Utente 131XXX
Buonasera, sono Simone, ho 23 anni e da qualche mese ho dei problemi. il pene fa fatica ad andare in erezione (non piu completa), arrivo all'eiaculazione dopo pochi minuti e l'orgasmo non è più soddisfacente come qualche mese fa. sento un piccolo fastidio sotto la base del pene, praticamente appena sopra i testicoli, ma sembra un fastidio che proviene da dentro. domani prenoterò la visita ( la mia prima) all'andrologo ma volevo comunque chiedere a voi se pensate sia una cosa grave o no visto che sono abbastanza preoccupato. 1 mese fa ero già andato dal mio medico curante e mi prescrisse il Cialis per aiutarmi in quel momento pensando fosse una cosa passeggera. Con l'uso di Cialis va tutto a gonfie vele, ma quando passa l'effetto.... grazie mille anticipamente. Simone

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
prescrivere tali a farmaci ad un 20enne o poco più non è cosa che mia sia simpatica, naturalmente parlo in linea di principio, a volte vi sono scelte di campo che obbligano a manovre poco ortodosse. Intanto serve una diaqgnosi: problema psicologico (probabile vista la giovane età)), circolatorio, metabolico, ormonale. La diagnosi la fa col collega che la visita da qua è impossibile. Dopo di che si vedrà la terapia. Tramnquillo. Faccia sapere se vuole.
[#2] dopo  
Dr. Daniel Bulla
48% attività
8% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2003
Gentile Utente,
faccio mie le osservazioni del Collega Cavallini rispetto alla prescrizione di tali farmaci senza una diagnosi e soprattutto in giovane età (quando il sospetto di cause psicologiche è forte).

Anche perchè, da un punto di vista psicologico, tali farmaci potrebbero darle una specie di "dipendenza": senza farmaco si evitano tutti i rapporti sessuali, e ci si sente comunque "impotenti" ("ho bisogno di un farmaco per fare sesso").

La prima cosa da fare è quindi la valutazione andrologica.

Contemporaneamente farei anche una visita psicologica: le allego questo articolo sull'Eiaculazione Precoce per spiegarle cosa intendo quando parlo di sessualità e psicologia

http://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=62157