Utente 114XXX
gentilissimi dott.
visto che la mia precedente domanda (alla quale ho sicuramente sbagliato intestazione, poichè ho scoperto che l'ipertermia è un'altra cosa) non ha avuto risp., ripropongo il mio problema che persiste.... il giorno dopo aver fatto una lampada facciale Uva, mi è comparsa la sensazione (sotto pelle) al viso di estremo calore alle guance, le sento bollenti e alle orecchie, le quali tal volta si arrossano un po', al tocco di altre persone non si percepisce il calore, ma quando mi tocco io che ho costantemente le mani fredde, mi sento bruciante dal calore. insieme ho qualche vertigine tal volta e senso di spossatezza. adesso mi chiedo se possa essere legato alla lampada, (ma ormai è passata una settimana) ed ancora ho queste fastidiose sensazioni, oppure mi chiedo se possa essere un fatto vascolare visto che la mia circolazione capillare non è splendida.... visto che soffro di fragilità capillare, o ancora dott. io posso solo presupporre tutti i motivi che non so... potrebbe essere legato ad un piccolo puntino che ho tatuato sul viso e che dopo più di un mese mi ha fatto effetto allergico, (magari legato al calore della lampada)?
il mio medico curante ha legato il fatto all'ansia, ma non sapeva del tatuaggio al viso, e assicuro che quando mi sono iniziati i sintomi ero calmissima.
Spero possiate aiutarmi.
Grazie.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Lucio Piscitelli
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
I sintomi riferiti al volto sembrano, con i limiti di una valutazione a distanza, quelli di un eritema conseguente alla esposizione alla lampada e sono destinati ad attenuarsi nel giro di qualche giorno: in caso contrario potrebbe essere opportuno il parere di un Dermatologo.
Sul puntino tatuato occorrono maggiori dettagli: si tratta di un vero tatuaggio (eseguito quando?) o di un neo?
La cosiddetta "fragilità capillare" è tutt'altra cosa e andrebbe opportunamente valutato se inquadrarla o meno in uno stato di insufficienza venosa.
[#2] dopo  
Prof. Marco Catani
44% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
gentile utente,

la sensazione e il rossore dopo una seduta di lampada facciale, ritengo sia evento normale. in teoria sia pur artificialmente simuliamo con la lampada una esposizione ai raggi solari. questo tipo di sedute dovrebbero essere graduali proprio per abituarsi ai raggi un pò come accade quando si va in spiaggia o in montagna, utilizzando però in questi casi delle creme protettive.

devo dire visto che non siamo così lontani dal periodo estivo e quindi all'esposizione al sole, la sua pelle, dovrebbe essere già stata "sensibilizzata" ai raggi UVA, sempre che sia stata esposta alla luce solare questa estate.

per quanto riguarda il suo tatuaggio sul volto potrebbe essere in relazione anche alla cromaticità del tatuaggio stesso. nel senso che se fosse di colorito bruno questo potrebbe aver avuto la possibilità di assorbire maggiormente l'effetto della lampada. non ho in realtà esperienza di tale problematica e la prenda solo come possibile relazione.

cordiali saluti

[#3] dopo  
Utente 114XXX

Iscritto dal 2009
Innanzitutto ringrazio per le Vs risp.,
il puntino è un tatuaggio, fatto però già da più di un mese e fino ad ora non avevo avuto problemi, l'esposizione alla lampada Uva è avvenuta una settimana fa... i sintomi però persistono.. e sono piu' come vampate che mi assalgono improvvisamente e che persistono per qualche ora per poi andare via e ritornare quando meno me l'aspetto... e aggiungo che il viso non è per nulla arrossato, il colorito è lo stesso ma all'interno sento divampare il fuoco... non mi era mai capitata questa sensazione, nemmeno con le peggiori scottature al mare... cmq aspetterò qualche altro giorno per vedere se passa da solo... stamane sono andata a fare delle analisi del sangue, non so se questa cosa potrebbe darmi qualche indicazione in più.
Grazie mille.