Utente 272XXX
salve a tutti
ringrazio anticipatamente per un'eventuale risposta.
ho 26 anni e qualche mese fa ho avuto un rapporto non protettto con una mia amica.in seguito al rapporto notai un taglio sulla pellicina del prepuzio.disinfettato tutto e con l'aiuto di un farmacista cicatrizzai la ferita con "cicatrene".Ora dopo mesi mi capita ogni tanto di trovare una bollicina (tipo vescichetta)sulla ferita che mi da fastidio e mi costringe anche un po' l'uscita del glande.Il fenomeno si verifica almeno una volta a settimana da un po' di tempo e con detergenti intimi un po' si allevia.Cosa posso fare di piu' per eliminare eventualmente la fuoriuscita della bolla?
grazie ancora

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2005
Gentile utente,

In poche righe (scusi la franchezza) si legge il decalogo di "quello che non bisogna fare in venereologia" ..

Sappia che l'unica cosa plausibile per chiarire questa vicenda (che alla luce della sua descrizione, io non sottovaluterei affatto..altro che "cicatrene"..) è di rivolgersi al più presto e direttamente (non in internet, perchè in tal modo non si farà mai chiarezza) dal Dermatologo-Venereologo per una DIAGNOSI.

Cari Saluti.
Dott. Luigi LAINO
Dermatologo e Venereologo, ROMA
[#2] dopo  
Dr. Marcello Stante
28% attività
0% attualità
12% socialità
TARANTO (TA)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
caro amico,
potrebbe non essere una banale bollicina. è sempre in tempo per rivolgersi ad uno specialista in dermatologia e venereologia ed eseguire uno screening per le malattie sessualmente trasmesse ed escludere una possibile infezione attraverso il rapporto non protetto.
per i rapporti occasionali (e non) consiglio sempre il profilattico!
saluti
[#3] dopo  
Dr. Giuseppe Benedetto
28% attività
0% attualità
16% socialità
VICENZA (VI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2004
probabilmente è l'esito della cicatrizzazione del frenulo anomala
che potrebbe essere risolta con una incisione ambulatoriale per migliorare la cicatrizzazione naturale