Utente 410XXX
Gentile dottore,
Sono una ragazza di 28 anni e da qualche mese mi compaiono delle bolle
(principalmente su braccia, mani e orecchie) molto simili a pizzichi di zanzara
(all’inizio infatti pensavo fossero proprio solo questi), stesso prurito. Di
solito con il passare delle ore si ingrandiscono e nel giro di una giornata
comunque spariscono. A seguito di comparse ripetute mi sono recata da un
dermatologo il quale pensava si trattasse di orticaria, mi ha prescritto quindi
degli antistaminici.
La scorsa settimana, in concomitanza di una influenza intestinale (non so se
le cose siano collegate) sono comparse di nuovo le bolle di cui sopra, questa
volta però nel giro di poche ore hanno assunto dimensioni molto più grandi del
solito (una era grande circa 5 cm.) e hanno creato un alone rosso intorno, un
atollo.
Mi sono recata al pronto soccorso ed il dermatologo del reparto mi ha detto
che quasi sicuramente si tratta di tigna. La cosa strana è che la sera stessa,
come al solito, sono sparite e in secondo luogo, avendo un gatto in casa, l’ho
subito portato dal veterinario, il quale ha escluso che il gatto sia affetto da
tigna, di conseguenza non avrei potuto essere contagiata da lui.
Cosa pensa al riguardo? Potrebbe trattarsi di tigna anche se le bolle sono
durate solamente una giornata? Si tratta della solita orticaria? Le faccio
presente che la pelle all'interno della bolla, dell'atollo non si desquama, ne
perde peli, si arrossisce solamente.
potrebbe trattarsi dell'allergia alla saliva del gatto? vivo con i gatti da più di 20 anni e non mi è mai capitato prima un caso analogo

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
20563

Cancellato nel 2010
La tigna e' una infezione da funghi che si nutrono della cheratina della pelle e certamente non vanno e non vengono in giornata.

Inoltre la natura fungina sarebbe facilmente accertabile al microscopio (si gratta il margine della lesione con un bisturi e si colora con KOH-lattofenolo, se le ife cis sono, si vedono).

Lei ha dei pomfi ("bolle") uno dei quali piu' intenso degli altri puo' aver provocato un piccolo stravaso ematico periferico, poi riassorbito.

Sulla sostanza che provoca le bolle non e' possibile esprimersi.




[#2] dopo  
Utente 410XXX

Iscritto dal 2007
Gentile Dottore,
la ringrazio per la risposta e devo dirle che un pò sono rincuorata. Ho preso appuntamento per fare delle analisi ma l'attesa è un pò lunga.. nel frattempo vorrei chiederle un'ultima informazione: è possibile che l'allergia al gatto si manifesti con dei pomfi? ho letto ovunque che di solito prende solo le vie respiratorie..