Utente 223XXX
Gentili Dottori,

ho 40 anni e non sono sposato, in seguito a dei dolori al testicolo sx che a periodo ritornano, ho fatto degli esami e mi e' stato riscontrato un varicocele sx di 3° grado e poi 2 cisti una a sx di circa 7 mm e l'altra a dx di circa 4 mm tutti gli altri esami sono nella norma compreso spermio gramma

volevo informarvi che questi giorni mi sono ripresi i dolori al testicolo sinistro, e mi sono convinto che l'origine del dolore sia la ciste perche al tatto ho notato una pallina sul testicolo sx e il dolore parte proprio da li, il medico mi ha dato degli antifiammatori (sulidamor 100) la situazione sta migliorando.

Volevo un Vostro parere sul fatto che sia la ciste a scatenare questi disturbi e non il varicocele, e poi sto pensando di ricorrere all'asportazione chirurgica della ciste per risolvere definitivamente questi disturbi, Voi cosa ne pensate?

Cordiali saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giuseppe Quarto
44% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
le consiglio di completare il ciclo terapeutico fare un ecografia e poi se la sintomatologia persiste allora si puo' pensare all interventi
[#2] dopo  
Dr. Alessandro Valdiserri
24% attività
0% attualità
0% socialità
BOLOGNA (BO)
Rank MI+ 24
Iscritto dal 2002
Gentiler Utente,
concordo con quello che ha scritto il collega. Completi la cura, esegua una ecografia scrotale e poi eventualmente se la sintomatologia persiste prenda in considerazione l'intervento chirurgico.
Cordiali saluti.
Dott. Alessandro Valdiserri
[#3] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
a mio parere è da escludere che la causa della sintomatologia dolorosa possa essere una microcisti della testa dell'epididimo, del diametro di 7 millimetri. Parlare di intervento chirurgico per rimuoverla è davvero fantascienza, oltre che inutile e pericoloso..
Potrebbe concomitare una banale flogosi dell'epididimo...come giustamente ha pensato il Collega che La sta seguendo.
Affettuosi saluti.
Prof. Giovanni MARTINO
[#4] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
a mio parere è da escludere che la causa della sintomatologia dolorosa possa essere una microcisti della testa dell'epididimo, del diametro di 7 millimetri. Parlare di intervento chirurgico per rimuoverla è davvero fantascienza, oltre che inutile e pericoloso..
Potrebbe concomitare una banale flogosi dell'epididimo...come giustamente ha pensato il Collega che La sta seguendo.
Affettuosi saluti.
Prof. Giovanni MARTINO
[#5] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
a mio parere è da escludere che la causa della sintomatologia dolorosa possa essere una microcisti della testa dell'epididimo, del diametro di 7 millimetri. Parlare di intervento chirurgico per rimuoverla è davvero fantascienza, oltre che inutile e pericoloso..
Potrebbe concomitare una banale flogosi dell'epididimo...come giustamente ha pensato il Collega che La sta seguendo.
Affettuosi saluti.
Prof. Giovanni MARTINO
[#6] dopo  
Utente 223XXX

Iscritto dal 2006
Gentili Dottori, vi ringrazio per le cortesi risposte, vi confermo che dopo una settimana di antinfiammatori (nimesulide) la cosa e' migliorata parecchio e la pallina (ciste?) la sentivo rimpicciolita, ma da qualche giorno comincio di nuovo a sentire fastidi, il problema e' che come dice il Prof. Martino potrebbe trattarsi di una semplice flogosi dell'epididimo come gia mi hanno diagnosticato, di conseguenza dovrei ricorrere sempre all'antinfiammatorio per sistemare le cose, ma a discapito dello stomaco e del fegato che mal tollerano queste cure, ecco perche ho pensato che con l'intervento la cosa si possa risolvere definitivamente.
Nell'arco di un'anno circa questa infiammazione si e' presentata gia cinque volte, sono veramente esausto questo fastidio ti fa vivere male ho anche sospeso la palestra perche non mi sento a mio agio.
Volevo chiedere al Prof. Martino perche secondo lei i fastidi non possono dipendere dalla ciste? quella pallina che sento al tatto grande come un chicco di pepe secondo lei e' la ciste o che altro? Le ribadisco che proprio quando cominciano i fastidi nel tastare quella pallina che si ingrandisce anche se di poco(questo potrebbe essere lo stato infiammatorio della stessa?) io da li sento l'epicentro di tutti i dolori...che altro fare?
Cordiali saluti.