Utente 949XXX
Buongiorno. Sono una ragazza di 25 anni che ha appena scoperto di essere allergica agli acari. E' stato scoperto tramite Prick test (risultato ++) e Rast (DP 1.64 anzichè <0.10 e DF 0.99 anzichè <0.10). Sono in cura con Zirtec e Foster in attesa del vaccino. Avevo colpi improvvisi al torace che mi portavano nausea, iperventilazione e reflusso gastroesofageo. Sono stati anche diagnosticati problemi respiratori tramite spirometria che non sapevo di avere.
Un anno fa mi è anche stata diagnosticata l'intolleranza al lattosio (Breath Test, 7ppm alla settima ora). La cosa strana è che tutti i sintomi scompaiono se prendo lo Zirtec e ricompaiono appena ritardo nell'assunzione.
Che cosa sono questi colpi che sento? Si tratta dello stomaco o dei polmoni?
E' possibile che l'allergia agli acari riesca ad infiammare fino a questo punto le mucose, stomaco ed intestini compresi(così mi è stata spiegato lo strano fenomeno)?
Aggiungo che secondo il Rast non sono risultata positiva a nient'altro.
Grazie ancora per il vostro aiuto! Cordiali saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
20563

Cancellato nel 2010
Descriva meglio questi "colpi". In prima approssimazione uno penserebbe a extrasistoli o contrazioni diaframmatiche, di difficile relazione con l'asma (costrizione bronchiale).

Gli acari creano problemi polmonari quando si inalano le loro deiezioni (occorre curare l'igiene degli ambianti, curare il letto e altre misure che le avranno spiegato).

L'efficacia del'antistaminico e' un punto a favore della genesi allergica.




[#2] dopo  
Utente 949XXX

Iscritto dal 2008
Descrivere questi "colpi" è abbastanza difficile...l'esempio penso più semplice era di quando andavo a scuola. Non potevo fare colazione la mattina altrimenti vomitavo (soprattutto non potevo bere niente). Intorno alle 9.30-10 sentivo un colpo allo stomaco (come se si rigirasse), con un tentativo di vomito, e poi continuava con la nausea. Impallidivo, dovevo appoggiare la testa sul banco oppure sdraiarmi. Non potevo rialzare il busto pena vomitare di colpo. Le varie volte che ho vomitato ho avuto solo tentivi vani (che però muovendo lo stomaco risolvevano subito la situazione) oppure vomitavo una pallina di sostanza verde, insolubile in acqua. Inoltre sentivo odori spiacevoli, inesistenti, che mi impedivano di mangiare qualunque cosa (i biscotti "puzzavano" e mi facevano ulteriormente vomitare). Dovevo sottopormi a questo stress una o due volte al giorno se tutto andava bene, raramente anche di notte (intorno alle 3.15) dove l'attacco era ben peggiore. La durata era intorno ai 20-30 minuti.
Ho beccato un attacco mattutino durante le ultime analisi del sangue. Le inserisco i valori (eseguite dopo una crisi, quindi hanno registrato la fase di ripresa):

EMOCROMO
conteggio globuli bianchi 7530 /mmc (4500-9000)
conteggio globuli rossi 4.45 milioni/mmc (4.00-5.80)
dosaggio emoglobina 13.50 g/dl (12.00-18.00)
ematocrito 37.10 % (37.00-50.00)
determinazione MCV 83.30 fL (82.00-98.00)
determinazione MCH 30.30 pg (27.00-32.00)
determinazione MCHC 36.40 g/dl (32.00-36.00)
distr. volum. RBC 12.10 % (11.50-14.50)
Globuli rossi ipocromici 0.2 % ( 0.0-10.0)
CONTEGGIO PIASTRINE 205 migliaia/mmc (150-400)

FORMULA LEUCOCITARIA
Neutrofili 26.90 % (40.00-75.00)
Neutrofili/mmc 2.23 /mmc (1.90-8.00)
Linfociti 62.90 % (20.00-45.00)
Linfociti/mmc 4.74 /mmc (0.90-10.00)
Monociti 3.10 % (0.00-10.00)
Monociti/mmc 0.23 / mmc (0.16-1.00)
Basofili 0.40 % (0.00-2.00)
Basofili/mmc 0.03 /mmc (0.00-0.80)
Eosinofili 0.90 % (0.00-6.00)
Eosinofili/mmc 0.07 /mmc (0.00-0.20)
LUC (elementi diversi) 3.00 % (0.00-5.00)
LUC/mmc 0.23 /mmc (0.00-0.40)

LINFOCITOSI CONFERMATA

VES PRIMA ORA 9 mm (2-15)
Glicemia 1.06 g/l (0.60-1.10)
AST 18 U/l (5-50)
ALT 13 U/l (5-50)
LDH 141 U/l (120-230)
TSH 3.040 mcU/ml (0.450-3.500)
FT4 1.22 ng/dl (0.75-1.75)

IgE totali 218 IU/ml (6.6-87.0)

Il mio medico aveva già provato a curare questo problema con farmaci per il reflusso gastroesofageo e ulcera, ma senza risultati. Lo Zirtec è stato fino ad ora l'unico farmaco ad essere riuscito a farli sparire per più di 15 giorni, ma saltando una sola dose del farmaco, gli attacchi si ripresentano puntuali e sembrano anche più arrabbiati. Prendendo 16 gocce ogni 24 ore, non ho più niente.
La ringrazio per la sua risposta.