Utente 265XXX
sono una sig di 58 anni altezza 1,65 peso 95kg
in seguito a pratica per invalidità, ecocardiogramma che rilevava marcata ectasia dell'aorta ascendente (55
mm), dell'arco (40 mm), insufficienza valvolare aortica di grado moderato. Veniva pertanto programmato
ecocardiogramma transesofageo che effettuavo in data 13/12. Tale esami documentavano
dilatazione dell'aorta in toto (40 mma livello dei seni di Valsalva, 46-54 mm aorta ascendente), dissezione
intimale a livello dell'arco aortico che si estende fino alla porzione discendente ad almeno a 40 cm dagli
incisivi, insufficienza valvolare aortica di grado moderato. Venivo pertanto ricoverato in UTIC ed iniziata
terapia antiipertensiva endovena con buon controllo dei valori pressori. Eseguivo TAC toracica (14/12) che
confermava importante dilatazione dell'aorta ascendente (diametro max 55 mm), dell'arco (diametro max 64
mm) e dell'aorta discendente (56 mm). In corrispondenza dell'arco di osserva apposizione trombotica
periferica da cui parte un flap intimale che si continua lungo tutta l'aorta discendente e l'arteria iliaca
comune destra. Nello stesso giorno, in previsione di intervento chirurgico, eseguivo inoltre coronarografia
che rilevava ventricolo sinistro di normali dimensioni e contrattilità, coronarie indenni da lesioni. Durante il
ricovero si valutava la possibilità di trattamento della dissezione dell'aorta discendente con stent endoaortico
(esclusa per problemi anatomici). " ' "
Tra gli esami di laboratorio si segnala emoglobina 12,6 g/dl, piastrine 254000, funzionalità renale ed
elettroliti nella norma
Dissezione aortica tipo B. Aneurisma dell'aorta ascendente. Alla dimissione ottimo controllo dei valori pressori.
ora avrei delle domande da porle quali centri migliori per la mia patologia posso riferirmi quali traumi post operatori per un intervento del genere debbo aspettarmi e un consiglio su quale a suo giudizio e il primo intervento da eseguire con la piu alta priorità e che percentuale di prognosi negativa vi sono su questi grossi interventi?
grazie anticipatamente aspetto al più presto la risposta.
[#1] dopo  
Dr. Pierpaolo Maietta
24% attività
4% attualità
0% socialità
AVELLINO (AV)
Rank MI+ 28
Iscritto dal 2007
rispondo al suo consulto in quanto interpellato via mail. la patologia vascolare toracica è di comptenza cardiochirurgia sia per quanto riguarda l'aorta ascendente sia per quanto riguarda l'aorta discendente. le consiglio di rivolgersi presso un centro qualificato di cardiochirurgia (vedi Bologna o Siena) più vicino alla sua zona di appartenenza.
sempre restando a sua disposizione
dr. pierpaolo maietta
[#2] dopo  
Dr. Guglielmo Mario Actis Dato
44% attività
8% attualità
16% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2004
La sua situazione molto ben descritta (per quanto sia necessario valutare le immagini angiografiche per poter seprimere un giudizio definitivo), richiede effettivamente un trattamento chirurgico che a mio parere potrebbe consentirle di sostituire in un solo tempo chirurgico l'aorta ascendente facendo una plastica della valvola (o eventualmente sostituendola), l'arco aortico e l'aorta toracica discendente che ha subito una dissecazione. Questo è oggi possibile grazie ad un recentissimo tipo di endoprotesi che puòe ssere introdotta nella parte discendente dell'aorta durante l'intervento sull'arco (E-vita). In un caso analogo al suo un paio di mesi fa ho potuto sostituire tutta l'aorta sino al diaframma in un paziente che aveva un aneurisma dal piano valvolare sino all'aorta addominale. Il consiglio che le do è di farsi trattare questa patologia in tempi rapidi (la dissecazione dell'aorta potrebbe evolvere anche in senso retrogrado verso l'ascenente) e se desidera sono a disposizione per qualunque chiarimento in merito ulteriore al seguente mail: actisdato@fastwebnet.it

cordiali saluti

GM Actis Dato
Cardiochirurgia Ospedale Mauriziano Torino