Utente 122XXX
Egregi dottori ,sono qui per esporvi quello che io credo essere un mio problema.
Ho 20 anni e non ho ancora fatto lo sviluppo in maniera ottimale in quanto sono molto alto (quasi un metro e novanta) ma non mi è cresciuto nemmeno un pelo in faccia e sull'addome e da un anno stanno spuntando i primi sugli arti.
Ma quello che mi preoccupa di più è il pene.
Non è una di quelle solite preoccupazioni-paranoie dei miei coetanei,poichè il mio pene,così come i testicoli, sembrano non essere proprio sviluppati in quanto a dimensioni,ovvero sembrano essere rimasti quello di un ragazzino,(volendo fare una stima in cifra potrei dire 3-4 cm in stato flaccido e 9-10 in erezione).
Secondo il vostro esperto parere si può trattare di uno sviluppo "anomalo" generale del mio corpo,se mi concedete di chiamarlo così,o di semplici dimensioni ridotte del pene?
Vi ringrazio in anticipo per la vostra risposta il vostro è un servizio davvero utile e professionale e mi scuso in anticipo se non mi sono espresso nella maniera più adeguata possibile.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giulio Biagiotti
48% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
salve.
dovrebbe farsi vedere da uno specialista . solo così potrà avere conferme o smentite ai suoi dubbi.le variabili del problema sono parecchie e non può essere affrontato in questa sede.
cordialmente
[#2] dopo  
Utente 122XXX

Iscritto dal 2009
Grazie mille per il parere.
Secondo lei a che tipo di specialista potrei rivolgermi?
Inoltre sa per caso se fanno questo tipo di visite negli ospedali?
Cordiali saluti
Marco
[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore ,

lo specialista di riferimento in questi casi è l'andrologo.

Numerosi Ospedali, soprattutto se hanno una Divisione di Urologia, hanno al loro interno un'Unità di Andrologia con relativo specialista.

Un cordiale saluto.