Utente 837XXX
Buongiorno, da circa un anno ho metà unghia del pollice del piede sinistro che si è ispessita, alzata ed è diventata giallognola e maleodorante. il medico mi ha detto che si tratta di un fungo e che l'unico modo di curarlo è per antibiotico per via orale, un antibiotico abbastanza forte e per un ciclo di 10 giorni al mese per tre mesi, anche il medico mi ha sconsigliato la cura.
Siccome la cura è molto forte, vorrei evitarla, vorrei sapere se lasciando così il fungo, rischio di peggiorare la situazione oppure se rischio anche che tale fungo mi entri in circolo nel sangue e mi possa creare dei problemi.
Tenga presente che quando ero al mare, dopo 10 giorni il problema era quasi scomparso, ora è ritornato come prima.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Luigi Mocci
40% attività
4% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
Scusi,
ma questo medico che prima fa diagnosi e terapia poi la sconsiglia, è forse per caso uno specialista in dermatologia?
Perchè, se non lo è, l'unica opzione è quella di recarsi prontamente da uno specilista che le faccia una diagnosi e le dia una terapia adatta a quella diagnosi.

Saluti

Mocci
[#2] dopo  
Utente 837XXX

Iscritto dal 2008
Buongiorno, ho prenotato una visita da un dermatologo ma con la mutua ci vogliono 3 mesi.
Nel frattempo da metà unghia iniziale adesso è quasi tutta malata.
Stasera nel provare a tagliarmi l'unghia, essedo molto dura e spessa, mi è scappata la punta del forbicino e me la sono infilata proprio nella carne sotto l'unghia ammalata facendo uscire parecchio sangue.
Mi sono disinfettato ma sono molto preoccupato perchè non vorrei che in questo modo il fungo ha possibilità di diffondersi nell'organismo attraverso il sangue.
E' questo possibile? è pericoloso? in caso affermativo, rischio qualche complicanza ed esiste una eventuale cura? Intendo dire, se un fungo dal piede entra nel sangue è pericoloso per l'organismo?

Grazie
[#3] dopo  
Dr. Luigi Mocci
40% attività
4% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
Allora,
penso che a questi livelli, rischi solo una bella infezione localmente.
Ma ci faccia attenzione, la prego.

In bocca al lupo

Mocci
[#4] dopo  
Utente 837XXX

Iscritto dal 2008
Buongiorno, sono stato da un bravo dermatologo che appena ha visto l'unghia ha sospettato una fungo, sembra però non aver dao molto importanza alla cosa, nel senso che mi ha dato l'impressione che la cosa non sia grave tanto che mi ha detto che l'unico modo per eradicarlo è quello di prendere un antibiotico per una settimana al mese per 4 mesi, quando gli ho detto che non mi andava di assumere antibiotici per così lungo tempo perchè venivo da un anno di parecchi problemi di salute, mi ha detto che potevo anche attendere fra un po di mesi.
Ho comunque fatto l'esame culturale dell'unghia ed è emerso: trichophyton spp++
Sul referto cìera anche scritto dato l'esito positivo dell'esame si era provveduto alla segnalazione obbligatoria all'ASL di competenza ai sensi di disposizioni regionali della Lombardia e dell'asl stessa.
Spaventato chiamo il mio medico di famiglia, che si stupisce della cosa in quanto il tipo di fungo rilevato non è nulla di che, probabilmente la segnalazione viene fatta d'ufficio per fini statistici.......
Contatto cnahe il centro analisi chiedendo spiegazioni e mi viene detto che la segnalazione viene fatta per qualunque positività, tipo pidocchi, varicella etc.
La cosa curiosa è che dopo pochi giorni mi contatta l'ASL he mi vuole vedere la prossima settimana.
Vorrei chiederLe come mai tanto allarmismo per un fungo che, leggendo anche su internet, è abbastanza comune e banale.
Tenga presente che l'ho da più di un anno, non è peggiorato, e non ho infettato mia moglie che dorme con me e fa la doccia nella mia medesima.
Spero in una Sua spiegazione sul tipo di fungo, rischi etc.
Nel frattempo sto facendo locatex, due applicazioni alla settimana per 4 mesi e fra 3 valuterò se iniziare con Sporanox.

Grazie
[#5] dopo  
Dr. Luigi Mocci
40% attività
4% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
Caro paziente,
pur non facendolo praticamente mai, le micosi farebbero parte di quelle patologie che bisogna segnalare, non per criminalizzare nessuno, ma per motivi di igiene pubblica. E' possiibile che la regione Lombardia sia particolarmente rigida su questo punto, ma non le saprei dire. Penso che la segnalazione sia partita in automatico.

Cari saluti
[#6] dopo  
Utente 837XXX

Iscritto dal 2008
Buongiorno, siccome dallo scorso luglio soffro improvvisamente di tendiniti ad entrambe le mani e conseguenti tenosinoviti stenosanti che ne il reumatologo ne l'ortopedico sanno spiegare, le chiedo se tali patologie possono essere correlate con chi soffre di dermatite seborroica da anni.
Le chiedo ciò perchè ho letto per esempio che chi soffre di psoriasi può svilluppare un'artrite psoriasica, le chiedo se anche chi soffre di dermatite seborroica può sviluppare una lieve forma di artrite dovuta sempre alla malattia dermatologica. Grazie
[#7] dopo  
Utente 837XXX

Iscritto dal 2008
Buongiorno, a seguito di riscontro di tricophyton spp all'unghia del piede sx, che sto curando con locetar smalto da 4 mesi, l'unghia è quasi completamente scomparsa e questo perchè come indicato nelle istruzioni dello smalto, ad ogni applicazione utilizzo un lima per unghie per assottigliare lìunghia che all'origine era spessa e sveltire il processo di guarigione.
Il problema è che oramai l'unghia è gia quansi più di un mese che si è talmente assottigliata che è oramai rimasta solo la pelle, vorrei sapere come mai la nuova unghia non inizia a crescere.
Siccome devo recarmi al mare, vorrei sapere se rimanendo in acqua di mare per anche un'ora (ho un a bambina ) rischio di creare qualche problema al dito senza unghia, non essendoci più la protezione dell'unghia stessa.

Grazie
[#8] dopo  
Utente 837XXX

Iscritto dal 2008
attendo risposta da tempo per quanto sopra esposto