Utente 130XXX
salve a tutti,sono una donna di 37 anni, fumatrice con lavoro molto stressante e pesante fisicamente affetta da ipotiroidismo in cura con eutirox 100.Ho sofferto per anni di attacchi di panico risolti con cura di seretonina.Per 5 anni sono rinata, solo che da dicembre 2008 ho iniziato ad avere problemi di stomaco e tachicardia con extrasistoli, dopo gastroscopia è emersa ernia iatale con reflusso.
Da allora non sono stata piu' bene, a maggio 2009 ho fatto una visita cardiologica tutto negativo tranne una tachicardia sinusale.
Da allora assumo tutte le mattine 1 compressa cardicor da 2.5.
La tachicardia e le extrasistoli sono scomparse ma poi ho iniziato ad avere nuovamente attacchi di panico e continui problemi di stomaco.
dopo visita da psichiatra ho iniziato nuovamente cura antidepressiva .
Da due settimane prendo tutte le mattine eutirox 100 cardicor 2.5 e 1/2 compressa xanax da 50 e efexor 37.5 .
la sera xanax 1/2 da 50 e efexor 75
in piu' lucen 20 e motilium per lo stomaco.
Proprio da due settimane mi sento molto debole e la cosa piu' tremenda è che ho avuto 4 episodi di collasso la mattina appena alzata con sudorazione intensa a freddo sensazione di svenimento tremori, sbiancamenti e brividi intensi in tutto il corpo mi sdraio sollevo le gambe e in 15 minuti tutto passa.
in questi giorni inoltre ho la pressione piu' bassa del solito 110/65
contro 130/80 che ho di solito e cosa piu' grave pulsazioni tra 48 e 60
ho pensato subito fosse il betabloccante anche perchè mi sono dimagrita 6 kg
ho chiamato il dottore e mi ha detto di prendere solo 1/2 di cardicor.
Adesso pero' ho paura perchè non riesco a capire se effettimvamente cio' che mi succede sia dovuto al betabloccante o siano solo attacchi di panico diversi da quelli a cui ero abituata.
Cosa mi consigliate ? grazie-

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Massimo Tidu
36% attività
12% attualità
16% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2008
Gentile utente:
Il rallentamento della sua frequenza cardiaca e la sua pressione bassa non sono da correlare all'ansia, per cui ritengo utile, dopo aver sentito il suo medico, la sospensione o quanto meno la riduzione del bisoprololo.
A disposizione per ulteriori consulti
[#2] dopo  
Utente 130XXX

Iscritto dal 2009
grazie infinite per la celere risposta se posso permettermi vorrei chiederle un'altra cosa....
quando ho avuto la prima volta questi collassi sono andata al pronto soccorso per la grande paura e li' dopo la visita mi hanno detto che era tutto a posto e che era solo un'attacco di panico, adesso quindi io ogni volta che mi succede mi impaurisco enormemente e penso che possa succedermi qualcosa di grave,ma non vado al pronto soccorso perchè tanto so' mi direbbero la solita cosa.
Sono pericolosi questi collassi e adesso dopo che diminuiro' e poi elimininero' il betabloccante quanto tempo ci vorra' affinchè passino?
Siccome sono spesso a casa sola con mio figlio di 8 anni al quale vorrei evitare queste crisi, pensa che è il caso mi ricoveri in ospedale?
grazie.
[#3] dopo  
Dr. Massimo Tidu
36% attività
12% attualità
16% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2008
Gentile utente.
Occorrerebbe visitarla a ridosso di un suo collasso per poterle dare risposte esaurienti, tuttavia ritengo possibile che la riduzione del dosaggio del beta bloccante possa esserle di aiuto, ma solo dopo aver parlato con il suo curante.
A disposizione per ulteriori consulti
[#4] dopo  
Utente 130XXX

Iscritto dal 2009
buona sera a tutti, sono 3 giorni che prendo solo 1/2 pasticca di betabloccante ed effettivamente la mattina non ho avuto piu' collassi e mi sento meno stanca, solo che ho ancora le pulsazioni a riposo tra 58 e 62 battiti al minuto mentre la pressione intorno 120/78 quindi buona.
il mio medico mi ha detto di continuare cosi' ancora un po' e di eliminare la 1/2 compressa di xanax che prendo la sera, continuare a controllare le pulsazioni e nel caso non aumentino mi cambiera' il betabloccante, perchè secondo lui visto la mia storia di accentuata tachicardia e extrasistoli è meglio non sospenderlo.
Voi cosa ne pensate? credete che sia invece meglio che lo elimini?
Visto che ancora la cura di efexor non ha avuto effetto è meglio li continui a prendere in quanto avendo spesso attacchi di panico ho forte tachicardia?
grazie
[#5] dopo  
Dr. Massimo Tidu
36% attività
12% attualità
16% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2008
Gentile utente:
Al momento non eseguirei ulteriori variazioni, ma seguirei i consigli del suo curante.
Saluti