Utente 130XXX
Buongiorno a tutti,sono un ragazzo di 19 anni, sono oramai fidanzato da circa un anno con una ragazza a dir poco fantastica con cui faccio l'amore da circa 4 mesi...è stata la prima esperienza sia per me che per lei, ma già dall'inizio per me è stato alquanto difficoltoso a causa del notevole tempo impiegato da me nel raggiungere l'orgasmo,infatti accade alcune volte che mentre lei riesce a raggiungere l'orgasmo anche 6-7 volte io ancora non riesco a raggiungerlo...anche se lei mi fa del sesso orale solitamente io raggiungo l'orgasmo solamente se mi aiuto con la masturbazione, invece se "lascio andare le cose normalmente" raggiungo a stenti l'orgasmo nel giro di 1 ora e mezzo o +.
La cosa che mi fa sentire veramente in colpa è che con la masturbazione riesco a raggiungerlo in pochissimo tempo, anche 2-3 minuti.
Una cosa che però mi fa pensare che forse non è un fatto mio psicologico è che, scusatemi i termini, durante la masturbazione il pene lo "stringo" di più con la mano e lo stimolo continuamente, mentre durante un rapporto a causa del preservativo che mi desenzibilizza leggermente e dal fatto che sono costretto a fermarmi ogni tanto per non provocarle dolore.
Una cosa che ho notato è anche che in alcune mie posizioni provo + piacere, per esempio se ho le gambe leggermente divaricate e con i quadricipiti tesi riesco a provare + piacere e raggiungere l'orgasmo più velocemente di quando per esempio sono in piedi o del tutto sdraiato supino.
Non so se inoltre può essere di aiuto o causa di questi problemi, ma il mio pene è leggermente storto, praticamente guardandolo dall'alto presenta una curvatura costante che praticamente porta il glande a "puntare" a "ore 11", scusatemi veramente il termine ma non so come farmi capire e sono veramente affranto da questo problema.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro giovane lettore ,

lasci perdere le sua autodiagnosi in queste situazioni cliniche particolari bisogna sempre consultare in diretta un esperto andrologo.

Poi, come spesso ripeto da questo sito e vista la sua giovane età, approfitti di questo "disturbo-malessere" e non sicurezze, per conoscere finalmente, se non ancora fatto, il suo andrologo di fiducia.

Impari dalle sue compagne e dalle donne che la circondano che sicuramente ,alla sua età, già conoscono il loro o la loro ginecologa.

Ultimo consiglio, se desidera avere più informazioni dettagliate su questa disfunzione sessuale, le ricordo di consultare, se non ancora fatto, anche l’articolo pubblicato sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

http://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=65191


Un cordiale saluto.
[#2] dopo  
Utente 130XXX

Iscritto dal 2009
la ringrazio vivamente per la risposta tempestiva...cercherò di combattere la mia vergogna e andrò a parlare con un andrologo...però volevo chiederle un altra cosa, per il fatto del pene storto, è un problema che sembra aumentare con il tempo, o almeno a me è sembrato così...una curvatura a "ore 11" può essere pericolosa??Da cosa è dovuta??
[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore,

numerose sono le cause che possono determinare un incurvamento del pene questo non è "pericoloso" ma deve essere attentamente valutato sempre "dal vivo" da un esperto andrologo.

A questo proposito, se desidera comunque avere più informazioni più dettagliate su questo problema, le consiglio di consultare anche l’articolo pubblicato sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

http://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=79870

Un cordiale saluto.