Utente 527XXX
Buongiorno innanzitutto .
Ho eseguito le analisi del sangue per diventare donatore del sangue . Da quasi due anni ho un rapporto stabile con la mia fidanzata e non ho avuto in questo lasso di tempo comportamenti sessuali a rischio . Volevo sapere , visto il giudizio di idoneita' , visto che tutti i valori erano a posto e non ho riscontrato nessuna malattia infettiva(test hiv 1-2- , anti-treponema ab negativo ecc ). possono essere questi risultati falsati dal fatto che ho assunto un antibiotico (per tre giorni) circa due settimane prima delle analisi ? E ancora possono essere falsati questi risultati se il giorno delle analisi ho avvertito dei leggeri sintomi influenzali , che poi si sono rivelati influenza-leggera sinusite? In conclusione la mia domanda e' che vagando su internet ho letto di falsi negativi dopo quello che vi ho raccontato possono le analisi di laboratorio CHE SI EFFETTUANO PER GIUDICARE L'IDONEITA' per ESSERE DONATORI DI SANGUE essere state falsate dagli antibiotici (ripeto assunti circa due settimane prima) e dalla leggera influenza-sinusite con qualche linea di febbre avuta quel giorno?
Ho sempre ritenuto che essere donatori sia un dovere per tutti ma sono sincero ho anche fatto questo per verificare il mio stato di salute e provvedero a donare l sangue regolarmente.
[#1] dopo  
Dr. Roberto Chiavaroli
32% attività
4% attualità
16% socialità
LECCE (LE)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2009
Gentile utente,
può stare tranquilllo,
in nessun modo uno stato influenzale o l'assunzione di comuni antibiotici può alterare l'esito dei marcatori dell'HIV, dell'Epatite virale e della Sifilide utilizzati
per lo screening dei donatori.


Cordiali Saluti