Utente 468XXX
Sono un ragazzo di 27 anni e a causa di innumerevoli problemi di salute ho affrontato una serie di indagini radiologiche. Ho subito una resezione intestinale a causa di un'angiodisplasia del tenue e ho fatto svariati controlli negli ultimi tre anni.Tac addome prima dell'intervento poi angiografia, tenue seriato 2 volte. Ho già scritto su qesto sito per avere delle spiegazioni sugli effetti delle radiazioni e vi ringrazio per le chiare risposte. Ora avrei bisogno di una ulteriore delucidazione. Ho di recente fatto un pasto frazionato e il chirurgo che mi segue mi ha prescritto una enterotac o una entero risonanza magnetica per verificare la presenza di una sindrome da ansa cieca. Vorrei sapere in cosa consiste l'enterotac. è simile al clisma del tenue? bisgna bere un mezzo di contrasto? si utilizza un sondino nasogastrico? Poi un 'ultima domanda. Quale diffeenza esiste in termini di radiazioni tra questi vari esami che ho fatto? (Angiografia, tenue seriato, enterotac che dovrò fare). Quale tra questi è più pesante in termini di radiazioni?
Spero in una risposta, complimenti per il servizio e grazie per l'attenzione.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Claudio Pedicelli
28% attività
0% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2007
Gentile utente, per quanto riguarda i danni da radiazioni la rimando alla precedente risposta di un suo post; le aggiungo che non è possibile stabilire una graduatoria di esposizione per gli esami da lei citati , perche, specie per il tenue seriato e l'angiografia , c'è una notevole variabilità di numero di scatti e di tempo di esposizione in scopia ( visione in tenmpo reale dell'immagine radiologica) a seconda delle circostanze.
Per quanto riguarda entero TC e entero RM, danno risultati alquanto sovrapponibili, per cui sarebbe utile eseguire prima la entero RM ( che non eroga radiazioni ionizzanti) e , solo se il risultato non è conclòusivo si potrà eventualemnte aggiun gere l'entero RM.
Entrambe le tecniche richiedono la preventiva distensione delle anse del tenue attraverso l'ingestione di una sostanza diluita in due litri di acqua che richiama acqua dentro l'intestino, consentendo una migliore visibilità delle parti intestinali.
Entrambe le procedure si possono eseguire senza o con l'introduzione del sondino.
Cordiali saluti e auguri.
[#2] dopo  
Utente 468XXX

Iscritto dal 2007
Grazie per il chiarimento dottore.
Volevo chiedere se secondo lei una ansa cieca è visibile con una entero TC visto che non è stata evidenziata dal "pasto frazionato" anche se ho i sintomi di una contaminazione batterica del tenue. Non vorrei fare esami inutili in pratica e soprattutto in questo caso difficile da sopportare a quanto ho capito. Quindi volevo sapere se la differenza tra un tenue seriato e una entero TC (per quanto riguarda la visualizzazone ela precisione delle immagini)consiste nei macchinari usati o nel mezzo di contraso o in qualcos altro. Perchè insomma dovrebbe essere un esame più preciso rispetto al tenue seriato?
La ringrazio anticipatamete per l'eventuale risposta.
[#3] dopo  
Dr. Claudio Pedicelli
28% attività
0% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2007
Gentile utente, la TC e la risonanza, consentono ricostruzioni tridimensionali delle strutture in esame: Il tenue è un tubo lungo molti metri , spesso aggrovigliato su se stesso, con sovrapposizioni di anse , difficilmente dissociabili sulle immagini bidimensionali delle radiografie, specie dopo interventi, che riducono ulteriormente la dissociabilità delle anse. Le tre dimensioni consentono di variare il punto di vista di quell'ansa, ciò che permette di seguirla in tutto il suo sviluppo.
Cordiali saluti
[#4] dopo  
Utente 468XXX

Iscritto dal 2007
Egregio dottore, le scrivo perchè avrei bisogno di un nuovo parere in merito agli esami diagnostici di cui parlavamo nelle precedenti risposte. Nonostante il chirurgo mi abbia consigliato una enterotac o enterorisonanza, il radiologo esaminando il pasto frazionato fatto precedentemente, ritiene che sia più utile effettuare una angio tac con studio del'intestino. Oa mi chiedevo se in base alla sua esperienza, per visualizzare una stenosi o un'ansa cieca, sia più opportuna una enterotac o un angiotac. Sto cercando di prendere una giusta decisione in merito all'esame dagnostico più opportuno da fare.
Spero mi possa dare un suo parere viste le preziose e chiare informazioni datemi precedentemente.
La ringrazio ancora una volta per l'ottimo servizio.
Cordiali saluti.
[#5] dopo  
Dr. Claudio Pedicelli
28% attività
0% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2007
Gentile utente, rispetto alla visualizzazione del lume delle anse del tenue, entero TC e entero RM , come le ho gia detto, sono eqivalenti.
L'angio TC, utilizzandio il MdC, consente una migliore visualizzazione della parte intestinale in tutto il suo spessore e l'eventuasle presenza in essa di una flogosi ( una parete infiammata assume mezzo di contrasto più di una parte normale); ma, da questo punto di vista , anche la RM con gadolinio dà buoni risultati.
Cordiali saluti e auguri per il nuovo anno.