Utente 133XXX
Buongiorno, mio figlio ha quasi 17 anni, ha iniziato ad avere febbre non molto alta (oscillante tra 37.2 e 38) il 29/09/2009. E' stato a casa da scuola per 4-5 giorni, poi visto che non passava siamo andati dal medico di base: ha fatto gli esami del sangue tradizionali ed il test per la monomucleosi: sono tutti assolutamente nella norma. Gli ha prescritto l'antibiotico x 7 giorni, dopo 3 giorni la febbre è passata, ha ripreso la scuola, portando a termine comunque la cura antibiotica. Il venerdì mattina ha preso l'ultima compressa ed il lunedì aveva di nuovo questa febbretta sempre tra i 37.2 e 37.8. Non ha assolutamente nessun altro sintomo (mal di gola, bruciore ad urinare, mal d'orecchio, mal di denti, vomito, diarrea, ecc, niente di niente). Il medico ha prescritto un altro ciclo di antibiotici per 3 giorni, sospendere per 5 giorni e poi altro ciclo di 3 giorni. Adesso è il 2° giorno che ha iniziato la cura, dovrebbe cominciare a passare la febbre, ma è sempre stazionaria. La dottoressa dice che molto probabilmente è una ricaduta: essendo già indebolito dalla precedente, potrebbe aver preso qualche altro tipo di infezione batterica o virale. Io comunque sono molto preoccupata. Premetto che la febbre è leggermente più alta al mattino per abbassarsi lievemente in pomeriggio ed in serata, al contrario del normale decorso. Cosa potrebbe essere? Deve fare altri esami o potrebbe anche essere una febbre di origine psicosomatica? Mentre aveva il primo periodo febbrile, che poi è passato con l'antibiotico, è deceduto il nonno: questa ricaduta potrebbe essere collegata? Grazie mille
[#1] dopo  
Dr. Paolo Marangoni
24% attività
4% attualità
16% socialità
SAN MARTINO DI LUPARI (PD)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2007
ci sono stagioni in cui il fisico e' piu' debilitato e si sa che i giovani non si riguardano molto , potrebbe esserci una leggera caduta delle difese immunitarie causata dal dispiacere per la morte del nonno oda motivi scolastici , probabilmente ha ragione il suo medico . CONTINUI LA CURA ALTRI 4-5 GG. E POI EVENTUALMENTE SE NON SCOMPARE FACCIA UN TAMPONE FARINGEO RIPETA L'EMOCROMO , COMUNQUE SI FACCIA RIVISITARE IL TORACE ,la saluto