Utente 124XXX
Buongiorno,
richiedo un consulto per un amicodi 28 anni che ha da breve notato, dopo essere tornato dal mare, una macchia chiara sulla gamba all'altezza del polpaccio. Ha chiesto un consulto alla sua dermatologa che ha detto si potrebbe trattare di vitiligine e gli ha consigliato di fare degli esami della tiroide temendo che il disturbo parta dalla tiroide stessa. Ha il timore che si possa trattare di qualcosa di grave ma la dottoressa non ha dato altre informazioni. C'è il rischio che si tratti di una patologia grave? o che si tratti di un tumore? Purtroppo le poche informazioni ricevute lo hanno spaventato.

Vi ringrazio per l'attenzione

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Giampiero Griselli
52% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Gent.le pz
ovviamente non abbiamo dati per esprimere una diagnosi, ma anche nella ipotesi di una vitiligine , direi che deve rassicurarsi.
Si fanno le ricerche degli autoanticorpi organo e non organo specifici perchè è descritta una associazione con alcune malattie autoimuni , anche a carico della tiroide, ma stia tranquillo che la cosa è del tutto poco frequente.
i faccia sapere.
Cordialità
[#2] dopo  
Dr. Luigi Mocci
40% attività
4% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
Allora,
anzitutto si dovrebbe capire che patologia è, poi si può decidere se è grave o meno. Il rischio che si tratti di vitiligine non è una diagnosi, è solo valutazione di una probabilità. La tiroide va sempre controllata in caso di vitiligine perchè, frequentemente, alla vitiligine si associano patologie tiroidee.
Non penso vi sia rischio di patologie neoplastiche, sempre che, ovvio, non vi fossero già da prima.
State tranquilli e seguite le terapie proposte .
A presto
Saluti

Mocci