Utente 120XXX
salve,sono un ragazzo di 28anni,volevo un consulto da un chirurgo maxillo facciale. da qualche mese mi e' stato diagnosticato un tumore misto alla parotide di circa 3 cm molto visibile ad occhio. sono stato da un otorino presso l'ospedale di termoli dove vivo dottor serafini e mi ha detto che e' da operare anche se non con urgenza,sono stato anche al san martino di genova e mi hanno detto la stessa cosa, e anche che l'operazione ha la stessa procedura in tutta italia. io adesso non so dove farmi operare,se e' meglio fare anche altre visite da un chirurgo maxillo facciale oppure se posso tranquillamente affidarmi al mio otorino di termoli. sono molto preoccupato per l'intervento, per le complicanze se possono sorgere in sala opertoria,insomma ho paura anche di ritrovarmi con un viso scavato o cicatrizzato male per via della pelle mia che tende a formare cheloidi. il tumore e'molto duro e riesco a prenderlo nella mano perche si tocca,in piu dall'ecografia risulta che ho dei linfonodi sottomandibolari,adesso sono in attesa della risonanza per vedere in che modo e' messo prima di operare. voi cosa mi consigliate? rispondete gentilmente

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Antonio Maria Miotti
28% attività
0% attualità
12% socialità
UDINE (UD)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2004
Gent.ma Sig.ra,
ogni specialista che Lei consulterà Le fornirà la stessa risposta: intervento necessario ma non urgente.
Le consiglio di parlarne con il Suo Medico di Medicina Generale, che saprà tranquillizzarla.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 120XXX

Iscritto dal 2009
la ringrazio per la risposa , ma io volevo sapere se sia otorinolaringoiatra che maxillofacciale operano allo stesso modo. cioe se e' la stessa cosa? e e e' una cosa che posso affidarmi tranquillamente al mio otorino
[#3] dopo  
Dr. Antonio Maria Miotti
28% attività
0% attualità
12% socialità
UDINE (UD)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2004
Gent.ma Sig.ra,
non vi possono essere grandi differenze di tecnica operatoria.
Le consiglio di parlarne con il Suo "otorino", che Le potrà fornire ogni particolare.
Cordialità