Utente 267XXX
Salve, sono un ragazzo di 20 anni.
Sono ormai due settimane che ho disturbi intestinali. Dopo la prima settimana di cibi in bianco e patate lesse, ho deciso di andare dal medico, anche perchè sentivo dolori nell'addome. Mi ha segnato Normix (200mg compresse rivestite) 3 volte al giorno per 4 giorni. Con questa cura ho notato un miglioramento nei dolori addominali, ma per quanto riguarda la diarrea ancora nessun risultato, e a volte invece di feci era solo muco; così al terzo giorno della cura sono tornato dal medico che mi ha consigliato di prendere il Normix per alri 4 giorni.
ora i dolori addominali sono quasi scomparsi, tranne a volte di un fastidio dalla parte sinistra dell'addome, e dopo questi giorni di cura sembrava che le feci si stessero normalizzando del tutto.
All'ultimo giorno di cura, invece si è ripresentata la diarrea, con alla fine espulsione di muco.

Ora riandrò comunque dal medico curante, ma ero interessato ad un'altro parere. Cosa mi consiglia?
Grazie per l'attenzione.
[#1] dopo  
Utente 267XXX

Iscritto dal 2007
Mi scordavo a precisare che non si tratta di diarrea, ma di feci non formate, che si sfaldano a contatto con l'acqua, e di una patina bianca sulla lingua che ora sembra stia lentamente scomparendo.
Ora il mio medico mi ha segnato Diosmectal 2 volte al giorno per 3 giorni, e i dolori addominali sembrano quasi del tutto scomparsi. I primi 2 giorni di cura sembrava facesse effetto anche sulle feci, infatti ho notato un miglioramento, ma dal terzo giorno si sono ripresentate feci non formate con alla fine del muco. Ora sto aspettando i risultati delle analisi del sangue, feci e urine.
grazie ancora per l'attenzione.
[#2] dopo  
Dr. Giuseppe Spallino
20% attività +20
4% attualità +4
0% socialità +0
Rank MI+ 24
Iscritto dal 2006
Gentilissimo,
ti consiglio di eseguire una colonscopia per escludere la presenza di malattie infiammatorie croniche.
[#3] dopo  
25413

Cancellato nel 2013
Gentile Utente,
i sintomi da Lei descritti sono sintomi abbastanza aspecifici di una affezione intestinale. Si tratta, ovviamente, di capire che tipo di affezione.
L'andamento dei disturbi da lei descritti (insorgenza con dolore, poi scomparsa del dolore e inizio della mucorrea, mai una vera e propria diarrea) fa pensare ad un fatto acuto.
In effetti in questo periodo sto vedendo tantissimi pazienti con i suoi stessi sintomi. Probabilmente si tratta di una enterocolite di origine infettiva (è troppo epidemica per non essere infettiva!).
Il trattamento è quello che le ha prescritto il suo medico, magari con l'aggiunta di probiotici (fermenti lattici) per un bel po' di tempo. E soprattutto aspettare tranquilli.
A meno che l'esame del sangue non evidenzi una componente batterica. Ma la salmonellosi, la shigelliosi e la brucellosi hanno di solito un decorso ben più... drammatico. In questo caso è necessaria una terapia antibiotica mirata.
Non ha mai citato l'emissione di sangue con la diarrea. A meno che l'esame delle feci non evidenzi la presenza di sangue (cosa della quale dubito fortemente) possiamo ragionevolmente escludere che si tratti di una rettocolite ulcerosa.
Resta la malattia di Crohn, ma è una diagnosi difficile che richiede una TAC con triplo mezzo di contrasto (endovenoso + aria e bario per bocca) e una ileoscopia a fibre ottiche o con capsula.
Personalmente, proseguirei un po' con la terapia che stai facendo. Se gli esami diagnostici che stai attendendo risultassero positivi (sangue nelle feci, eosinofilia, anemia, etc etc...) e se i disturbi dovessero proseguire oltre 1 mese, approfondirei con esami più invasivi.
Auguri

Giovanni D. Tebala
Email gtebala@medicitalia.it
[#4] dopo  
Utente 267XXX

Iscritto dal 2007
La ringrazio per i suoi chiarimenti...
Le analisi sono risultate essere tutte nella norma, e sto notando anche un miglioramento della situazione globale, infatti i dolori sono scomparsi. Grazie
[#5] dopo  
Utente 267XXX

Iscritto dal 2007
Salve ancora gentilissimi dottori...
tutto ciò descritto sopra nel mio consulto che risale a febbraio,
si è ripresentato...
dopo qualche giorno che la situazione cominciava a migliorare, si sono ripresentate feci molli, poco formate e dolori/fastidi addominali sia a destra che a sinistra sotto il costato, specialmente mentre mangio.
Vi riporto quì di seguito gli esami prescritti da mio medico di famiglia:
Data:20/02/2007
Chimica Clinica:
TRIGLICERIDI.........142 mg/dl (da 37 a 145)
GLICEMIA DI BASE.....85 mg/dl (da 70 a 110)
COLESTEROLO..........219 mg/dl (da 110 a 220)
CREATINA.............1.2 mg/dl (da 0.7 a 1.4)

Reumatologia:
VES..................16 (da 0 a 16)

Tiroide:
FT3..................3.60 pmol/L (da 2.57 a 7.36)
FT4..................12.30 pmol/L (da 8.64 a 23.19)
TSH..................3.26 mUI/ml (da 0.6 a 4.8)

Emocromo:
WBC..................6.4 K/uL (da 4.8 a 10.8)
Lym#.................2.4 K/uL (da 1.5 a 4.5)
Mon#.................0.5 K/uL (da 0.2 a 0.8)
Grn#.................3.5 K/uL (da 2.0 a 7.5)
Eos# K/uL
Bas# K/uL
Lym%.................37 % (da 20 a 45)
Mon%.................8 % (da 2 a 10)
Grn%.................55 % (da 40 a 75)
Eos% %
Bas% %

RBC..................5.43 M/uL (da 4.50 a 5.50)
HGB..................15.0 g/dL (da 12 a 18)
HCT..................44.6 % (da 37 a 52)
MCV..................82 fL (da 80 a 99)
MCH..................27.7 pg (da 27 a 31)
MCHC.................33.7 g/dL (da 33 a 37)
RDW..................12.6 % (da 10.9 a 15)

PLT..................183 K/uL (da 130 a 400)
PCT..................0.17 % (da 0.15 a 0.32)
MPV..................9.5 fL (da 7.0 a 10.4)
PDW %

(i risultati lasciati binachi sono così anche sul referto ritirato)

Esame parassitologico delle feci (su 1 solo campione)
negativo

Esame Urine
Colore..........................G.Oro
Aspetto.........................Torbido
Odore...........................S.G.
Sedimento.......................Tracce
Reazione........................Acida
Nitriti.........................Assenti
Glucosio........................Assente
Acido ascorbico.................Assente
P.Specifico a 15 gradi..........1020 (da 1000 a 1030)
Emoglobina......................Assente
Albumina........................Assente
Pigmenti Biliari................Assente
Urobilina.......................Assente
Acetone.........................Assente
Leucociti.......................Assenti
Esame microscopico sedimento....Rare cellule - rari leucociti

Visto che il tutto continuava, sono tornato dal medico di famiglia che a questo punto mi ha indicato una visita gastroenterologica.
Il Gastroenterologo, mi ha detto che si tratta di un fatto legato all'ansia e allo stress (confesso di essere molto ansioso e di preoccuparmi per qualsiasi cosa) e si è orientato su una terapia per aiutare a "ripopolare" la flora batterica intestinale, segnandomi Dicoflor 60 bustine (2 bustine al dì lontano dai pasti per 15 giorni) e dicendomi di ricominciare a reintegrare gli alimenti un po' alla volta. Mi ha dato da fare anche degli esami che ho eseguito e vi riporto i risultati:
Data: 21/03/2007
Esame chimico/fisico delle feci:
Aspetto.............omogeneo
Colore..............marrone chiaro
Consistenza.........poltacea
Muco................presente
residui carnei......rari (+-)
residui vegetali....assenti
residui amilacei....assenti
grassi neutri.......assenti
acidi grassi........assenti
saponi..............rari (+-)

Anti Transglutaminasi IgA.....2 UA/ml (da 0 a 5)
(IMMUNOENZEMATICO)

Il muco nelle feci, riportato presente nelle analisi, almeno ad occhio nudo era non l'avevo più visto.

Con la cura fatta con Dicoflor mi sentivo molto meglio, la consistenza delle feci era su livelli normali, anche se avvertivo ancora i dolori/fastidi addominali descritti prima, anche mentre mangiavo.

Due o tre giorni dopo la fine della cura, le feci si sono ripresentatre di nuovo poco formate, e a volte mi sembrava come se fossero presenti nelle feci degli alimenti non digeriti, e tanti borborigmi e "scoppiettii", specialmente nel lato sinistro. Ho continuato così, sotto indicazione del medico di famiglia, con i fermenti lattici, facendo altri 10 giorni di Dicoflor 60 capsule (2 volte al dì) e poi, visto che la situazione nn migliorava più di molto sono passato a Yogermina 100 flaconcini (per 7 giorni). Dopo Yogermina le feci si sono quasi normalizzate e i borborigmi si sono attenuati moltissimo, quasi inesistenti, e anche questi dolori/fastidi sono leggermente diminuiti, ma avendo già da tempo prenotato un'altro appuntamento con il gastroenterologo , ho deciso comunque di andarci (il 27/04), il quale mi ha detto che si tratta di colon irritabile e mi ha suggerito un trattamento con Benefibra (20 gg) e con Enterolactis Plus (2 settimane, a cicli), e mi ha consigliato di tornare ad avere un dieta normale, compreso il latte. In oltre mi ha dato da fare altri esami: Ferritina, Sideremia, Amilasi pancreatica, Elettroforesi, PCR, VES, Emocromo con formula, breath test al lattosio, breath test al lattulosio, esame parassitologico feci (3 campioni, visto che la prima volta l'ho eseguito su un solo campione), esame sangue occulto feci (3 campioni), ricerca Helicobacter Pylori nelle feci, ecografia completa addome, il tutto per avere un quadro un po' più completo, prima di fare esami più invasivi, data la mia età. Per i breath test dovrò aspettare luglio, mentre per l'ecografia ho un appuntamento per settembre...gli esami del sangue e delle feci li farò inizi prossima settimana.

Fin dall'inizio di tutta questa storia ho notato come puntini bianchi sulla lingua, che a volte, in certi punti pare come se ritornasse normale, ma dopo un po' tornano i puntini bianchi, specialmente sul fondo della lingua...all'inizio il medico pensando che fosse candida mi ha fatto prendere Daktarin gel orale miconazolo, senza grandi risultati.

A febbraio pesavo 94 kg, ora ne peso 88/87kg e ho la senzazione di continuare a dimagrire, e in oltre in questi ultimi giorni mi sento debole, con poche forze, dormo molto, e dopo i pasti, a volte, ho come la senazione che il cibo si fermi per un po' sullo stomaco, prima di "transitare" nell'intestino. Il mio medico mi ha suggerito di prendere Polase (2 bustine al dì per 5 giorni) per reintegrare potassio così da ritornare "in forze", ma sono già 2 gg che lo assumo e non ho visto molti risultati. Ultimamente, a volte, ho dolori/fastidi anche sul fianco sinistro (più o meno a "metà busto"), o dietro il dorso, sotto la scapola sinistra. In questi ultimi due giorni si sono ripresentate feci con pezzi di alimenti non digeriti (almeno credo che si tratti di alimenti, per via del fatto che sembrano come pezzetti biancastri o di colore chiaro) o feci molli, poltigliose...

Cosa ne pensate? Comincio a essere preoccupato, visto che è ormai da febbraio che nn riesco a uscirne completamente...

Mi scuso molto se mi sono prolungato ma volevo rendere chiara la mia ultima situazione, e vi ringrazio per la Vostra pazienza.

Grazie, Simone