Utente 133XXX
buonasera, sono una mamma di una bimba di 5 anni a cui da circa tre, è stata diagnosticata un'iperattivita' associaciata a disturbo del linguaggio.
Dopo anni di "lotte" sono riuscita a farle fare, questa estate, esami genetici (negativi) ed eeg in sonno....il referto di quest'ultimo cosi' cita:
ATTIVITA' DI FONDO ALFA POSTERIORE A 9C/SEC BILATERALMENTE SIMMETRICA.IN ADDORMENTAMENTO FRAMMENTAZIONE DEL RITMO DI FONDOO E COMPARSA DELLE FIGURE IPNICHE FISIOLOGICHE BILATERALMENTE RAPPRESENTATE.
FREQUENTI P E PO RAPIDE IN SEDE FRONTOCENTRALE DESTRA E SINISTRA IN FOCOLAIO ASINCRONO.IN SONNO NREM NETTA ACCENTUAZIONE DELLE ANOMALIE CHE DIVENGONO SUBCONTINUE SENZA MAI OCCUPARE PIU' DEL 30% DEL TRACCIATO.

CONCLUSIONI: ANOMALIE IRRITATIVE FOCALI IN FOCOLAIO ASINCRONO CENTRALE DESTRO E SINISTRO CHE SI ACCENTUANO IN SONNO NREM E CON AMPIA TENDENZA ALLA DIFFUSIONE AL RISVEGLIO.

Posso avere un suo parere???
In attesa di un suo cortese riscontro....saluto!
[#1] dopo  
Prof. Alberto Grasso
28% attività +28
0% attualità +0
16% socialità +16
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2008
La positivita' dell'esame e.e.grafico mi unduce a consigliarLe una Consulenza Neurologica o meglio Epilettologica presso una struttura pubblica o privata della sua zona poiche' i sintomi,sommariamente descritti,deella sua bimba potrebbero essere ricondotti ad un'anomalia dell'attivita' elettrica cerebrale da approfondire con altri esami diagnostici e prendendo visione del tracciato.
Stia tranquilla che è una situazione controllabile farmacologicamente ma che deve essere inquadrata meglio.
Saluti