Utente 130XXX
Buongiorno,
giovedì scorso mi sono procurata una ferita all'anulare destro, con un bicchiere di vetro. Quando sono arrivata al PS ho detto ai medici di non avere sensibilità al dito e loro, dopo l'anestesia, mi hanno esplorato il dito per appurare eventuali lesioni al tendine e non hanno riscontrato flesso/estensori nè deficit sensitivo e motori del dito (come da loro scritto sul verbale). Dopo la ricerca mi hanno detto che il tendine non era stato toccato e hanno proseguito con 5 punti di sutura. Ad oggi la ferita va benissimo, si richiude e non ha nessun tipo di problema. Però la non sensibilità dell'intero dito nella parte interna (quella interessata dal taglio) persiste! Giovedì prossimo rimuoverò i punti di sutura e se il mio problema persisterà lo farò presente. Pensa che il problema si risolverà o sarà necessario intervenire in altra maniera?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Umberto Donati
40% attività
20% attualità
20% socialità
BOLOGNA (BO)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Se è stato esplorato il fascio vascolo nervoso del dito ed è stato trovato integro, si può sospettare che si tratti di una lesione in continuità del nervo (neuroaprassia) che guarisce spontaneamente in qualche settimana. Se invece il nervo collaterale è stato tagliato, la riparazione è possibile se la lesione non è troppo distale (=verso l'unghia).
Non so dove si sia rivolta però può avere un secondo parere presso l'UO di Ortopedia dell'ospedale S.Maria della Misericordia di Udine http://www.ospedaleudine.it/stc/servizi/dipartimenti/reparti/ortopedia.asp oppure presso la S.C. Chirurgia della mano, Microchirurgia – Traumatologia dell'Ospedale di Pordenone http://www.aopn.sanita.fvg.it/stc/azienda/reparti/chirurgia_specialistica.asp?Style=1
Ci tenga aggiornati
Cordiali saluti