Utente 124XXX
Salve dottore sono un ragazzo di 23 anni.
Le scrivo per domandarle una cosa mai sentita prima: lo scorso mese ho eseguito un elettrocardiogramma ed ecocardio perchè presentavo in alcuni momenti degli episodi di tachicardia. Accertato che la mia tachicardia è per fortuna legata ad uno stato ansioso, il cardiologo rassicurandomi ovviamente mi avrebbe anche detto che il mio cuore presenta una marcata deviazione assiale sinistra (-30°) e che inoltre presenta delle "pareti interne e/o esterne elastiche insomma non rigide e spesse". Le voglio domandare se prima di tutto mi devo preocuppare, secondo se da un momento all'altro posso essere colpito da un attacco di cuore visto la sua struttura forse "debole" di natura, terzo se posso comunque svolgere tutte le mie attività quotidiane comprese quelle sportive senza problemi e quarto cosa comporta avere questa struttura cardiaca più in là con l'età (vengono prima gli infarti, etc...)
p.s. non fumo, non bevo alcolici e il colesterolo rientra nei normali valori.
grazie mille

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente,
è molto probabile che la descrizione, un pò fantasiosa a dire il vero, del suo ecocardiogramma sia del tutto dela norma, per cui a dire il vero non vi darei eccessivo peso. Circa la deviazione assiale sin., essa si riscontra in casi di particolari conformazioni anatomiche del torace, o in particolari posizioni che assume il cuore all'interno del torace, ma comunque in un soggetto asintomatico per dispnea e angor, perde di particolare significato clinico.
Saluti
[#2] dopo  
Utente 124XXX

Iscritto dal 2009
benissimo-la ringrazio per la precisa e tempestiva risposta dottore.
Ma ora mi deve spiegare cosa è la dispnea e angor.

grazie e saluti
[#3] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Per dispnea si intende in senso lato qualsiasi difficoltà respiratoria, per angor il dolore cardiaco classico, costrittivo generalmente, nella regione mammaria sinistra.
Saluti
[#4] dopo  
Utente 124XXX

Iscritto dal 2009
Qualche volta ho come un senso di richiamo d'aria, diciamo è come se dovessi fare un bel respiro profondo. Forse questa dispnea è di derivazione ansiosa?

Per l'angor io le posso solo dire che da giugno di quest'anno convivo con delle fastidiosissime fitte intercostali sx (regione mammaria) nonchè uno spiacevole bruciore retrosternale.
Allora escludendo cause cardiache tramite elettrocardiogramma (1 a giugno ed 1 a settembre), le posso solo dire che il mio medico ha pensato bene di farmi eseguire una rx della colonna cervicale, una rx del torace e una rx della colonna toracica (dorsale). Da qui riporto quanto sotto:
Non apprezzabili lesioni pleuroparenchimali con carattere di attività; piccola pinzettatura pleuro-diaframmatica sin.; lieve scoliosi dorso-lombare; riduzione della fisiologica lordosi cervicale.

Invece per il bruciore retrosternale molto probabilmente la causa è da ritrovare nel reflusso gastroesofageo, per il quale ho iniziato una cura.
Lei dottore cosa ne pensa? Se le fitte intercostali ed il bruciore retrosternale erano qualcosa di più importante, doveva emergere dall'ECG oppure dalle RX un campanello d'allarme?

grazie
[#5] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Ritengo che l'iter diagnostico del collega che la segue è più che giusto, per eventuali dubbi si affidi allo stesso.
On line è difficile darle dei pareri senza conoscere bene il caso.
Saluti