Utente 454XXX
Gentili dottori, soffro da vari anni di extrasistoli, a fasi alterne nella mia vita, ed ho sempre fatto numerosi controlli. La settimana scorsa, dopo una ulteriore visita dovuta ad un aumento dei sintomi, molto frequente nel periodo autunnale, il cardiologo, avendo riscontrato durante l'ecg frequeni extrasistoli ventricolari e la peresenza di varie coppie, mi ha suggerito di ricoverarmi per appofondire il fenomeno...Durante questo ricovero, durato due giorni e mezzo, sono stat continuamente monitorata attraverso la telemetria, mi sono stati applicati l'holter cardiaco e quello pressorio, e sono stati eseguiti i vari esami del caso, quali prelievi di sangue, ecocolordoppler cardiaco e dei tronchi sovraortici, rx torace. La prova da sforzo la dovrò eseguire nei prossimi giorni. Tutto nella norma tranne un lieve prolasso della valvola mitralica e all'holter: RITMO SINUSALE DURANTE TUTTA LA REGISTRAZIONE. OCCASIONALI BESV. ELEVATISSIMO NUMERO DI BEV SINGOLI ED IN COPPIA. ASSENZA DI PAUSE SIGNIFICATIVE. ASSENZA DI SIGNIFICATIVE MODIFICHE DEL TRATTO ST-T.
La terapia consigliata è con il Bisoprololo 1,25 una cp al giorno. Vorrei un vostro parere a proposito, ma vorrei anche capire se esiste una possibile relazione tra l'aumento delle mie extra e il cambio di stagione, visto che i miei sintomi diventano particolarmente intensi nel periodo autunnale, per poi sfumare lentamente...Grazie.
PS. Ho 44 anni,non bevo alcolici nè caffè, non fumo, sono forse soltanto particolamente emotiva ed ansiosa.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Massimo Tidu
36% attività
12% attualità
16% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2008
Gentile utente:
Ci puo' essere una correlazione stagionale e ritengo appropriata la terapia farmacologica consigliata.
A disposizione per ulteriori consulti