Utente 130XXX
Buongiorno, ho 56 anni e questi sono i risultati di un ecocardiogramma: ventricolo sin. non dilatato nè ipertrofico, con normale funzione sistolica (FE 87%) senza alterazioni della cinesi segmentaria. Disfunzione diastolica di primo grado, pattern da alterato rilasciamento. Atrio sin. normale. Radice aortica ed aorta ascendente regolari. Valvola aortica normale. Valvola mitrale normale. Ventricolo dx non dilatato, con normale funzione contrattile (TAPSE 18mm) Valvola tricuspide con insufficienza di grado lieve (1+/4+), da cui si stima una pressione sistolica in ventricolo destro normale (PAPS 28 mmhg)Vena cava inferiore non dilatata (16mm) con normale collabimento inspiratorio. Pericardio normale. Ciò succedeva un anno fa a seguito di una TVP alla gamba sinistra con EP di lieve entità diagnostica tramite TAC. Ammetto di fumare una decina di sigarette al di. La pressione arteriosa si mantiene su livelli normali. sono alto 1,76 m. e peso 82 kili. Non mi sono stati prescritti farmaci relativi a questo quadro clinico nè particolari comportamenti (a parte lo smettere di fumare) Altre informazioni analitiche: sono piastrinopenico (115 mila). Trigliceridi 174, attività prototrombinica 39 (irn 2,06) indotta da Coumadin. MCH 32,7. Creatininemia 1,42, Omocisteina 13,6. Nella norma tutti gli altri valori. Vi domando gentilmente se pensiate sia il caso di svolgere altre indagini, cosa pensate di questo quadro, se è corretto il non avermi prescritto alcuna cura o protocollo particolare. Vi ringrazio per la vostra cortese attenzione. Cordiali saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente,
la disfunzione diastolica riscontrata, è un parametro di facile e comune riscontro nella popolazione ultracinquantenne, da non essere particolarmente preoccupante. Smetta ovviamente di fumare e controlli la sua funzionalità renale, visto il lieve innalzamento della creatinemia. Ne parli ovviamente con il curante.
Saluti