Utente 234XXX
salve a marzo del 2006 sono stata operata ad un fistola sacro-coccigea,a tutt oggi ho proplemi,dopo l intervento chiuso con i punti,la ferita veniva curata con la matita caustica dopo le dovute pulizie,nn riusciva a chiudersi definitivamente,o meglio dire si chiudeva dopo circa 10 giorni si riapriva un canalino,cosi sono andata avanti x 6 mesi circa,finalmente si chiude,ma dopo 4 mesi si riapre un foro con la fuoriuscita di liguido,da sola si richiude,e cosi ogni 3-4-6 mesi mi succede sempre la stessa cosa,da un anno a questa parte la curo io stessa con acqua fisiologica e poi metto il rifocin,con questo riesco veramente a stare bene,ma nn è una soluzione definitiva.pultroppo nn vivo nella stessa città dove ho fatto l intervento,quindi quando mi accade questo nn ho la possibilità di farla visionare,ma mi ha assicurato che l estrazione è stata totale,ho fatto altre visite,e chi mi dice che ho una possibile recidiva,ma al momento nn si vede niente,e chi mi dice che ho solamente dei funghi e per questo la pelle si irrita,ma io penso e comunque riconosco la differenza del fastidio,in tutte e 2 casi.Secondo voi da quello che io ho scritto e per quando meglio mi sono potuta spiegare,voi cosa ne pensate??grazie ogni consiglio è utile.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Lucio Piscitelli
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
Ritengo che non via sia nulla di più incerto in Chirurgia del destino di una fistola sacrococcigea, anche operata nel migliore dei modi; e i numerosi post che vengono in continuazione aperti sull'argomento ne sono una dimostrazione.

La mancata stabilizzazione della cicatrice a oltre tre anni dall'intervento rende purtroppo accreditabile l'ipotesi di una recidiva.