Utente 168XXX
Buongiorno,non riuscendo ad avere bimbi ed essendo risultati normali gli esami da me eseguiti mio marito ha effetato lo spermiogramma. Ecco gli esiti:
volume: 1.0 ml
ph: 9.0
colore: avorio
aspetto: vitreo
viscosità e fluidificazione: normali
concentrazione di spermatozoi:0,6 milioni/ml
numero totale spermatozoi: 0,6 milioni
motilità lineare veloce: 0%
motilità lineare lenta: 16%
motilità discinetica o non lineare: 0%
motilità agitatoria in itu: 0%
immobili: 84%
forme normali: 50%
anomalie della testa: 26%
anomalie del tratto intermedio: 8%
anomalie del flagello: 16%
commento: ipo-astenoozospermia in ipospermia

Egregi Dottori Vi scrivo per sapere cosa possiamo fare per aiutare gli spermatozoi di mio marito e diventare così genitori. Io assumo 50 mg/die di eutirox per la tioride ed i valori tioridie sono nella norma.
Saluti e ringraziamenti da Elena

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Edoardo Pescatori
44% attività
12% attualità
20% socialità
REGGIO EMILIA (RE)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gentile Sig.ra Elena,

il quadro di marcata oligoastenospermia di suo marito necessita decisamente di una valutazione andrologica, per essere correttamente inquadrato.

Cordialmente,

Edoardo Pescatori
[#2] dopo  
Dr. Daniele Masala
28% attività
4% attualità
12% socialità
POZZUOLI (NA)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2006
Cara signora dai dati che lei presenta in questo suo quesito si evince un chiarissimo quadro clinico di severa oligoastenospermia che va adeguatamente inquadrata dal punto di vista urologico, anche in relazione alla possibile contestuale presenza di un varicocele. Le consiglio di recarvi presso un ambulatorio di urologia della vostra zona dove il collega che visiterà il suo partner saprà inquadrare al meglio la problematica e vi esporrà con precisione l'iter da seguire (accertamenti ulteriori) e vi parlerà anche della possibilità di una biostimolazione delle linee spermatiche con alcuni prodotti specifici.
Cordiali saluti e tanti auguri,
Dott. Daniele Masala.
[#3] dopo  
Dr. Giuseppe Benedetto
28% attività
0% attualità
16% socialità
VICENZA (VI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2004
necessita di un approfondimento per escludere cause infettive infiammatorie con esami colturali,un varicocele con ecodoppler scrotale, esami ormonali....
[#4] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
oltre che sottolineare la severità della dispermia del Suo compagno, non posso che invitarLo a sottoprosi con sollecitudine ad un completo screening Andrologico, teso ad identificare le cause del problema. Ovvio che la fertilità del Suo compagno, allo stato attuale, sia fortemente compromessa. Ci tenga informati dell'evoluzione della faccenda.
Auguri per tutto ed affettuosi saluti.
Prof. Giovanni MARTINO
[#5] dopo  
Dr. Alessandro Valdiserri
24% attività
0% attualità
0% socialità
BOLOGNA (BO)
Rank MI+ 24
Iscritto dal 2002
Gentile Utente,
il suo compagno presenta un severo quadro di oligoastenospermia.
Sarebbe opportuno effettuare un screening andrologico completo per capire la causa del problema. Al momento la fertilità del compagno è notevolmente ridotta.
Cordiali saluti.
Dott. Alessandro Valdiserri
[#6] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
oltre che sottolineare la severità della dispermia del Suo compagno, non posso che invitarLo a sottoprosi con sollecitudine ad un completo screening Andrologico, teso ad identificare le cause del problema. Ovvio che la fertilità del Suo compagno, allo stato attuale, sia fortemente compromessa. Ci tenga informati dell'evoluzione della faccenda.
Auguri per tutto ed affettuosi saluti.
Prof. Giovanni MARTINO
[#7] dopo  
Utente 168XXX

Iscritto dal 2006
Egregi Dottori e Professori,mio marito, su consiglio della mia ginecologa si è sottoposto a nuovo spermiograma (stavolta liquido in quantità maggiore) e spermiocoltura 8esito non ancora usciti)
Volume: 3.4 ml
ph:8.5
concentrazione: 4.3 milioni/ml
numero totale.14,6 milioni
motilità lineare veloce: 4%
lenta: 6%
discinetica o non lineare: 2%
agitatoria in situ:6%
immobili:82%
forme normali:48%
anomalie della testa:25%
anomalie del tratto intermedio:9%
anomalie del flagello:18%
COMMENTO: ipo-astenozoospermia.
Abbiamo fissato visita con urologo-andrologo e visita con un professore che, ci è stato detto, aiuta le coppie con difficoltà ad avere figli.
Grazie dei vostri consigli e risposte.
Elena
[#8] dopo  
Utente 168XXX

Iscritto dal 2006
Dimenticavo: l'ecografia non ha trovato varicocele, occlusioni ma solo microcalcificazioni che, a detta del medico ecografista,possono essere i rimasugli di una infezione (parotite,otite???? mahhhh). Dimenticavo anche di dire he mio marito si è sottoposto, all'incirca a 20 anni, a circoncisione.
[#9] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettrice,
prima di andare dal nostro collega andrologo , si informi , eventualmente parlando con i genitori di suo marito , se è possibile, sulle patologie infantili ed in età prepuberale e puberale di suo marito ( in cosa è aver avuto una otite un'altra cosa una parotite!).
Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta.
[#10] dopo  
Utente 168XXX

Iscritto dal 2006
Egregi Professori...oggi l'ultima novità della spermiocoltura:
- positiva la ricerca colturale di ureaplasma urealyticum con carica non significativa;
- sviluppo significativo di strafilococco coagulasi negativo.
Ora attendo di sapere le malattie in età infantili di mio amrito (chiedendo a mia suocera ) e di sentire lo specialista.
Mio amrito dice che,con la fidanzata con cui aveva rapporti prima di conoscermi ha sempre usato il profilattico.
Devo temere l'abbia trasmesso anche a me?Dobbiao astenerci dai rapporti sessuali?
Devo ammettere che siamo entrambi cofusi.
Saluti eringraziamenti da Elena
[#11] dopo  
Utente 168XXX

Iscritto dal 2006
Egregi Professori,alla fine dopo aver scoperto ..... urealiticum (o q.cosa del genre) ad entrambi (curato) siamo stati indirizzati da un Professore che lavora in un centro che aiuta le coppie con problemi di fertilità. Siamo arrivati dallo specialista con l'esito degli spermiogrammi e gli esiti dei test preconcezionali da noi eseguiti. ADurante la visita il medico ha riscontrato a mio marito i testicoli in ascensore ed ha prescritto prelievo del sangue per i markers,onde capire la motivazione delle microcalcificazioni nei testicoli. Dovrà poi rifare spermiogramma e ecografia. Saluti da Elena
[#12] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettrice ,
a questo punto segua attentamente le indicazioni del collega che avete consultato. E' infatti l'unico a conoscere in modo diretto la vostra situazione clinica.
Ancora un cordiale saluto.

Giovanni Beretta.
[#13] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
mi sembra che finalmente, dopo aver perso sicuramente del tempo prezioso, Suo marito sia nelle mani giuste...cioè quello di un Andrologo. Condivido l'atteggiamento diagnostico del Collega.
Attendiamo notizie sulla evoluzione del quadro clinico.
Auguri affettuosi per la pronta risoluzione del problema e per la realizzazione del Vostro desdierio di coppia.
Un cordialissimo saluto.
Prof. Giovanni MARTINO
[#14] dopo  
Utente 168XXX

Iscritto dal 2006
Egr. Professori, Egregi Dottori,eccomi ad aggiornarvi sulle novità, dopo un mese di testogel e deltacortene 5mg (2 cp die) e quasi due mesi di androgele e deltacortene 5 mg (1 cp/die)
Spermiogramma del 26 giugno:
Volume: 3
spermatozoi: 16 milioni
spermatozoi totali: 48,00 Milioni
motilità progr rapida 7%
progressiva 16%
non progressiva 20%
assente 57%
vitalità 48%
ph 7.7
forme tipiche 6%
forme atipiche 94%
anomalie dell'acrosoma 18%
teste appuntite 14%
angolazioni del collo 18%
immaturi 8%
code attorcigliate 4%
altre forme 32%
Conclusioni: asteno-necro-teratozoospermia
Il Professore che ci segue, come al solito,dice meno che può (cioè quasi nulla), non dà peso agli sbalzi d'umore,ai crampetti e al gonfiarsi ed aumentare di peso di mio marito, dicendoci che non sono effetti collegati alla terapia.
Secondo lui, forse, potremo riuscire ad avere bimbi per vie naturali, altrimenti fivet o icsi.
Io, a diatanza di mesi, non so cosa pensare.
Potreste darmi un Vostro parere? Grazie.
[#15] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
a parte ogni altra considerazione, credo che quel "forse" utilizzato dal Suo Specialista sia lasci trasparire un eccesso di ottimismo. Io non posso definire il Suo compagno sterile, ci mancherebbe altro, ma di certo trovo molto, molto, ma molto improbabile l'ipotesi di una fecondazione per via naturale.
Ovviamente non potete che seguire le indicazioni diagnostiche e teraputiche fatte dal Collega.
Affettuosi auguri per tutto e cordialissimi saluti
Prof. Giovanni MARTINO
[#16] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore ,
stando ai dati del liquido seminale che avete riportato sembra esserci stato un significativo miglioramento del quadro seminale. A questo punto continuate a seguire attentamente le indicazioni del vostro andrologo.
Ancora un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
[#17] dopo  
Utente 168XXX

Iscritto dal 2006
Nuovo problema, già oggetto di mia separata riciesta:lo scorso mese tutto bene,tanto da farci sperare (ritardo di alcuni giorni delle mestruazioni) in una gravidanza ( ma nulla). Alla ripresa dopo le mestruazioni c'è erezione ma manca del tutto l'eiaculazione. Manca nel senso che non solo non c'è ma mio marito non sente nemmeno il liquido. A Lugio però è andato tutto bene. Saluti da Elena
[#18] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Cara lettrice,
a questo punto bisogna riconsultare il vostro andrologo. Potrebbe trattarsi anche di un problema funzionale , psicologico ma è bene rivalutare la situazione
Ancora un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
[#19] dopo  
Utente 168XXX

Iscritto dal 2006
Egregi Professori,ringraziamenti da parte mia e di mio marito per le Vs cortesi e rapide risposte.
[#20] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
siamo noi che Vi rinfraziamo per la fiducia accordata a questo Forum ed ai Medici che vi compaiono.
Auguri affettuosi per tutto ed un cordialissimo saluto
Prof. Giovanni MARTINO
[#21] dopo  
Utente 168XXX

Iscritto dal 2006
Egregi Professori grazie ancora per la Vs disponibilità nel risponderci.
La telenovela (permettetemi il termine, che non vuole essere offensivo ma un tentativo di non drammatizzare). Mio marito,ultimate le cure prescrittegli (fine Luglio- testosterone 9.36),e dopo la sospensione per il mio ciclo mestruale, è andato pegggiorando. All'inizio si è palesato il problema dell'assenza di eiaculazione ( abbiamo sospeso per un pò sperando la situazione migliorasse) ed ora non solo manca l'eiaculazione ma anche l'erezione dura pochissimo, nonostante mio marito sia eccitato e ci sia partecipazioe e desiderio di entrambi. Entrambi desideriamo diventare genitori ma l'attività sessuale non è finalizzata alla genitorialità. Abbiamo un'intesa (sotto tutti i punti di vista) perfetta, ci amiamo alla follia. Io cerco di non drammatizzare, di dargli coraggio, di non fargli vedere che sono preoccupata ma non è facile. Per di più secondo l'andrologo che lo seguiva i sintomi della cura ( crampi, dolori muscolari, irritabilità) non erano attribuibili alla terapia e secondo lui avremmo dovuto avere possibilità di una gravidanza per vie naturali.
Non Vi chiedo un consiglio..... so che ricevete molte richieste ed è giusto rispondiate a tutti. Scusatemi lo sfogo. Saluti da Elena
[#22] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
sono abbastanza sconcertato. Direi che un supporto psicologico potrebbe risultare necessario e utile.
Auguri affettuosi al Suo compagno per la pronta risoluzione del problema ed un cordialissimo saluto ad entrambi.
Prof. Giovanni MARTINO
[#23] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Cara lettrice ,
anche se sembro noioso ,penso che possa essere utile , a questo punto e con maggiori motivazioni, rivalutare la vostra situazione relazionale con l'aiuto di un andrologo supportato da un esperto psicosessuologo.

Giovanni Beretta
[#24] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
Ovviamente non potete che seguire le indicazioni diagnostiche e teraputiche fatte dal Collega Andrologo che sta seguendo la situazione. Ma ciò che ho sottolineato nella precedente risposta resta di assoluta necessità.
Affettuosi auguri per tutto e cordialissimi saluti
Prof. Giovanni MARTINO
[#25] dopo  
Utente 168XXX

Iscritto dal 2006
Egr. Professori, innanzitutto un sentito ringraziamento da parte mia e di mio marito. Siamo riusciti a fissare una visita con l'andrologo che segue mio marito e stiamo guardandoci intorno anche per un psicosessuolgo.Saluti e ringraziamenti.
[#26] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
A questo punto auguri . Se riuscite, teneteci informati!
[#27] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
ottima deciisone. Voi avete dimostrato intelligenza, tenacia e fiducia nella classe Medica.
Non ne avevo dubbi.
Mi tenga informato di eventuali ulterirori novità.
Affettuosi saluti ed auguri tantissimi
Prof. Giovanni MARTINO
[#28] dopo  
Utente 168XXX

Iscritto dal 2006
Siamo stati oggi pomeriggio dall'andrologo che segue miomarito, il quale ritennedo non vi siano problemi neurologici e non dando molto peso all'abbassamento del testosterone ad un mese dalla fine della cura (valore sceso da 9.36 a 5.36)gli ha prescritto LEVITRA 10 mg compresse,da assumere 15-20 minuti prima del rapporto,per due mesi.Secndo il medico risolto il problema dell'erezione tutto il resto tornerà da sè.Grazie per i Vs preziosi consigli.
[#29] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Ora seguite attentamente tutte le indicazioni che vi darà il vostro andrologo.
Auguri ed ancora un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
[#30] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
direi che tutto, finalmente, sembra procedere per il verso giusto. Abbiamo una diagnosi presuntiva... Abbiamo una terapia, sintomatica sia chiaro.. Avremo, ne sono certo, prestissimo ottimi risultati....ma la Sua decisione di chiedere comunque un consulto psicosessuologico resta, a mio modo di vede, eccellente.
Me ne comunichi l'esito se lo desidera.
Sempre affettuosi auguri
Prof. Giovanni MARTINO
[#31] dopo  
Utente 168XXX

Iscritto dal 2006
Egregi Professori,il farmaco consigliatoci dall'andrologo che segue mio marito sembra aver risolto la situazione di blocco,sembra (non voglio essere troppo positiva, non vorrei arrivassero altre sorprese)che ora tutto sia tornato alla normalità e che si sia acceso ancor di più il desiderio. Non male, oserei dire. Di cicogne in viaggio,nonostante il tempo trascorso ed i tentativi mirati (stando attenti ai giorni giusti) per ora nenache l'ombra. Mio marito ha smesso i farmaci a fine lugio,lo spermiogramma di fine giugno recitava: spermatozoi totali: 48 mil; motilità progr rapida 7%,motiliità progressiva 16%,immobili 57%,vitalità 48%,forme tipiche 6%,forme atipiche 94%.Conclusioni: asteno-necro-teratozoospermia.
E' possibile, dato il tempo trascorso, che lo spermiogramma sia nuovmente peggiorato? Vi ringrazio e mi scuso se vi tedio con le mie domande ma siete gli unici (nonostante le parcelle salate dello specialista) che mi diano risposte chiare,esaurienti, senza nascondersi dietro uno spillo. Grazie.Elena
[#32] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile sig Elena,
visti i risultati del liquido seminale di luglio e il tempo passato bisogna a questo punto pensare ad altre strategie terapeutiche se desidera avere un figlio.
Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
[#33] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
credo che il Collega Andrologo che segue il Suo compagno avrà di certo previsto un nuovo controllo del liquido seminale. Occorre raggiungere una diagnosi o una presunzione di diagnosi per le alterazioni dei parametri seminali. Se ciò si verifica, bene, si fa quello che si deve fare, altrimenti è inutile e dispersivo intestardirsi in terapie farmacologiche o di altro tipo, visto che il Vostro scopo è quello di ottenere un concepimento. Parcelle salate a parte :)
Parlatene chiaramente con il Vostro Specialista.
Affettuosi auguri per tutto ed un cordialissimo saluto
Prof. Giovanni MARTINO
[#34] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile sig.a Elena,
se desidera avere più informazioni su questo tipo di tematiche comunque può anche leggere il manuale , scritto dalla ginecologa Elisabetta Chelo, "Quando i figli non arrivano" , CIC edizioni internazionali , Roma oppure il bel libro di Pier Luigi Righetti e Serena Luisi "La procreazione assistita" Bollatti Boringhieri Editore, Torino.
Un altro consiglio infine che posso darle ,per confrontarsi ed eventualmente conoscere altre persone con il suo stesso problema ,è quello di consultare il nuovo forum sull’"infertilità" al sito: www.madreprovetta.org.
Ancora un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
[#35] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
se Lei è un assidua frequentatrice del nostro Forum, sa già come la penso in tema di informazione medico-chirurgica mediatica, e quindi non mi ripeto, fermo restando la mia disponibilità a discuterne con Lei e con il Suo compagno.
Insomma, tempo permettendo, legga quello che preferisce o “navighi” in Internet quanto vuoLe per siti, blog ed altri Forum (ne conosco molti ma non ne farò pubblicità), ma quello che Le ho scritto rimane quello che penso.
Naturalmente è il mio di parere. Lei può confrontarlo con quello di altri Colleghi, sia nel mondo “virtuale” che, ovviamente meglio, in quello “reale”, chiedendo ulteriori delucidazioni e consigli. Alla fine è chiaro che sarà sempre e solo Lei insieme al Suo compagno a dover decidere, sulla base dell’impressione di professionalità, competenza, fiducia ed umanità ricevuta, punti fermi che ogni Medico dovrebbe saper comunicare ad un paziente.
Ci tenga informati, se lo desidera, dell’evoluzione della Sua storia clinica.
Auguri affettuosi per tutto ed un cordialissimo saluto ad entrambi.
Prof. Giovanni MARTINO
[#36] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile sig.a Elena,
non penso sia "preoccupante" per lei consultare e valutare altre fonti di informazioni. Tutto questo generalmente serve anche ad impostare un buon rapporto con gli specialisti che si incontrano e a meglio capire le loro specifiche compentenze. Doti queste molto importanti oltre naturalmente "all’impressione di professionalità, competenza, fiducia ed umanità ricevuta".
Ancora un cordialissimo saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
[#37] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
sarebbe invece molto più interessante sapere, se desidera tenerci informati della cosa, il programma che il Suo Andrologo di fiducia intende seguire. Mi riferisco ad eventulai nuovi controlli di laboratorio o strumentali messi in cantiere. La Sua intuizione è esatta: i parametri del liquido seminale vanno sempre monitorizzati nel tempo, proprio perchè molto suscettibili a variazioni fisiologiche e non.
Attendiamo notizie.
Ancora un caro saluto ad entrambi.
Prof. Govanni MARTINO
[#38] dopo  
Utente 168XXX

Iscritto dal 2006
Gent.le Prof. Giovanni Martino,la ringrazio per le sue cortesi risposte.
Stamattina mio marito si è sottoposto ad un chek up generale (eccettuato lo spermiogramma per cui servono i giorni di astinenza) verificando non solo i valori classici ma anche quelli più propriamente legati alla procreazione. La terrò informata sugli sviluppi.
Saluti da Elena
[#39] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
La ringrazio.
Ancora buone cose.
Prof. Giovanni MARTINO
[#40] dopo  
Utente 168XXX

Iscritto dal 2006
Egr. Professori e Dottori, anche Ottobre è trascorso senza nessuna bella notizia.
Inutile dire che la fiducia nel medico che ha seguito mio marito è svanita completamente.
Abbiamo deciso, di comune accordo, di cambiare specialista, cercandone uno che ci dica finalmente la verità,bella o brutta che sia. Vogliamo sapere,esami alla mano, se ci sono possibilità che i bimbi arrivino per vie naturali ( ma abbiamo idea di no) e che possibilità ci sono con le tecniche di inseminazione artificale. Fortunamtamente le possibilità economiche (stando attenti a far quadrare il bilancio), se si dovesse ricorrere all'inseminazione artificiale,non ci mancherebero ma chi si assumerà il compito di seguirci dovrà essere trasparente e dirci a cosa andremo incontro e che possibilità effettive ci saranno.
Grazie per il Vs supporto, per i Vs consigli.
Elena
[#41] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
credo che la Vostra decisione sia corretta. Se nella storia della Vostra coppia il desiderio di un concepimento è divenuto allo stato attuale necessità prioritaria, credo che iniziare il cammino verso una procreazione medicalmente assistita sia indispensabile. Inutile perdere ulteriore tempo prezioso.
Ci tenga informati della evoluzione della Storia clinica, se lo desdiera.
Affettuosi auguri per la realizzazione del Vostro obbiettivo.
Cordialissimi saluti
Prof. Giovanni MARTINO
[#42] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Condivido pure io la saggia posizione del collega Martino.
Ancora un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
[#43] dopo  
Utente 168XXX

Iscritto dal 2006
Egregi Dottori e Professori, torno ad aggiornarVi dopo diverso tempo.
Non giungendo la gravidanza naturale ci siamo rivolti ad un centro Veneto di fecondazione assistita.
Soppressione e stimolazione con produzione di 12 ovociti (rispetto ai 16 iniziali),tutti aspirati.Ineminazione di 3 ovociti con la tecnica ICSI ,3 embrioni trasferiti (1 di qualità discreta e 2 di qualità sufficiente).
Liquido spermatico non buono (rarissimi mobili e morfologia non ottimale (prelevati con la tecnica TESA)
Arrivo del ciclo mestruale la notte prima delle beta.
Ora stiamo cercando di capire se ci siano possibilità reali di diventare genitori,se sia bene andare all'estero o se ci convenga "mettercela via" e restare noi due.

[#44] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Cara lettrice,
ma come siete arrivati a fare una Tesa? Se non ricordo male, suo marito aveva spermatozoi presenti comunque nel suo liquido seminale.
Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
[#45] dopo  
Utente 168XXX

Iscritto dal 2006
Egr. Dott. Beretta la ringrazio per la sua risposta.
La TESA è stata scelta perchè mio marito non ha molta dimestichezza con la masturbazione e,preso dall'ansia del risultato, temeva di non farcela.
C.que ha sopportato 4 punture per prelvare.
Saluti da Elena
[#46] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile Sig.a Elena ,
a questo punto ,prima di prendere ulteriori decisioni terapeutiche, bisogna consultare in diretta un andrologo esperto in patologia della riproduzione umana.
Ancora un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
[#47] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
capisco l'ansia di riuscire nel Vostro desiderio di concepimento. Ma le reali possibilità di un risultato positivo di una tecnica di fecondazione assistita è troppo legato alle caratteristiche specifiche di ogni singola coppia per poter tentare una generalizzazione. Chi meglio del Personale Medico che Vi sta seguendo in questa ricerca di gravidanza può rispondere alle Sue legittime domande ed aspettative?
Ci tenga sempre informati se lo ritiene utile ed opportuno.
Auguri affettuosi per la realizzazione del Vostro desiderio ed un cordialissimo saluto.
Prof. Giovanni MARTINO

[#48] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile sig.a Elena ,
il mio consiglio molto sintetico e preciso , prima di pensare a soluzioni "esterofile", è quello di rivalutare attentamente la vostra situzione clinica complessiva eventualmente sentendo un altro parere.
Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
[#49] dopo  
Utente 168XXX

Iscritto dal 2006
Egregi professori,scusate se vi disturbo ancora una volta.
Il medico che ci ha seguito nella FIVET ha consigliato a mio marito di assumere SPERGIN Q10,una compressa al giorno.
Secondo la vostra esperienza, potrebbe portare a dei miglioramenti dello spermiogramma?
Siamo in attesa della visita con l'andrologo.
Saluti e ringraziamenti da ELena
[#50] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
beh...si potrebbe fare molto di più. Ma ci auguriamo tutti un miglioramento dei parametri seminali. Attendiamo anche il parere e le decisioni del Collega che presto consulterete.
Auguri affettuosi per tutto
Cordialmente
Prof. Giovanni MARTINO
[#51] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Cara lettrice ,
il prodotto da lei citato è un composto di "fattori antiossidanti e vitamine. Generalmente questo prodotto viene associato a farmaci più mirati . A questo punto comunque bisogna attendere la valutazione andrologica che dovrete fare.
Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
[#52] dopo  
Utente 168XXX

Iscritto dal 2006
Egregi porfessori, vi scrivo per aggiornarvi degli ulteriori esami eseguiti:
cariotipo maschile: 46XY
LH: 2,40 mU/ml FSH: 3,87 mU/ml
TESTOSETERONE TOT:4,49 ng/ml TESTOSTERONE LIBERO:2,30 pg/ml
PROLATTINA: 8,24ng/ml
PSA TOT:0,57 ng/ml PSA LIBERO:0,12 ng/ml
MICRODELEZIONE CROMOSOMA Y (locus AZF-a,b,c): non deleti

SPERMIOGRAMMA 07-03-08:
volume: 2,2 spermatozoi.2,4 milioni/ml spermatozoi totali:5,28
motilità(%) progr rapida:0; progressiva:4,non progressiava:26,assente:70
vitalità.74% forme tipiche :8% forme atipiche: 92%
integrità cromatinica: 90%
esito: oligo-asteno-teratozoospermia
spermiocoltura: negativo Papillomavirus: negativo

STUDIO SU CROMOSOMI 18X,Y:
spermatozoi analizzati: 1.345
spermatozoi normali: 99,10
18,X: 47,80
18,Y:51,30
spermatozoi patologici: 0,90 (di cui 18X,Y=0,23/18,0=0,60/18,XX= 0,00/18,YY=,07/18,18,XY=0,0)
altre aneuploide X,Y= 0,00
fish su cr 18-13-21 non eseguita per esiguità del campione

IDROCELE(trovato lo scorso anno): curato
TESTICOLI IN ASCENSORE (ma il medico non ci ha saputo spiegare il motivo)
OPERAZIONE DI CIRCONCISIONE( con corsa in ospedale per fimosi):5 anni fa

L'andrologo è rimasto male per il regredire della condizione (all'incirca come un anno fa) ed ha prescritto 40 gg di androgel al mattino e deltacortene 5 mg (1 cp al mattino)

Potreste cortesemente darmi il vostro parere sulla situazione? Cosa pensate degli esami genetici? Dagli esami eseguiti si può capire la causa di questa situazione? Mio marito è arrivato dopo 7 anni e dai suoceri non c'è verso di conoscere la verità.
Io e mio marito abbiamo l'impressione che il medico lo stia "pompando" sperando che poi accada il miracolo o pensa di portarci ad una ulteriore fivet
Saluti e ringraziamenti Elena
[#53] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Cara lettrice ,
dalle indagini allegate non ci sono alterazioni citogenetiche che facciano capire la causa del problema di suo marito. La riporto a questo punto al precedente consiglio che le avevo già dato e, se poi desidera comunque avere più informazioni su questi temi, potrebbe essere utile per voi anche leggere il facile manuale , scritto dalla dra Elisabetta Chelo , "Quando i figli non arrivano" , CIC edizioni internazionali , Roma , oppure il bel libro di Pier Luigi Righetti e Serena Luisi "La procreazione assistita" Bollati Boringhieri editore srl, Torino. Un altro consiglio infine ,se vuole confrontarsi e conoscere altre situazioni o coppie come la vostra con un problema a riprodursi, è quello di consultare il nuovo forum sull'"Infertilità" nel sito www.madreprovetta.org.
Auguri ed ancora un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it

[#54] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
capisco quanto il Collega Andrologo possa essersi stupito in negativo dei risultati dell'ultimo esame del liquido seminale. E' davvero un esame che lascia poco spazio all'immaginazione ed alle terapie farmacologiche. Spero infatti che il Collega, oltre che stupirsi ed amareggiarsi, ed oltre che ad impostare una terapia che certamente di miracolistico non ha nulla, Vi abbia chiaramente indirizzato verso una tecnica di concepimento assistito. Si faccia per questo consigliare dal Suo Andrologo e/o dal Suo Giencologo di fiducia. Tutto il resto, a questo punto della storia clinica, passa in secondo o terzo piano.
Che fare adesso? Beh ...intanto forse è il caso di spegnere il collegamento alla Rete. Non troverete in rete l'aiuto che Vi serve. Infatti non posso che ribadire, come al solito a questo punto delle risposte, che questo è, ancora di più di sempre, il momento di affidarsi a Medici "reali". Se Lei è un assidua frequentatrice del nostro Forum, sa già come la penso in tema di informazione medico-chirurgica mediatica, e quindi non mi ripeto, fermo restando la mia disponibilità a discuterne con Lei.
Insomma, tempo permettendo, legga quello che preferisce o “navighi” in Internet quanto vuoLe per siti, blog ed altri Forum,, ma il mio personale consiglio resta quello già espresso: si facci.
Mi tenga sempre informato se lo desidera.
Auguri affettuosi per tutto ed un cordialissimo saluto
Prof. Giovanni MARTINO