Utente 119XXX
salve dott.
diversi anni fa ho avuto un ulcera genitale e lo specialista al quale mi sono recato non e riuscito a vederla perche in attesa della visita e scomparsa,il quale non mi ha nemmeno consiliato di fare dei test.
dopo qualche anno ho cominciato ad avere disturbi di salute mal di testa costante difficolta di concentrazione, dolori spesso al cuore dolore alle ossa mi si e presentata una tumefazione ossea clavicola (ipotesi osteoma)ecc. puntini rosso vivo alle gambe; e decisi di fare test vari e esami completi del sangue.
Emocromo nella norma
VES 2
PCR NELLA NORMA
MARCATORI TUMORALI NELLA NORMA
ORGANI NELLA NORMA
URINE E URINOCOLTURA NELLA NORMA
HIV NEGATIVO
VDRL NEGATIVO
TPHA NEGATIVO
FTA-ABS NEGATIVO
RMN ENCEFALO NELLA NORMA.
OGGI HO DEI DUBBI perche leggendo altre situazioni di lue casi anche a medicitalia, ho notato che chi ha avuto la lue ha avuto gli stessi sintomi che avverto io come il caso di neurolue che ho letto senso di peso alla testa dolore costante,dolore al cuore astenia fischi nelle orecchie ecc.
oltre a questo delle volte ho effettuato delle terapie antibiotiche per altre ragioni penicillina per infezione gola ecc.e ho notato che i disturbi si attenuavano.
ho posto il quesito al dottore di famiglia che mi ha detto che è raro che con sifilide avanzata o neurolue i test danno negativi,però non mi ha detto al 100%.
ho letto che è una malattia complessa,imitatrice.
chiedo a voi esperti un consilio,e se sia il caso di poter fare una terapia mirata alla lue oppure?
ho letto anche casi che i test in fase avanzate alternavano.
la cosa veramente che mi preoccupa di più e che con gli antibiotici i sintomi vanno quasi via. con diaminocillina e rocefin
datemi un consilio vi prego
vorrei provare una terapia antibiotica che agisce anche al liquor è possibile farla o con l'incertezza diagnostica non si può?
se il mio dubbio è fondato da diversi fattori cosa potrei fare per diagnosi piu esatta.
i test sono affidabili in qualsiasi laboratorio privato?
vi ringrazio e chiedo cortesemente di rispondermi a tutti i quesiti.
grazie grazie.
dimenticavo che dopo aver visto le ulcere da sifilide su libri medici ho visto che era simile a quella comparsa a me.
aiutatemi.
[#1] dopo  
Dr. Roberto Chiavaroli
32% attività
4% attualità
16% socialità
LECCE (LE)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2009
Buona sera,
tutti i suoi test sono negativi compresi gi anticorpi anti FTA ABS praticamente infallibili tranne in casi trattati precocemente con peniciliina (e non qualsiasi antibiotico).
La neuro lue è una diagnosi anche clinica per cui non può che essere effettuata con una visita infettivologica ed eventualmente confermata da un prelievo del liquor.
In ogni caso dal sifiloma ( infezione iniziale) generalmente trascorrono molti anni ( anche venti o trenta).
Le lesioni dei genitali che lei descrive potrebbero essere provocate anche da Herpes.
Le consiglio in ogni caso di contattare le Malattie Infettive dell'Ospedale Clinicizzato di Chieti.

Cordiali Saluti
[#2] dopo  
119473

dal 2010
Grazie dottore per la risposta ma le chiedo visto che i test sono negativi cosa devo porre al centro infettivo? Poi l ultima domanda,un fta-abs su liquor negativo esclude al 100% la neurolue o ci serve altro? La ringrazio
[#3] dopo  
Dr. Roberto Chiavaroli
32% attività
4% attualità
16% socialità
LECCE (LE)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2009
Si, un esame sul liquor escluderebbe una neurolue.
In ogni caso è sufficiente prenotare una visita infettivologica con impegnativa per "sospetta lue" ed esibire gli esami che ha effettuato.

Cordiali Saluti
[#4] dopo  
119473

dal 2010
gentile dottore,
ho effettuato gia una visita infettivologa a un dottore di Chieti e dopo che hanno visto il VDRL, TPHA, E FTA-abs negativi hanno preso tutto alla leggera DICENDOMI che la lue non c'è,e non credono alle risposte di quando assumo penicillina(che i sintomi si allieviano).
poi con mia insistenza ho voluto effettuare l'esame del liquor e hanno effettuato solo il FTA-abs su liquor con esito negativo.
è vero i test danno negativo però i sintomi di malessere continuano. e spesso la temperatura corporea si ferma a 37.4 spece se non assumo penicillina.
dottore io credo davvero che potrebbe trattarsi di lue da 10 anni circa, ma nessun medico vuole approfondire,
ho delle risposte evidentissime alla penicillina.
dottore mi dica lei cosa posso fare?
ho chiesto anche di tentare con terapia antibiotica per neurolue per vedere se realmente è cosi, ma mi rispondono NO.
dottore,le dico che i dolori e malesseri sono di certa intensità da dover abbandonare il lavoro da più di un anno e ho una famiglia.
comunque la ringrazio di cuore.
se vuole aiutarmi io accetto.
grazie grazie
[#5] dopo  
Dr. Roberto Chiavaroli
32% attività
4% attualità
16% socialità
LECCE (LE)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2009
Buon giorno,
da quello che mi dice si può senz'altro escludere una Lue.
Tuttavia, se i sintomi persistono, è consigliato ripetere una visita infettivologica con indicazione "febbricola di ndd".
Esistono molte altre patologie che possono provocare disturbi simili.
Nel caso può contattare le Malattie Infettive dell'ospedale di Pescara.

Cordiali Saluti
[#6] dopo  
119473

dal 2010
Grazie
[#7] dopo  
119473

dal 2010
salve dottore,
scusa se la disturbo ancora,le voglio chiedere visto che lei afferma, che visto i test fta-abs negativi,che non c'e sifilide pero visto che io sostengo con quasi certezza che i disturbi di salute che ho sono dovuti all'infezione sessuale avuta circa 10 anni fa: se casomai 10 anni fa ho contratto la gonorrea e non lo mai curata,come ho letto su internet,diventa malattia sistemica,potrebbe causare dolori ossei migranti,disturbi intestinali,dolori muscolarie toracici,tutti i sintomi che mi si manifestano?
se ho dei dubbi in questo e visto che sono passati 10 anni quali sono gli analisi che dovrei fare?
ho chiesto al mio medico di famiglia e mi dice di fare il tampone,ma se fosse non è più locale.
si puo fare qualche test sul sangue?
se si quali?
potrebbe essere questo il problema,visto anche che quando ho fatto qualche diaminocillina i sintomi si attenuano.
dottore che analisi mi consiliate?
una gonorrea non trattata potrebbe portare alla morte?
la ringrazio anticipatamente e spero che risponda a tutti i miei quesiti.
GRAZIE
[#8] dopo  
Dr. Roberto Chiavaroli
32% attività
4% attualità
16% socialità
LECCE (LE)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2009
Gentile utente,
un errore che molti utenti di medicitalia fanno è quello di "farsi una diagnosi" e cercare conferma nei consulti.
In realtà lei ha già deciso che i suoi sintomi sono collegati a quell'ulcera genitale che ha osservato 10 anni fa ed ha deciso la diagnosi (non più LUE ma blenorragia).
La blenorragia è una malattia che può dare anche complicanze mortali se non trattata(endocarditi)ma in questo caso sarebbe morto già da molti anni.
L'ulcera dei genitali non è peraltro una manifestazione della blenorragia che si manifesta invece con disturbi ad urinare (uretriti) o fuoriuscita di materiale organico (pus) dai genitali. Molte altre sono le infezioni o anche i traumi che possono provocare un'ulcera genitale cosi' come molte sono le condizioni che possono provocare quei disturbi vaghi che riferisce. La medicina è una scienza complessa. Le consiglio una visita specialistica senza cercare di farsi una diagnosi da se'.

Un Cordiale Saluto
[#9] dopo  
119473

dal 2010
buon giorno dottore,
la ringrazio per le sue attenzioni,le chiedo l ultima cosa:
come le ho detto penso che i miei disturbi sono dovuti al passato, e 2 volte al mese per un po ho effettuato penicillina benzatina notando migliorie.
il problema e che non sono un dottore in medicina quindi non so e nessun medico mi ha detto se le devi fare falle così con questa posologia che se ci fosse qualcosa lo eliminasse. visto che io per mia tranquillità vorrei fare una terapia giusta antibiotica mirato soprattutto alle infezioni sessuali,anche per notare se i sintomi scompaiono.
pero non so se è meglio la penicillina benzatina o o il bassado!
le chiedo a titolo informativo lei alla mia scelta che mi consiglierebbe
la penicillina Ben. se si in che modo ecc.
o il bassado posologia e dosi tempo.
le ripeto chiedo solo come consilio.
io sono propenso per il bassado 2 volte al di per 15 gg lei che ne pensa?
la ringrazio.
buona giornata e che dio la BENEDICA
[#10] dopo  
Dr. Roberto Chiavaroli
32% attività
4% attualità
16% socialità
LECCE (LE)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2009
Mi dispiace,
non posso consigliarle una terapia via internet e senza una diagnosi precisa perchè sareebbe contro lo spirito di MEDICITALIA che non può in nessun caso sostituirsi al medico di base o allo specialista.
La invito a porgere questa domanda durante una visita clinica.

Cordiali Saluti
[#11] dopo  
119473

dal 2010
Grazie.
dottore un ultima domanda:
un tpha e un fta-abs su sangue negativo esclude al 100% una sifilide in atto e il qualunque fase essa si trovi?
perchè leggendo da non competente ho visto che nelle fasi avanzatissime i test si possono negativizzare da soli, è vero o ho capito male?
lei ha detto che una neurolue si vede con l'esame del liquor ma in caso positivo il sangue anchesso è positivo o no?
oltre al tpha e fta-abs ci sono altri test più sicuri?
una volta ho letto che si effettuava il test di nelson e mayer che oggi non fanno piu nelle mie parti è più sicuro?
la ringrazio infinitivamente
[#12] dopo  
Dr. Roberto Chiavaroli
32% attività
4% attualità
16% socialità
LECCE (LE)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2009
Gentile Utente,
il test FTA ABS è il più sensibile in assoluto e non è inferiore al test di Nelson che peraltro non è più usato.
Solo in casi molto avanzati può risultare negativo (come nella Neurolue). In questi casi l'esame diretto sul liquor è il metodo più sicuro per accertare la malattia.

Cordiali Saluti
[#13] dopo  
119473

dal 2010
la ringrazio per la risposta,
quando ho fatto l esame del liquor mi hanno fatto solo Fta-abs e esame chimico-fisico e non la VDRL e leggendo su internet varie volte ho letto che su liquor si fa la VDRL.
in un liquor cosa si dovrebbe vedere per essere sicuri che non esiste neurolue con sicurezza al 100%.
poi non riesco a capire perche a volte leggo che i test treponemici rimarrebbero positivi a vita in caso di sifilide non curata o trattata in ritardo e a volte ho letto che in rari casi in lue avanzata si possono negativizzare da soli nella lue avanzata.
nel forte dubbio che ho cosa potrei fare?
lei mi dice che devo fare altre visite ma quando le faccio vedono che fta_abs negativo e mi fanno andare senza ascoltare i miei dubbi.
dubbio su dubbio chiedo i medici non potrebbero trattare la presunta neurolue fidandosi della mia storia,non capisco cosa succede se faccio penicillina acquosa per 15 gg anche se non ci fosse nulla cosa succederebbe? e un antibiotico!!!! grazie infinite
[#14] dopo  
Dr. Roberto Chiavaroli
32% attività
4% attualità
16% socialità
LECCE (LE)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2009
Gentile utente,
pensavo che l'incubo della neurolue fosse passato...
La neurolue è un'infezione che si manifesta con alterazioni del liquor e midollo spinale ( meningite) o dell'encefalo ( encefalite).
Nel suo caso non esistono alterazioni del liquor ( liquor nella norma) ne' dell'encefalo ( RMN negativa). E' stato eseguito un test sul liquor ( FTA ABS) che è di gran lunga più specifico ( perchè dimostra diettamente l'antigene) della VDRL che è un test che può dare spesso esito negativo ( test indiretto). In ogni caso la normalità del liquor esclude qualunque infezione delle meningi non solo la LUE. Per di più i sintomi che lei riferisce sono assolutamente generici e collegabili a qualunque stato di malessere. Più di un medico le ha escluso una neurolue dopo esame clinico.
Per quale motivo pensa di essere in grado di fare una diagnosi più precisa di tutti questi specialisti?
Qual'è il medico che prescriverebbe una terapia su diagnosi eseguita da un paziente ?
Concludo dicendo che la penicillina è un farmaco genericamente efficace su moltissime infezioni (come il Rocefin). Nulla fa pensare ad una neurolue.

Il consulto è chiuso.
Se vuole può aprire un nuovo quesito.

cordiali Saluti
[#15] dopo  
119473

dal 2010
Grazie
[#16] dopo  
119473

dal 2010
gentilissimo dottor chiavaroli,
dopo il vostro consilio ho fatto degli esami dopo essermi recato di nuovo da uno spegialistagli esami che mi hanno fatto sono i seguenti:
-emocromocitometrico,bilancio parziale,indici aspecifici di flogosi(ves,p.c.r.,fibrinogemia)
-LDH
-funzionalità tiroidea
-anticorpi anti-tiroide
-protidogramma
-TAS
-sierologia per lue negativo
-borrelia burgdorferi negativo
-HIV negativo
-autoanticorpi non organospecifici
-ANCA
-anti-ENA
tutti risultati nella norma o negativi.
solo lievissima elevazione del REUMA-TEST

dottore rimane il fatto che i dolori e malesseri ecc. ecc. riemergono ogni qualvolta che passano 40-50 gg dopo l iniezione di penicillina benzatina.
mi dicono di nuovo che è impossibile ma è così.
cosa mi consilia?
la ringrazio anticipatamente