Utente 132XXX
Ho avuto un trauma l'11 luglio 2009 e mi è stata dignosticata una rottura della epifisi distale del radio e rottura del legamento scafo lunato.Sono stato operato due settimane dopo per la ricostruzione chirurgica a cielo aperto del legamento con inserzione di fili di Kirschner.A tre mesi dall'intervento ci si è accorti che l'operazione non ha dato esito favorevole e persiste la lesione del legamento scafo lunato.Volevo chiedere se è ancora possibile intervenire in acuto e se è possibile effettuare l'intervento in artroscopia in quanto ho letto che da ottimi risultati solo nei primi tre mesi in acuto.Grazie per la vostra attenzione, aspetto risposte.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Michele Milano
48% attività
4% attualità
20% socialità
MONCALIERI (TO)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Gentile utente, ricostruire il legamento scafolunato è estremamente difficile, ed inoltre (ma questo è un mio parere personale) credo che nella maggior parte dei casi la sutura si rompa presto.
Quello che è fondamentale è invece posizionare in corretta posizione lo scafoide ed il semilunare. La cicatrice che ne deriverà può sicuramente sostituire l'azione del legamento scafolunato.
Se, come penso, nel suo caso permane l'instabilità del semilunare esiste la possibilità di riposizionare il semilunare nella sua posizione con varie tecniche. Ovviamente dovrà esser il chirurgo della mano a cui far riferimento che le dirà qual è la tecnica a lei più congeniale e se le sue strutture ossee possono consentire l'intervento (vi è una necrosi del carpo?).
Spero di esserle stato di aiuto
[#2] dopo  
Utente 132XXX

Iscritto dal 2009
mi è stato consigliato un intervento di innesto tendine osso.Ritiene che sia un intervento che ha buone probabilità di riuscita?sia per quanto riguarda la mobilità sia la forza?il tendine forzato in quella posizione non creerebbe nessun problema?
[#3] dopo  
Dr. Michele Milano
48% attività
4% attualità
20% socialità
MONCALIERI (TO)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Alla prima domanda rispondo ...si, è una opzione terapeutica.
Non dovrebbe avere problemi di motilità nè di forza.
In quella posizione il tendine non dovrebbe crearli particolari problemi.

Cordialmente