Utente 132XXX
Buongiorno,
mi chiamo daniela, ho 29 anni, e 11 anni fa ho subito un incidente stradale, stavo attraverso a piedi una strada per recarmi a scuola e sono stata investita da uno scooter che mi "fatto volare in aria", sono stata portata in ospedale con perdita di coscienza, forte traumacranico, febbre e nausea, l'impatto è stato su tutto il fianco sx del corpo e botta dietro l'orecchio sx, mi si è gonfiata quella parte, mi hanno fatte lastre alla schiena ma non al bacino anche se mi ha preso per il fianco, e lastre frontali davanti e dietro del cranio ma non con la bocca aperta. Dopo 2 anni dall'incidente ho fatto una panoramica dentale e il mio dentista mi ha comunicato di avere il condilo mandibolare lesionato che ormai non era più recuperabile in quanto passato troppo tempo, mi ha invece consigliato di mettere un bite, ma ho problemi di allergie di vario tipo ed ho provato ad evitare qs cosa, ora sono mesi che ho un dolore continuo, non solo a parlare anche a rimanere ferma. Ho fatto un'altra panoramica, dovrei fare un altro esame per vedere meglio qs lesione?, cosa potrei fare? potrei alleviare almeno qs dolore? dato che da quell'incidente ho problemi non indifferenti, mal di testa costanti e molto forti, mal di schiena, nervo sciatico che mi duole... Grazie delle vs risposte.

daniela

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Marco Finotti
44% attività
8% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
bite e allergie non esiste correlazione
al suo posto andrei per una visita da un medico chirurgo odontoiatra esperto in gnatologia che valuterà sia clinicamente che eventualmente con esami da richiedere la sua situazione consigliandole le terapie adeguate
cordiali saluti
[#2] dopo  
Dr. Alessandro Cappelli
44% attività
0% attualità
20% socialità
AMANDOLA (FM)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2009
dovrei fare un altro esame per vedere meglio qs lesione?,
SI POTREBBE FARE UNA RISONANZA MA SOLO SE CONSIGLIATA DALLO GNATOLOGO
cosa potrei fare? potrei alleviare almeno qs dolore?
POTREBBE TROVARE GIOVAMENTO CON L'USO DI UN BITE SEMPRE STUDIATO E REALIZZATO DALLO SPECIALISTA IN QUESTIONE
dato che da quell'incidente ho problemi non indifferenti, mal di testa costanti e molto forti, mal di schiena, nervo sciatico che mi duole...
IDEM
saluti
[#3] dopo  
Utente 132XXX

Iscritto dal 2009
Buongiorno,
ho avuto l'esito della RMN art.temporo mandibilare, fatta sia al dx che al sx (il sx è quello dove ho avuto il trauma 11 anni fa), qs è l'esito togliendo le parti normali: a dx il con.mandibolare è lievemente appiattito e disformico, senza comunque alterazioni di segnale. Il menisco di interposizione è lievemente disomogeneo in corrispondenza della sua porzione posteriore, ma normalmente posizionato. A sx il con.mandibolare è lievemente appiattito e disformico, senza comunque alterazioni di segnale. Lo spazio articolare appare asimmetrico, lievemente slargato anteriormente. Il menisco di interposizione appare disomogeneo, in particolare a livello della porzione posteriore. Il movimento di escursione anteriore del condilo mandibolare, nel movimento di apertura della bocca, appare nettamente ridotto, seppur sincrono con quella del menisco di interposizione. Scusate se vi disturbo ancora ma mercoledì pomeriggio ho una visita privata da un chirurgo maxillo-facciale, e se possibile vorrei il vs parere da esperti per aver un'idea di quello che mi può aspettare, o se è possibile fare ancora qualcosa. Grazie ancora, Daniela.
[#4] dopo  
Dr. Andrea Gizdulich
24% attività
0% attualità
12% socialità
FIRENZE (FI)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2007
Inanto mi pare che non ci siano problemi di fratture conseguenti al trauma. Sono però documentati molto spesso fenomeni di degenerazione artrosica dei tessuti e ricutizzazioni anche a distanza di molti anni dal trauma.
A questo punto la domanda da porsi è se esiste una correlazione con la cefalea o se il problema rimane limitato alle articolazioni colpite anche nella porzione discale.
Concordo che sia necessaria la visita da un gnatologo per valutare possibili recuperi funzionali delle articolazioni e correlazioni con dolori di origine muscolare.