Login | Registrati | Recupera password
0/0

Ansia, testa confusa, senso di irrealtà

(archivio consulti: per vedere la pagina aggiornata clicca QUI)
  1. #1
    Utente donna
    Iscritto dal
    2009

    Ansia, testa confusa, senso di irrealtà

    salve,
    so che un consulto on-line è impossibile di fatto scrivo a voi per un parere. sono una ragazza di quasi 19 anni con un passato ne brutto ne bello, ho avuto problemi di alimentazione, non ho mai avuto un rapporto bello o pittosto stabile con i miei genitori, ho avuto amici ma nell'ultimo anno sono rimasta sola senza amici apparte il mio ragazzo che mi aiuta molto. è da cirac un anno che è cominciato, con un "attacco di panico" e sensazione di svenire o morire o che il respiro mi si fermi. poi con il tempo la cosa è peggiorata, ho paura di tutto anche di stare a casa da sola o affacciarmi sul balcone..questo perchè ho anche la paura di impazzire e compiere atti di cui non ne sono consapevole come buttarmi dal balcone..mi è venuta una forte paura dei coltelli semplicemente vedendo il telegiornale e vedendo che un uomo aveva ucciso la figlia accoltellandola perchè era schizzofrenico. appunto, ho paura di diventare schizzofrenica e ammazzare anche io qualcuno. le mie paure si basano sul "se". se mi capita questo, ecc. ormai la mia vita è diventata un inferno..non so più cosa fare, vive le mie giornate avendo paure e anche con dei sintomi fisici come: testa vuota, sbadataggine, confusione e mancanza di concentramento, mi sembra quasi di vivere in un sogno come se avessi un distacco da me stessa, come se cioè che è reale per me è irreale anche se so che la mia è solo paura, è come se tutto ciò che mi circonda mi sembra strano. un altro sintomo è la paura di morire, ho dei dolori al petto anche a sinistra e io lo associo ad un infarto anche perchè ho la tachicardia forte.. se mi potete consigliare qualcosa o se questa cosa è grave, se c'è il rischio di morire o di impazzire o di compiere atti che non voglio compiere..o che questa cosa mi dura per sempre e sarò costretta a stare con questa sensazione di paura, penso che sia una cosa irrisolvibile..un inferno..o si può risolvere andando da una psicologa?? vi ringrazio anticipatamente e chiedo scusa per il disturbo..grazie ancora.
    cordiali saluti.
    ps. scusate ancora..il medico di famiglia mi aveva prescritto dei farmaci: lexotan e xanax.(non insieme separatamente) gli ho presi per un periodo sentendomi peggio. voglio uscirne anche se penso di no senza farmaci..grazie
    grazie



  2. #2
    Indice di partecipazione al sito: 663 Psicologo specialista in: Psicoterapia

    Risponde dal
    2003
    Gentile Utente,
    è probabile che si tratti di un disturbo d'ansia, visti i sintomi che ci ha elencato.

    Può ad esempio leggere questo articolo sul panico per vedere se si ritrova

    http://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=72634

    Se la diagnosi fosse confermata per curarsi avrebbe bisogno di

    1- una valutazione psichiatrica

    2- una psicoterapia di tipo cognitivo-comportamentale

    La ricerca ha dimostrato infatti che l'associazione tra 1- e 2- permette di ottenere i migliori risultati nel trattamento dei disturbi d'ansia.

    Lei stessa può controllare sul sito del Nationa Institute for Mental Health (dove CBT sta per Cognitive Behavioural Therapy)

    http://www.nimh.nih.gov/health/publications/anxiety-disorders/treatment

    Vedrà che da questa brutta situazione potrà uscirne, stia tranquilla.

    Se ha tempo e voglia le consiglio anche di leggere questi articoli sull'ansia

    http://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=42293

    http://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=99111


    Cordialmente
    Daniel Bulla
    dbulla@libero.it, Twitter _DanielBulla_

  3. #3
    Utente donna
    Iscritto dal
    2009
    quindi andare da una psicologa non è indicato??



  4. #4
    Indice di partecipazione al sito: 663 Psicologo specialista in: Psicoterapia

    Risponde dal
    2003
    Certo, purchè sia anche psicoterapeuta, e il massimo sarebbe se tale terapeuta fosse specializzata nella CBT


    Cordialmente
    Daniel Bulla
    dbulla@libero.it, Twitter _DanielBulla_

  5. #5
    Utente donna
    Iscritto dal
    2009
    grazie dei suoi consigli, almeno so che nn è grave per alcuni aspetti cioè che non si può morire o impazzire. grazie ancora. buona serata



  6. #6
    Indice di partecipazione al sito: 1120 Psicologo specialista in: Psicoterapia

    Risponde dal
    2008
    Gentile ragazza, la paura di morire o d'impazzire è tipica negli attacchi d'ansia acuta (panico). Fra i sintomi che descrive c'è anche una preoccupazione costante del tipo: "E se succede questo, e se...", ma si tratta sempre di ansia.

    Questi disturbi possono essere curati bene rivolgendosi a uno psicologo/psicoterapeuta esperto nel trattamento dell'ansia, che utilizzi un approccio breve e concreto. Chieda prima una valutazione e si faccia dire di che cosa ha bisogno.

    Ricordi tuttavia che la competenza dello specialista cui si rivolgerà conta più di qualsiasi approccio.

    Può leggere quest'articolo che parla di che cos'è la psicoterapia e cosa cercare in un terapeuta:
    http://www.giuseppesantonocito.it/art_psicoterapia.htm

    Cordiali saluti


    Dr. Giuseppe Santonocito - Psicologo Psicoterapeuta
    Specialista in psicoterapia breve strategica
    www.giuseppesantonocito.it

  7. #7
    Indice di partecipazione al sito: 17 Psicologo specialista in: Psicoterapia

    Risponde dal
    2008
    Gentile utente,
    è importante chiedere subito aiuto nei casi come il Suo perchè il tempo che passa formulando pensieri negativi e ripetitivi costituisce un vero e proprio rinforzo.
    Viceversa, intraprendere una psicoterapia Le potrà "insegnare" a riprendere possesso dei Suoi pensieri e a capire ed esprimere le Sue emozioni con maggiore autodeterminazione e una più alta fiducia in se stessa.
    Auguri e cordiali saluti.


    Dott.ssa Marisa Nicolini, psicologa-psicoterapeuta
    m_nicolini@virgilio.it
    riceve a Roma e a Viterbo

  8. #8
    Utente donna
    Iscritto dal
    2009
    salve,
    chiedo scusa se disturbo ancora ma, siccome, il mio psicoterapeuta sta in malattia volevo chiedrle una cosa. è da un po di tempo che ho questa cosa che mi ossessiona, il fatto è che non so se sia dovuto all'ansia. il mio problema è che durante la giornata apparte i pensieri che ho mi capita di fissare qualcosa e a non riuscire a togliere lo sguardo, nel senso le faccio un esempio: quando guardo la televisione mi capita di guardare nel vuoto di fissarla xò senza seguire nulla ecome se fossi distratta nei miei peniseri, la cosa strana però è che io ne sono cosciente. solo che non riesco a non farlo e come se io lo facessi apposta ed è bruttissimo, e mentre resto fissata sulle cose io so di farlo. forse perchè mi sono ossessionata da questa cosa e lo faccio propio per questo. scusi ancora.
    grazie
    cordiali saluti.
    grazie ancora!!



Discussioni Simili

  1. Ansia, crisi e pillola
    in Psicologia
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 06/10/2009, 01:19
  2. Risposte: 9
    Ultimo Messaggio: 05/10/2009, 18:16
  3. Risposte: 20
    Ultimo Messaggio: 07/10/2009, 19:21
  4. Stati d'ansia
    in Psicologia
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 05/10/2009, 16:50
  5. Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 05/10/2009, 16:16
ultima modifica:  17/11/2014 - 0,19        © 2000-2011 medicitalia.it è un marchio registrato di MEDICITALIA s.r.l. - P.I. 01582700090 - staff@medicitalia.it - Fax: 02 89950896