Utente 283XXX
Buongiorno,
vorrei esporre il mio difficile caso sperando di poter essere consigliato al meglio; sono oltre 5 mesi che mi affligge un problema al glande. Inutile aggiungere che sia piuttosto preoccupato e sfiduciato.
A fine Settembre sono comparsi i seguenti sintomi ma tengo a precisare NON dopo rapporti sessuali completi.
- secchezza del glande che appare molto screpolato, atrofico, raggrinzito, pieno di microfessurazioni e a volte, quando non fuoriesce il liquido di cui parlerò in seguito, colloso rispetto al prepuzio.
- il glande talvolta appare pallido o lievemente livido, talvolta molto arrossato specie durante e dopo la masturbazione.
- durante l’erezione, l’infiammazione e il rossore aumentano, compaiono anche zone in cui si posso individuare minuscoli puntini rossi o qualcosa del genere e comunque la superficie “si incendia”.
- il contatto, la palpazione e lo strisciamento dei polpastrelli delle mani sul glande è una sofferenza: fortissima è la sensazione di fastidio e ipersensibilità sia a riposo che in erezione.
- perdite di muco trasparente, leggermente colloso, dall’uretra. Soprattutto in erezione.
- periodicamente sento lo stimolo di urinare anche quando effettivamente non ce ne sarebbe bisogno…
Mi sono recato dal Medico curante che mi ha parlato di ha parlato di presunta Uretrite prescrivendomi Levoxacin compresse 500 mg per dieci gg. Nessun beneficio.
Tornato dal Medico sono stato consigliato di recarmi da un Urologo che mi ha parlato di sospetta Balanite ma di non poter escludere neppure l’Uretrite.
Mi ha prescritto Veclam compresse 500 mg per venti gg. e 4 tamponi uretrali + coltura del liquido seminale.
Dopo una settimana, non traendo alcun beneficio, abbiamo interrotto il Veclam e nel frattempo sono risultati tutti negativi i tamponi ( liquido seminale, esame colturale uretrale, microplasmi, ureaplasma, gonococco, chlamidya trachomatis ).
Dopo i risultati l’urologo mi ha consigliato una visita dermatologica.
Il dermatologo mi ha prescritto tutta una serie di analisi del sangue ( tutto in ordine tranne
Herpes 1-2 IgG = 16,3 U/ml - ma io da sempre e anche molto spesso ho l’erpes labiale – Herpes 2 lgG = 2,8 U/mL ).
Il suo commento è stato: “non hai nulla ( ??? ) se non una predisposizione alle balaniti vista la conformazione della punta del pene leggermente a punta e chiusa, ma nulla di che. In più lo stress ha fatto il resto. - Mio commento: quando non si sa che dire ci si attacca allo stress…..-
Lavati tutte le sere con Savel Bad latte di crusca di riso e applica ogni sera Physiogel A.I. crema.
Tanti saluti….sei sano come un pesce.”
Ebbene: qui la situazione non migliora. In questo momento per varie ragioni non ho nessun tipo rapporto sessuale ma penso che se ne avessi sarebbe un disastro.
Quando mi masturbo è più un fastidio che un piacere. Anche solo lavarmi il glande risulta fastidioso, figurarsi fare altro…Il glande è ipersensibile, il tatto risulta fastidiosissimo.
Che devo fare? Rassegnarmi a rimanere così per tutta la vita? Ho 30 anni…
Sono oltre 5 mesi e la faccenda comincia a diventare seria e preoccupante.
Chiedo la Vostra opinione e Vi sarei grato se foste in grado di poter risolvere il mio problema.
Grazie. Cordiali saluti.



Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Daniele Masala
28% attività
0% attualità
12% socialità
POZZUOLI (NA)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2006
Caro signore si tratta di una situazione non certo urgente o di pericolo di vita, ma non va sottovalutata sia per il disagio fisico che per quello psicologico che le comporta.
Ritengo necessario consigliarle di consultare un altro urologo della sua zona affinchè possa aiutarla ad inquadrare e risolvere questo quadro che sembra essere molto probabilmente una balanite impegnativa.
Esistono delle terapie specifiche con prodotti sia antibiotici che agenti locali come gel e creme che l'urologo che consulterà sicuramente le prescriverà.
Cordiali saluti,
dott. Daniele Masala.
[#2] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2005
Genitle utente,

Consiglio prime delle terapie, di riprocedere con un corretto iter diagnostico il quale dovrà necessariamente definire se si tratta di una Balanopstite e di che natura e se questa è o meno accompagnata da un'uretrite batterica o di altro genere.

personalmente (e non solo) sono fortemente contrario alle terapie senza diagnosi, le quali possono non solo non contribuire alla risoluzione del problema, ma complicare la diagnosi a chi poi dovrà (prima o poi..) farla..

Cari Saluti.
Dott. Luigi LAINO
Dermatologo e Venereologo, ROMA
[#3] dopo  
Dr. Giuseppe Benedetto
28% attività
0% attualità
16% socialità
VICENZA (VI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2004
sono daccordo con ilcollega Laino
[#4] dopo  
Utente 283XXX

Iscritto dal 2007
Grazie per le risposte.

- Quindi ritenete mi debba recare da un urologo e non da un dermatologo?
- Quale iter diagnostico ritenete debba seguire? Che tipo di esami mi suggerite di fare?
- Fino ad oggi tutti gli esami (herpes escluso) sono risultati negativi...
- Pensate che dopo 6 mesi possa ancora guarire?
-Conoscete qualche esperto per un caso così complesso nel Nord Ovest o meglio ancora a Genova?

Il tempo passa e il quadro ormai è molto più che un semplice fastidio.

grazie per Vs riscontro
cordialità
[#5] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore,
la prima persona da contattare in questi casi è il proprio medico di medicina generale che , valutataattentamente la sua situazione clinica, le potrà indicare uno specialista serio ,vicino alla sua residenza.
Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta.
[#6] dopo  
Dr. Giuseppe Benedetto
28% attività
0% attualità
16% socialità
VICENZA (VI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2004
inizierei dal medico di base che eventualmente le consiglierà il dermatologo cui rivolgersi
[#7] dopo  
Utente 283XXX

Iscritto dal 2007
Grazie Sigg. Dottori.

sì ma il mio medico di base mi aveva già consigliato un urologo e un dermatologo che non ci hanno capito nulla e non hanno assolutamente risolto nulla.
quali esami fareste? andreste da un urologo o da un dermatologo?
i tamponi sono risultati tutti negativi...
il fastidio è terribile, io non posso più convivere con questo problema...
per cortesia datemi qualche consiglio...
cordialità