Utente 133XXX
Buon giorno,
Sono stato incuriosito da un andrologo milanese che garantiva una crescita delle dimensioni del pene grazie all' uso dell'ormone della crescita, quindi mi sono recato presso il suo studio e alla modica cifra di 400 euro mi ha fatto una visita andrologica constatando il mio discreto stato di forma e valutando la dimensione del mio pene di 14 cm flaccido in max estensione al di sotto della norma.
Con l'uso di iniezioni endocavernose di GH e la stimolazione di attrezzi afferma di poter accrescere la misura di un 10%/20% a seconda della predisposizione.
Ora io vorrei sapere. Primo se è vero che con questo ormone è un risultato plausibile, secondo, nel caso lo fosse, se non ha controindicazioni pericolose, se si quali, terzo se stirando manualmente il pene flaccido si misura l'effettiva lunghezza massima del pene e se si se 14 cm sono sotto media.
Nel complesso mi ha dato l'aria del cialtrone, ma è chiaro che sentirsi definire "sotto media" colpisce duramente l'autostima che già non è ai massimi livelli quando si vive tutta una vita con il sospetto di non avere misure "adeguate".
Vorrei delle delucidazioni su questa controversa situazione. vi ringrazio anticipatamente. cordiali saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
una sola parola: balle. Cambi andrologo e subito.
[#2] dopo  
Utente 133XXX

Iscritto dal 2009
grazie per la pronta risposta.
devo dire che nonostante tutto sono deluso. è possibile cambiare ogni parte del proprio aspetto che non ci soddisfa, tranne quella più importante.
Non riesco a rassegnarmi all'idea che non si possa fare nulla!
[#3] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Che sia la più importante ne dubito. Le sue misure sono normali, quindi si tratterebbe di un intervento esteico. ed i sistemni ci sono. Ma la cosa impoortante è valutare se il paziente è adatto a ricevere la terapia estetica, in altre parole se operandolo non si cade in un circuito vizioso come quello in cui e caduto Maichael Jsckson che non aveva mai abbastanza di farsi plastiche. Tali cose possono venire valutate esclusivamente da un andrologo DOC e da uno psicologo DOC. Non certamnente da quel rubagalline. Per intantoi giù la ciccia che qualche cosa guadagna.
[#4] dopo  
Utente 133XXX

Iscritto dal 2009
Concordo appieno.
Vorrei avere da lei un suggerimento valido riguardo a chi potrei rivolgermi, in entrambi i casi. Non credo di poter cadere nella sindrome di MJ, ma un robusto sostegno psicologico è assolutamente fondamentale.
Considero gran parte del mio viso esteticamente poco attraente, ma nonostante questo non ho mai desiderato cambiare un solo particolare. ho imparato ad accettarmi con il tempo. Ma il pene non sono mai riuscito ad accettarlo. Mi ha creato notevoli disagi psicologici, nascosti da razionalizzazioni e informazioni tecniche e scientifiche che non hanno risolto l'inquietudine di fondo.
In quanto alla ciccia, posso assicurarle che sono in forma per la mia età, senza pancetta e atleticamente in buono stato.
grazie ancora per la cortese risposta
[#5] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Vedo che è milanese A livello pubblico consiglio il San Paolo e basta, a livello privato il dr. Beretta e basta.
Bella rispostta la sua. Non scherzo.
[#6] dopo  
Utente 133XXX

Iscritto dal 2009
Molte grazie. Lo contatterò al più presto.
I miei più cordiali saluti
[#7] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
faccia sapere se vuole.