Utente 1XXX
Età: 52

Ho 52 anni. Chiedo scusa per l'argomento. Il mio problema riguarda lo sfintere anale che diventa sempre più stretto. Due anni fa, dovetti curare una ragade dolorosissima e mi fu inidcato l'uso di dilatatori anche per ovviare con il tempo a questo problema. Ma non ho avuto risultati. Fin da piccolo ho sofferto di colite, per cui le mie feci sono spesso diarroiche. Quando sono più solide, raggiungono le dimensioni di un pennarello e mi procurano dolore. Spesso la defecazione si interrompe con successiva fuoriuscita e sporco un po' le mutande , con mio grande disagio. Ho rimandato una coloscopia per l'impossibilità di effettuarla. Che cosa posso fare?
Vi ringrazio per la risposta

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Prof. Stefano Arcieri
24% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
Caro Signore, la colonscopia è sicuramente importante per Lei, soprattutto per cercare di arrivare ad una diagnosi (malattia infiammatoria del colon, emorroidi congeste, etc.) Per quanto riguarda l'impossibilità ad effettuarla, probabilmente una buona sedazione anestesiologica potrebbe giovarle tanto da permetterle un buon rilasciamento dello sfintere anale.
Distenti saluti
Dott. Stefano ARCIERI
Policlinico Umberto I - ROma
Università di Roma "La Sapienza"
06/49973162-3
[#2] dopo  
Dr. Andrea Favara
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
potrebbe trattarso di una ragade e quindi richedere una sfinterotomia laterale sinistra.Sono d accordo comunque sulla necessita di una endoscopia preoperatoria, con sedazione
[#3] dopo  
390

Cancellato nel 2012
Gentile signora ,
dovrà eseguire in ogni caso una retto-colonscopia con una buona sedazione e , soltanto dopo questa , prendere in considerazione un'adeguata terapia di tipo chirurgico o medico .
dott. Guglielmo Cordasco
U.O. Pronto Soccorso
A.S. n. 2
0984-510220