Utente 108XXX
Salve,
farò un breve excursus prima di arrivare alla domanda vera e propria.
Nell'ultimo anno e mezzo ho avuto diversi episodi di infezioni vulvovaginali, alcune batteriche, alcune di candida con recidive: l'ultimo episodio di candida è stato risolto 6 mesi fa (test negativo) e da allora non ho avuto più fastidi.
Da qualche giorno però avverto il prurito che conosco bene, e le secrezioni troppo abbondanti e dense, che sto tenendo a bada con accurati lavaggi interni con saugella attiva, che però mi da solo un po' di sollievo e fa diminuire le secrezioni.

Devo dire che ho le tonsille in cattivo stato: non abbastanza da essere asportate (dato il pericolo alla mia età, e dato che non sono state ritenute in pessime condizioni) ma abbastanza da darmi problemi.
L'inverno scorso ho avuto placche (e l'antibiotico mi risvegliava la candida), febbricola quasi quotidiana e mal di gola perenne.
Mi era stata prescritta una lunga cura di iniezioni di Penicillina (che mi ha risvegliato la candida) per curare le tonsille ed eventualmente valutare di asportarle, ma ho dovuto sospenderla dopo la prima iniezione perchè mi ha dato reazione allergica.
Altre allergie non ne ho, così dicono le analisi, anche se ho diversi fastidi tipicamente allergici riconosciuti anche dall'otorino.
Il mio stato di salute generale, a parte tutto questo, è buono, a giudicare anche dagli esami del sangue.
Scrivo perchè con l'avvento della stagione più fresca si sono risvegliati sia il mal di gola con tutti i suoi annessi, che i pruriti vaginali, e mi domando: può esserci una relazione tra i due problemi?
Può esserci una cura che mi aiuti a livello del sistema immunitario?
Ho sentito parlare del tea tree oil, mi chiedevo se facesse al caso mio.
Odio gli antibiotici, e non amo nemmeno le lunghe cure per le infezioni ginecolgiche (per bocca, ovuli, lavande, che mi danno forti bruciori e secchezza prolungata).
Sono demoralizzata perchè temo di passare un'altro inverno a curare un problema dopo l'altro con effetto yo yo.
Spero di aver inserito questa richiesta nella giusta specialità, e vi ringrazio anticipatamente.
[#1] dopo  
79426

Cancellato nel 2010
Gentile utente, i suoi sono tutti sintomi riconducibili ad uno squilibrio del sistema immunitario che favorisce l'insorgere di infezioni ricorrenti e di stintomi allergici. E' sempre tutto collegato, l'uomo non è una macchina fatta di varie parti separate ma un tutt'uno indivisibile in cui le parti comunicano e interagiscono con le altre di continuo.
L'omeopatia offre ottime possibilità di rimettere a posto questo squilibrio immunitario con cure che però devono essere sempre individualizzate sulla "persona" in toto e non sul singolo sintomo/disturbo.
Il tea tree oil può aiutare ma non credo sia sufficiente nel suo caso. Per la candida sono anche ottimi i lavaggi con bicarbonato di sodio.

Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 108XXX

Iscritto dal 2009
Salve,
immagino sia meglio fare una visita da un'omeopata che mi prescriva una cura specifica, ma speravo di poter provare con il tea tree oil da sola.

Riguardo le lavande con il bicarbonato: avevo sentito che potessero essere utili, ma poi ho trovato moltissimi articoli dettagliati che lo sconsigliano perchè favorisce l'ambiente di crescita delle ife fungine della candida, mentre invece lo yogurt favorirebbe la flora batterica vaginale.

Il polline delle api può aiutare il mio sistema immunitario?

La ringrazio della rapidissima risposta,
se la situazione dovesse rivelarsi insopportabile mi rivolverò ad uno specialista.
Saluti

[#3] dopo  
79426

Cancellato nel 2010
Gentile utente, tutti i rimedi che cita possono essere utili ma non sempre ciò che fa bene ad una persona farà del bene anche ad un'altra, anche se si usa una sostanza naturale. Siamo tutti diversi e le cure dovrebbero sempre essere invidualizzate. Vedo che lei è già abbastanza informata sulle strategie nutrizionali o erboristiche e per quelle non c'è bisogno di un consulto medico. Qui si possono solo fornire indicazioni medicihe generiche e indirizzare alla metodica o allo specialista più appropriati. Come le ho già scritto ritengo che l'omeopatia le darebbe dei grandi benefici mentre queste sostanze che mi cita non credo o almeno non in maniera sufficiente a farla guarire e a risolvere il suo problema.

Cordiali saluti