Utente 130XXX
Buongiorno egregi dottori.

Mio padre, 76enne, vedovo da cinque, ha problemi di erezione durante i rapporti con la sua nuova compagna (si frequentano da otto mesi).

Il nostro medico di famiglia gli ha consigliato di assumere dieci gocce di Daparox al giorno, in quanto secondo lui si tratta di un blocco psicologico piuttosto che fisico.

Abbiamo letto il foglietto illustrativo. Ci chiedevamo: questo farmaco può avere ripercussioni sullo stato mentale (dipendenza?). Mio padre infatti gode di un'ottima e invidiabile salute mentale e spiacerebbe ne fosse compromessa.

Ci sono interazioni con i farmaci già da lui assunti (Sinertec e Amlodipina per pressione alta e Unoprost e Prostide per prostata)?

Vi pare un'indicazione corretta per il tipo di problematica?

Grazie anticipatamente.
Cordialità.
[#1] dopo  
Dr. Tommaso Vannucchi
40% attività
16% attualità
16% socialità
PRATO (PO)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Gentile utente
Il problema della disfunzione erettile deve essere valutrato in tutta la sua completezza in quanto sono tanti i fattori a scatenarlo (oltre che psichici) per cui tramite visita andrologica andrebbero escluse prima di tutto le cause organiche
[#2] dopo  
Utente 130XXX

Iscritto dal 2009
Grazie molte dottore.
Volevo semplicemente aggiungere che credo che il ns. medico di famiglia (che segue mio padre da circa vent'anni) gli abbia suggerito questo trattamento perché in effetti mio padre non ha mai avuto questi problemi quando stava con mia madre e probabilmente ritiene che la componente psicologica sia prevalente.
Cordialità
[#3] dopo  
Dr. Matteo Pacini
60% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Se sono stati eseguiti accertamenti di tipo specifico per stabilire che l'erezione non sia legata ai comuni fattori vascolari, e se è stata fatta una diagnosi di "impotenza psicogena" come si suol dire, l'approccio va anche bene.
C'è da tener presente però che anche se nei soggetti ansiosi il daparox può migliorare in generale la qualità di vita, ha spesso effetti collaterali sessuali. Più che ridurre l'erezione in maniera diretta, fa calare la voglia e riduce la senisbilità nelle zone erogene, per cui alla fine se questo succede i rapporti possono esserne disturbati. Tenetelo presente.