Utente 132XXX
Buonasera dottore,
avrei bisogno di un consiglio perchè non so davvero a chi rivolgermi.
Il 15 luglio di quest'anno sono andata dal mio medico con spasmi alla pancia,aria nello stomaco , febbre a 38 e mi è stato diagnosticato un virus intestinale.
Mi hanno sottoposto ad una cura di fermenti lattici 2 volte al gg,peridon 2 volte al gg e tachipirina.Mi è stato detto inoltre che se il tutto non fosse passato nel giro di qualche giorno avrei dovuto prendere l'antibiotico Klacid 250 due volte al giorno (unico antibiotico e dosaggio che posso assumere in quanto allergica alle penicillina betalattamici con la quale tempo fa ho avuto uno shoc anafilattico).
Ho dovuto seguire la cura x intero in quanto dopo una settimana la febbre era ancora a 37 e avevo ancora un pò di spasmi alla pancia.
X farla breve ero in vacanza, all'ospedale non mi hanno recato assistenza ,così sono passati 2 mesi nei quali non ho avuto + gli spasmi dopo 2 scatole di fermenti lattici, 1 scatola di peridon e 2 scatole di antibiotico ma la febbre a 37/ 37.3 ha continuato a persistere.
Rientrata a casa dalle ferie mi sono rivolta nuovamente al mio medico di base il quale mi ha consigliato di andare dall'otorino.
Dalla visita con l'otorino è risultato tutto nella norma così mi hanno indirizzata a fare degli esami del sangue di questo tipo:
Proteina C reattiva che è risultata 1.6 quando il limite massimo è tra 0.0-0.5
Ves che è risultato 34 quando il limite massimo è tra 2 -20
Emocromo 9.0 quando il limite massimo è tra 4.0-10.0
Leucociti 4.54 quando il limite massimo è tra 4.00-5.30
Eritrociti 13.3 quando il limite massimo è tra 12.0-16.0
Emoglobina 37.8 quando il limite massimo è tra 37.0-46.0
volume corpuscolare 83.3 quando il limite massimo è tra 82.0-97.0
MCH 29.4 quando il limite massimo è tra 27.0-33.0
MCHC 35.2 quando il limite massimo è tra 32.0-36.0
RDW 12.8 quando il limite massimo è tra 11.5-14.5
Piastrine 311 quando il limite massimo è tra 140-440
Neutrofili 76.3 quando il limite è 40.0 -70.0
Linfociti 17.4 quando il limite è 20.0- 50.0
Monociti 5.7 quando il limite massimo è tra 0.0-12.0
Eosinofili 0.2 quando il limite massimo è tra 0.0-4.5
Basofili 0.4 quando il limite massimo è tra 0.0-1.0
Eritrobl. Ortocrom 0.0-quando il limite massimo è tra 0.0-0.0
Neutrofili 6.8 quando il limite massimo è tra 1.6-7.0
Linfociti 1.6 quando il limite massimo è tra 0.8-5.0
Monociti 0.5 quando il limite massimo è tra 0.0-1.2
Eosinofili 0.0 quando il limite massimo è tra 0.00-0.45
Basofili 0.0 quando il limite massimo è tra 0.0-0.1
Ricerca anticorpi eterofili (monotest) negativa
Cytomegalovirus:anticorpi IgG assenti
Toxoplasma:anticorpi IgG assenti
titolo antistreptolisinico 62 quando il limite massimo è tra 0-175
Con questi sono ritornata dal mio medico che mi ha prescritto rx torace ed eco all'addome completo dai quali però è risultato tutto nella norma.
Volevo chiederle secondo lei cosa potrebbe essere e quali esami dovrei fare.
La ringrazio

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Flavio Borgomastro
28% attività
4% attualità
16% socialità
MOLFETTA (BA)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2009
Gentile utente,
parli nuovamente col suo medico curante circa questa problematica e gli riferisca se eventualmente presenta disturbi alla minzione.
Io da questa postazione telematica ho difficoltà senza poterla visitare nell'avanzare ulteriori ipotesi tuttavia posso dirle questo:
ha mai provato ad eseguire un esame delle urine con antibiogramma?spesso le infezioni delle vie urinarie si associano a disturbi gastrointestinali.Se eseguisse l'esame urine ,dovrà farlo ad almeno 7 giorni dalla somministrazione dell'ultima compressa di antibiotico
Distinti saluti
[#2] dopo  
Utente 132XXX

Iscritto dal 2009
La ringrazio dottore x la sua tempestiva risposta.
Il mio medico non mi ha fatto eseguire l'esame delle urine.
Terrò in considerazione quanto da lei detto.
Nel frattempo oggi ho fissato un appuntamento per una visita dal gastroenterologo.
Il mio medico di base tempo fa pensava ad una appendicite cronica ma il medico dell'ecografia all'addome mi ha detto che secondo lui non può essere.
Ma quali sintomi sono legati all'appendicite cronica?
ci sono esami x evidenziare se effettivamente può essere quella?
L'ultima volta che sono stata dal mio medico mi ha proposto anche gastroscopia e rettoscopia ma io ho un problema di nodulo alla tiroide e ragadi anali e, proprio per questi motivi, preferirei evitare .Non esistono altri accertamenti meno invasivi?
La ringrazio nuovamete per la sua disponibilità.
Cordiali saluti
[#3] dopo  
Dr. Flavio Borgomastro
28% attività
4% attualità
16% socialità
MOLFETTA (BA)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2009
gentile utente,
l 'ipotesi diagnostica del suo curante non è errata .La sintomatologia dell'appendicite cronica,ossia un'infiammazione cronica dell'appendice,è infatti caratterizzata da spasmi addominali con dolori tipo colica,meteorismo,alterazioni dell'alvo.
L'ecografia tuttavia serve un attimo a dirimere il dubbio.E se l'ecografista ha escluso io seguirei il suo parere.Anche se c'è da dire che in un' elevata percentuale di casi si eseguono appendicectomie che poi ,all'esame istologico,dimostrano appendici non patologiche,a dimostrazione di quanto possa essere subdola un 'appendicite,per di più cronica e non in fase di acuzie,dove il quadro sintomatologico appare sfumato.
Il mio parere è quello di eseguire dapprima la visita gastroenterologica e dopodichè eseguire indagini mirate che lo specialista le consiglierà.
L'esame urine che le ho consigliato serve solo per completare l'iter diagnistico.Una febbricola costante potrebbe anche esser correlata ad un'infezione delle vie urinarie.
Distinti saluti
[#4] dopo  
Utente 132XXX

Iscritto dal 2009
Volevo ringraziarla ancora x la sua disponibilità.
Seguirò i suoi consigli e lunedì andrò dal gastroenterologo.
Cordiali saluti
[#5] dopo  
Dr. Flavio Borgomastro
28% attività
4% attualità
16% socialità
MOLFETTA (BA)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2009
Si figuri.Sempre a sua disposizione per ogni eventuale chiarimento.Distinti saluti
[#6] dopo  
Utente 132XXX

Iscritto dal 2009
Buongiorno Dottore,
le riscrivo perchè non sono ancora riuscita a risolvere il mio problema.
La febbricola persiste ormai da quasi 4 mesi e ancora non siamo riusciti a risolvere nulla.
Ho fatto la visita dal gastroenterologo il quale, attraverso la palpazione dell'addome,ha escluso sia appendicite che problemi di stomaco.
Mi ha detto che non è il caso di fare rettoscopie e gastroscopie senza avere sintomi precisi (solo x andare a tentativi).
Mi ha proposto di ripetere le analisi e aggiungere gli esami x escludere celiachia e reumatismi nel sangue.
Dagli esiti si nota ves ancora a 34 quando i limiti sono tra 2- 20
proteina c reattiva 1.2 quando i limiti sono tra 0.0-0.5
reumatest nella norma e esami x celiachia tutti negativi.
Ho fatto anche una visita ginecologica e anche lì risulta tutto ok.
Non capisco da cosa dipenda questa febbricola...
e soprattutto non so + a chi rivolgermi perchè il mio medico di base sembra andare a tentativi e non ha la più pallida idea di cosa farmi fare(almeno questa è l'impressione che mi da).
Lei cosa mi consiglia di fare?
Ormai dopo rx al torace,ecografia addome completo,visita gastrenterologica,visita ginecologica,esami del sangue,esami per escludere celiachia e reumatismi nel sangue ..non so + cosa fare!
Secondo lei perchè sono alterati quei 2 valori?e perchè ho tutti i giorni febbricola a 37-37.3?a volte la febbricola c'è solo la sera,altre anche durante la giornata ed è fastidiosa xkè mi viene spesso mal di testa.
La ringrazio x la sua disponibilità
[#7] dopo  
Dr. Flavio Borgomastro
28% attività
4% attualità
16% socialità
MOLFETTA (BA)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2009
Gentile utente,
capisco la sua ansia in relazione alla febbricola.
Io ad un mio paziente in una situazione incerta come questa io proporrei di fare un ricovero di qualche giornon in maniera tale da eseguire tutte le indagini in ambiente ospedaliero.
Giusto per raccontarle un aneddoto,un paziente con un problema simile al suo risultava negativo ad ogni tipo di indagini.Ho chiesto di ripetere le analisi presso un altro laboratorio analisi ed è venuto fuori che i risultati precedenti erano falsi negativi!!!Cioè il laboratorio analisi aveva commesso degli errori!
Quindi io ripeterei comunque l'emocromo,CMV,Toxoplasma,EBV,HSV,e magari a questo punto anche malattie sessualmente trasmesse sempre che lei ritenga che abbia avuto rapporti a rischio.
Eseguirei anche un esame urine con eventuale urinocoltura.Magari controllerei la funzione tiroidea e l'assetto autoimmunitario.
Tuttavia servirebbero a questo punto una serie di esami per escludere ogni possibile causa di febbricola persistente e pertanto io ne giustificherei un ricovero di qualche giorno in un reparto di medicina interna sicchè da venir fuori con una diagnosi.
Che ne pensa?Dopo 4 mesi io agirei così.
I valori di VES e PCR indicano che vi è uno stato infiammatorio
[#8] dopo  
Utente 132XXX

Iscritto dal 2009
Grazie dottore,
seguirò sicuramente il suo consiglio ed eseguirò gli esami delle urine.
Per quanto riguarda la tiroide io tengo sempre sotto controllo i valori perchè ho un piccolo nodulo e tempo fa ho eseguito anche un ago aspirato.
attualmente ho il TSH a 4.21 quando i valori normali sono compresi tra 0.270-4.200
Ft3 nella norma e Ft4 nella norma.
Mi è stato detto dall'endocrinologo che il mio è un caso di ipotiroidismo.
Tra l'altro in questo ultimo prelievo il TSH si è abbassato ...prima era quasi 5
Gli esami credo siano attendibili visto che li ho fatti presso l'ospedale Niguarda di Milano ma come ha detto lei non si sa mai..magari hanno sbagliato!
Nel caso proverò nuovamente a ripeterli.
Terrò in considerazione la proposta di ricovero anche perchè arrivati a questo punto è la cosa migliore.
La ringrazio per la sua disponibilità.
Cordiali saluti
[#9] dopo  
Dr. Flavio Borgomastro
28% attività
4% attualità
16% socialità
MOLFETTA (BA)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2009
Si figuri,
mi aggiorni sull'esito delle indagini