Utente 366XXX
Gentili medici,
non so se la mia domanda possa essere 'stupida' o seria.. Il fatto è che avendo l'influenza mi stavo per misurare appunto la febbre sul divano e ho sentito grattare sotto l'ascella, guardo il termometro: aveva la punta di vetro rotta (non so assolutamente in che modo!) e dentro nulla... Così presa un po' dall'agitazione mi sono alzata infretta (stavo malissimo) e ho visto scivolare dai vestiti appunto il mercurio... Il problema principale è che vicino a me c'era mia figlia (poco più di 2 anni e mezzo) e farla star ferma è un'impresa... Il mercurio in parte è finito sul divano così la scelta più istintiva e veloce è stata prendere paletta, guanti e cercare di raccogliere 'il visibile' delicatamente... Il fatto è che palline più piccole si sono sparse ma non le vedevo e la piccola voleva assolutamente 'aiutarmi' e non si fermava.
Alla fine ho preso i cuscini e l'ho sbattuti un po' fuori, per il resto ho spazzato tutto con una scopetta piccola...e poi l'aspirabriciole!! Infine mi sono tolta tutti gli indumenti e lavata visto che mi è scivoltato proprio addosso...

Insomma, per farla breve, nella mia ignoranza (ho letto dopo di non usare scope e aspirapolveri), forse non dovevo spazzare ma con la bimba sentivo una certa urgenza di togliere tutto in mezzo senza perderla di vista (temevo che se vedesse una pallina potesse toccarla), ora ho paura di aver contribuito a polverizzare nell'aria delle particelle... e in più che sia potuto rimanere del mercurio sul divano (nel tessuto ruvido a rilievo) e possa essere inalato sia dalla bimba che lì ci gioca sia da me che ci sto dormendo di notte.

Mi sto preoccupando inutilmente? C'è qualcosa che posso ancora fare? Incrocio le dita e non ci penso più?

Grazie e scusate se fosse una richiesta di consulto in qualche modo, forse, un po' ridicola

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Stelio Alvino
44% attività
16% attualità
20% socialità
ABBADIA SAN SALVATORE (SI)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2008
Gentile signora, si tranquillizzi perchè il quantitativo di mercurio in un termometro è veramente minimo e comunque non tanto per una accidentale ingestione, quanto per l'inalazione dei vapori che può emettere se ancora presente nell'ambiente può essere tossico.
Ma non mi sembra questo il caso. Dopo i suoi tentativi di pulire tutto è ben difficile che ne siano rimaste tracce pericolose.
Lavi o sbatta bene la scopa utilizzata per maggior sicurezza e cambi eventualmente il sacchetto interno di raccolta del suo aspirapolvere. Basta.
Ripristini il termometro rotto con quelli attualmente in commercio che hanno sostituito quelli a mercurio non più a norma.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 366XXX

Iscritto dal 2007
Grazie!
Forse la febbre mi dava più ansia del dovuto... unica cosa mi chiedo perchè pur essendoci questa sostituzione quel termometro mi fu proprio dato in omaggio da una parafarma pochi mesi fa... "e' andata"...
Grazie e grazie ancora.
[#3] dopo  
Dr. Stelio Alvino
44% attività
16% attualità
20% socialità
ABBADIA SAN SALVATORE (SI)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2008
Le è stato dato in omaggio perchè sono rimaste scorte di magazzino che sono invendibili....
saluti
[#4] dopo  
Utente 366XXX

Iscritto dal 2007
un attentato gratuito insomma!
Scherzo! Grazie ancora e buon lavoro
[#5] dopo  
Dr. Stelio Alvino
44% attività
16% attualità
20% socialità
ABBADIA SAN SALVATORE (SI)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2008
Beh, no! Il termometro lo ha rotto lei....
[#6] dopo  
Utente 366XXX

Iscritto dal 2007
Anche le mine di guerra le fanno saltare i soldati innocenti!!
Vabbè... ok, mea culpa...
Saluti
[#7] dopo  
Dr. Stelio Alvino
44% attività
16% attualità
20% socialità
ABBADIA SAN SALVATORE (SI)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2008
Ecco perchè i termometri a mercurio sono stati tolti dal commercio! Per le mine ci si dovrebbe attrezzare e purtroppo a farne le spese non sono i "soldati innocenti" ma i bambini in tutto il mondo!
Ora la lascio e non le faccio perdere altro tempo. Buona Giornata a lei. :-)
[#8] dopo  
Utente 366XXX

Iscritto dal 2007
Infatti vicino a me c'era mia figlia di 2 anni e mezzo...
Sono io che le sto facendo perdere tempo, pertanto le riauguro buona giornata e buon lavoro di cuore: leggendo la sua professione qualche riflessione nasce sempre...
:-)