Utente 277XXX
buongiorno.
ho 21 anni, da un anno assumo una pillola concezionale con composizione per compressa di drospirenone mg 3 e etinilestradiolo mg 0,03. l'uso era stato inziato poichè avevo dismenorrea e una cisti ovarica di piccole dimensioni. entrambi sono svanite, ma dalle ultime analisi si è modificato il valore della p-proteina s che ha valore 53 quando i valori di riferimento sono %62-300. inoltre da diversi giorni ho indolenzimento anche continuo all'arto superiore destro e a volte anche dell'arto inferiore destro. inoltre il mio stato psicofisico risulta alterato: mi sento affaticata anche se i valori di emocromo sono stabili, dopo ogni pasto ho un crollo fisico e desiderio di dormire anche se questo poi provoca cattiva digestione, inoltre provo contratture al cuoio capelluto di pochi secondi e se con un dito spingo l'arcata sopraciliare sinistra provo dolore.negli ultimi 5 giorni ho provato sensazioni di vertigini e giramenti di testa.e a volte in metropolitana sensazioni di claustofobia.di continuo provo mal di schiena principalemte nella parte centrale.
da piccola mi è stata diagnosticata una lieve scoliosi.
dal 1 febbraio ho iniziato attività sportiva di ginnastica generale che richiede impegno fisico. inoltre è stato un periodo stressante per i molti esami universitari sostenuti.
da cosa può dipendere tutto ciò?
denti del giudizio?
pillola contraccettiva?
cattiva postura?
poco movimento fisico aerobico?
stress?
sinusite cronica?
per la diminuzione di p-proteina s mi consigliate sospensione pillola?
vi ringrazio anticipatamente per le vostre risposte.
Alessandra Costantini
[#1] dopo  
Dr. Giovanni Testa
20% attività
0% attualità
0% socialità
()
Rank MI+ 20
Iscritto dal 2004
Ciao,
prima di sospendere la pillola le consiglio di effettuare almeno un'ecografia addome inferiore ed una visita dal medico curante o ginecologo. I flussi adesso come sono? Prima di parlare di sinusite, ecc. ecc. bisogna esserne sicuri con indagini appropriate; inoltre sicuramente è presente una componente ansiosa, che va combattuta con una attività fisica moderata e costante.Per adesso di più non posso dire. Per qualsiasi dubbio può scrivere a medicitalia oppure dgtesta@gmail.it.
Cordiali Saluti
[#2] dopo  
Utente 277XXX

Iscritto dal 2007
Salve.
La ringrazio innanzitutto per la sua risposta.
sono andata dal mio medico curante che però ogni volta sminuisce i miei sintomi e preoccupazioni. Parlando dei miei vari indolenzimenti mi ha detto che: il dolore agli arti e alla schiena è dovuto sia ad una posizione scorretta e di routine davanti al pc o sui libri sia al poco esercizio fisico e mi consigliava di applicarmi nella ginnastica posturale; mi indicava che i dolori alla fronte sono sinusite, ma non mi ha dato una cura specifica...inoltre egli ha dato un nome ai miei vari dolori alla testa: nevralgia.
Mi ha detto che quando ho qualche dolore di prendere semplicemente una pastiglia di tachipirina.
Ma è sufficiente come cura?
Ho preso contatto con la mia ginecologa che mi ha detto che essendo passato un anno, comunque avrei dovuto interrompere la cura con yasmin.

Inoltre mi capita che alla fine di ogni pasto mi senta affaticata quasi come se avessi impiegato chissà quale sforzo nel mangiare, con le sembianze di un crollo psicofisico, e che si generi aria nello stomaco che mi provoca inoltre forte disagio specialmente in pubblico.
Ma la stanchezza si ripropone molto spesso nell’arco della giornata.
Anche al mattino sembra che mi svegli affaticata come se il sonno non portasse sollievo.
Inoltre mentre sono a lezione in università mi sembra di avere a volte problemi a mettere a fuoco, passando lo sguardo dal foglio verso il professore e viceversa, mi pare che l’occhio si affatichi a mettere a fuoco o che comunque impieghi più tempo nel farlo.

Ho sentito parlare di fibromialgia, e leggendone i sintomi rientro in molti di essi, chiedendo al medico mi ha detto che potrei fare una visita reumatologica ma non i vari esami di laboratorio.

Però non mi ha spiegato in cosa consista effettivamente questa malattia.

Cosa potrei quindi fare per questo stato di malessere?
Esami del sangue? Visite specialistiche?

Aspetto una vostra risposta.