Utente 667XXX
Salve, circa un anno e mezzo fa ho avuto un microtrauma durante un rapporto sessuale.Ho avvertito uno scricchiolio alla base del pene e un dolore che si è protratto per mesi alternando fasi di quiescenza e ricadute.Dopo ciò il mio pene si è anche curvato verso dx.Ho fatto una visita andrologica e l'esito è stato il seguente:"lieve deviazione assiale dx pene, non placche ma solo lieve ispessimento granulare dei corpi cavernosi" e in più "uretroprostatite con ghiandola ipertrofica".Per quanto riguarda la prostatite mi è stato prescritto un antibiotico e un integratore di estratti di polline.Per la curvatura e il dolore al pene,Tamoxifene per 20gg e VitE per 2 mesi.Mi chiedo:nonostante questa cura rischio comunque la formazione di placche e quindi l'Induratio Penis Plastica,oppure ce l'ho di già? Oppure posso stare tranquillo? La curvatura può accentuarsi?Potrò avere deficit erettili? Aggiungo che tuttora provo dolore al pene e che da quando ho iniziato la cura si è addirittura acuito.Sono un giovane di 24 anni e ho paura che la mia attività sessuale possa risultare d'ora in poi compromessa!Ringrazio tutti quanti vorranno rispondermi.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Csaro signore,
un Peyronie alla sua età e rarissimo. A volte infiltrazuioni locali o somministrazioni elettroforetic he di calcioantagonisti poissono migliorare ulteriormente il quadro ne parli col collega che la segue. Per il resto tranquillo. Non vedo rischi.
[#2] dopo  


dal 2012
Grazie Dott.Cavallini.Ma è comunque normale che il dolore si stia protraendo così a lungo? E perchè si è acuito con la cura?

Grazie ancora!
[#3] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Perchè si sia acuito non so, no ho dimestichezza da parecchi anni con quei farmaci, utilizzo quanto indicato ormai da troppo tempo. Si protrarae probabilmente per un residuo infiammatorio o per trazione della cicatrice sui nervi. ma non so di preciso, va visitao dal vivo.
[#4] dopo  


dal 2012
Dottor Cavallini, innanzitutto volevo ringraziarla nuovamente.Vorrei inoltre chiederle: ho letto di un suo studio sulla acetil l-carnitina che potrebbe portare giovamenti maggiori rispetto al tamoxifene.Lei cosa mi consiglia di fare?Devo suggerirlo al mio medico? Posso acquistarla io stesso in farmacia senza prescrizione medica? O devo lasciar perdere?

Distinti Saluti
[#5] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Anche quello, meglio propionil carnitina, ma abbinata ad calcioantagonisti.