Utente 124XXX
Gentilissimi dottori vi espongo un problema che sta esasperando e rovinando la mia famiglia:
mio padre da diversi anni soffre di diabaete di tipo 2 causato dall'obesità,ha 53 anni pesa 100kg e è alto 1.80 il suo grasso si trova depositato tutto nell'addome che risulta enorme.attualmente è sotto cura con il glibomet,ma a causa della sua dieta sregolata dell'eccesso di carboidrati ingeriti ogni giorno e, a causa della persistente sedentarietà ora si trova con la glicemia a 240 nonostante assuma il glibomet.
sta avendo disturbi della vista,alcune ferite che non si cicatrizzano,è cambiato anche il carattere irrascibile permaloso e nervoso.
ovviamente rifiuta di seguire una dieta regolare ,mangia di nascosto e ovviamente predilige sempre pane pasta riso e qualche volta anche qualche dolce.
rifiuta di andare a farsi controllare dalla sua diabetologa e non si misura mai la glicemia.
é un padre di famiglia di due adolescenti preoccupati per lui che non sanno più che fare e a chi rivolgersi per un aiuto.
volevo chiedere se con la glicemia così alta nonostante sia sotto glibomet sia passato da un diabete di tipo 2 a quello insulinodipendente.
A quali rischi va in contro se continua in queste condizioni e a non voler cambiare stile di vita?
si può fare un ricovero coatto per questo problema?
Spero che qualcuno mi possa aiutare perchè siamo davvero disperati da questa situazione
ringrazio antcipatamente

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Mario Manunta
28% attività
4% attualità
16% socialità
PALERMO (PA)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2003
Prenota una visita specialistica
Gentile Signora, il diabete ha una storia naturale sicuramente non favorevole, il che significa che se lasciato andare in condizioni di abbandono, l´esito non sará dei migliori. Di contro non é possibile intervenire in modo coatto, cosa che, non servirebbe assolutamente a niente. Il diabete, malattia cronica ha bisogno di essere seguita con attenzione e costanza e chi ne é affetto deve collaborare col proprio diabetologo. Pertanto un "reset" momentaneo non sortirebbe alcun beneficio sulla prognosi. Provate a parlarne con lui, non rimproveratelo ma stimolatelo, convincetelo, spesso questo rifiuto nasconde solo paura e bisogno di aiuto piú che mai; bisogna solo trovare la chiave...
Mi tenga informato
Molto Cordialmente
[#2] dopo  
124816

dal 2010
La rignrazio per l'aiuto,pur troppo con una persona così testarda i discorsi non funzionano,ogni giorno per me è un cercare di convincerlo e di farlgi capire che continuando così la finirà male per causa sua.gli ho promesso che avremo seguito tutti la sua dieta così da non fagli desiderare nulla,ma niente sempbra funzionare.oggi l'ho costretto a chiamare la sua diabetologa ma è in ferie dovremo contattarla la settimana prossima,nemmeno la fortuna ci assiste!!!
ora ho paura che passando i giorni questa telefonata passi in cavalleria,dato che tante volte mio padre finse di chiamarla dicendo che non rispondeva o che era occupato..sempre cosi!
speriamo bene per la prossima settimana
Grazie di cuore
[#3] dopo  
Dr. Mario Manunta
28% attività
4% attualità
16% socialità
PALERMO (PA)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2003
Gentile Signora, mi rendo conto del carattere ostinato e della conseguente difficolta' di chi gli sta accanto. Benissimo cercare di comunicare con lui, ma quando parlavo di "trovare la chiave" intendevo, cambiare modalita' di comunicazione. Cerco di spiegarmi meglio; invece che dirgli "se non ti curi finisce male" , cerchi, facendo leva su qualche suo interesse, di sottolineare i benefici che ne trarrebbe sistemando la situazione. E quindi complimentarsi con lui quando fa qualcosa di corretto. Questo si chiama rinforzo positivo. E funziona! Consideri inoltre che non seguire una dieta per la troppa fame e' segno di scompenso glicemico, la polifagia va infatti considerata alla stessa stregua della poliuria (molta pipi') e polidipsia (molta sete).
Cordialmente
[#4] dopo  
124816

dal 2010
Ha ragione forse cercando di stimolarlo in questo modo riusciremo ad ottenere una risposta positiva da parte sua.
Ci proverò sicuramente,ho provato di tutto questa sembra la cosa più semplice da fare.
Grazie davvero per i consigli utilissimi