Utente 132XXX
Salve a tutti, vorrei togliermi un dubbio:
Da circa 10gg sto assumendo serenoa repens per cura iperplasia prostatica. Ora avendo un problema di colesterolo alto (330 totale 240 ldl 270 trigliceridi) tramite il consulto di un medico specialista ho iniziato un percorso di dieta e controlli analitici. Volevo sapere questo: visto che uno dei composti principali della suddetta pianta è il beta sitosterolo simile al colesterolo posso continuare ad assumerla o rischio di "falsare" le analisi quando andrò a ricontrollare il colesterolo?
ANNI 40
PESO 85
ALTEZZA 1,76

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Mario Manunta
28% attività
4% attualità
16% socialità
PALERMO (PA)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2003
Prenota una visita specialistica
Gentile Signore, non sono riportate in letteratura interferenze con serenoa repens, quindi non mi preoccuperei in tal senso; lo farei invece per un assetto lipidico così lontano dal target. Valori del genere suggerirebbero una dislipidemia familiare. Qualcun'altro nella sua famiglia ha problemi analoghi? Le suggerisco di farsi valutare dal suo medico per intraprendere una terapia farmacologica con statine, in quanto una semplice dieta non basterebbe allo scopo.
Cordialmente