35780 .

Qui potrà trovare anche tutte le raccomandazioni date dal National Cancer Institute statunitense su come fare correttamente l'autopalpazione del testicolo.

Un cordiale saluto.