Utente 127XXX
salve sono una donna di 30 anni.5 anni fa mi fu riscontrato un soffio detto 2/6 punta meso,che non so cosa vuol dire,una lieve insufficienza mitralica e tricuspidale con prolasso dei lembi,aritmia sinusale respiratoria.ho fatto gli ultimi controlli 2 anni fa e la situazione non era cambiata.il medico mi ha detto di stare tranquilla,che non era rilevante ,ma di fare un controllo ogni anno.al che mi sono preoccupata e dunque chiedo,una situazione del genere,tenderà ad aggravarsi?ultimamente mi succede di avere qualche minuto di tachicardia in seguito a sbadigli o a cambiamenti di posizione corporea improvvisi,per esempio dallo stare seduta ad alzarmi in piedi, e di avere tachicardia dopo i pasti ,che si placa solo mettendomi distesa.è normale o devo allarmarmi?avendo letto che l'aritmia respiratoria è normale nei bambini eche va scomparendo con l'età adulta,devo preoccuparmi ad averla?premetto che nel 2000 ero ipertiroidea e avevo spesso episodi di tachicardia parossistica improvvisa,poi nel 2005 ho subito una tiroidectomia totale e non mi è piu successo,e tendo da allora ad essere ipotiroidea,assumo tirosint,125 mg.inoltre mi succede di avere delle extrasistole,dall'holter sono risultate circa 500.dopo tutto questo la mia preoccupazione mi ha portato ad essere agorafobica,in quanto ho paura che in posti nuovi,o lontani mi possa succedere qualcosa di brutto,e causa della tachicardia scatenata dai miei attacchi di panico che dunque ritengo "a rischio" per il mio cuore.scusate se mi sono dilungata abbastanza,grazie di una vostra eventuale risposta.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente,
il numero di extrasistoli rilevato dall'esame Holter è del tutto irrilevante sotto il profilo clinico, così come le sue crisi di tachicardia che essendo dovute all'ansia non sono da considerarsi pericolose.
Circa la lieve insufficienza valvolare evidenziata all'esame ecocardiografico, essa è meritevole di controlli a distanza di 3-5 anni.
Saluti