Utente 133XXX
Buongiorno,
vorrei chiedervi un'altra informazione.
Ad ottobre 2008 mi é stata asportata una ciste sinoviale al polso DX.
Dovevo fare un'anestesia locale e poi all'ultimo minuto il chirurgo ha consigliato l'anestesia totale perché l'intervento richiedeva piú tempo e perché ha dovuto asportare una piccola "terminazione nervosa" che mi creava problemi.(cosi mi disse il chirurgo)
in piú durante l'intervento mi riscontró i "tendini lassi" e quindi dovetti portare la valva gessata non piú per 20 giorni ma per 35, e DUE mesi di fisiokinesiterapia.
In pratica ne sono uscita quasi esaurita.(premetto che non ho mai smesso di lavorare nel frattempo)
Ad aprile 2009 mi accorgo di avere una pallina identica sull'altro polso, ho fatto l'Eco e mi e stato detto che ho un'altra ciste sinoviale.(Pensi il mio stato d'animo al pensiero di dover rifare tutto.)
Ora le chiedo si puó evitare l'intervento e magari tentare prima un'altra soluzione?
Com'é possibile che nel giro di pochi mesi mi sia venuta nell'altra mano?
É vero che ci sono persone che le producono piú di altre?
Per ultimo da cosa puó dipendere?
La ringrazio in anticipo per le risposte che potrá darmi.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Umberto Donati
40% attività
20% attualità
20% socialità
BOLOGNA (BO)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
La causa della cisti di polso non è sempre riconoscibile; certe volte si può mettere in relazione con sforzi fisici ripetuti, certe volte con una infiammazione, certe volte con l'artrosi, ma il più delle volte con niente. In genere è un intervento piuttosto semplice e nel giro di 8-10 gg si riprende un lavoro di concetto, e nel giro di 20-30 gg un lavoro pesante. Non so cosa voglia dire l'asportazione di una terminazione nervosa "che dava problemi" Sicuramente nella descrizione dell'intervento che Le è stata rilasciata alla dimissione sarà spiegato. Non so nemmeno cosa voglia dire "i tendini lassi" nè come si siano messi a posto con una valva. Bisogna che ne parli con il chirurgo che L'ha operata.
In prima battuta la cisti si può aspirare con un ago. Se aumenta e soprattutto se provoca dolore si può asportare chirurgicamente. Le consiglio una visita specialistica presso unortopedico che si occupi di chirurgia della mano. Non so dove Lei abiti di preciso ma può trovare qui numerosi specialisti nella provincia di Varese con indicato l'ospedale di ciascuno.
Cordiali saluti