Utente 133XXX
Salve, sono un ragazzo di 25 anni. Dodici mesi fa sono andato con una prostituta, ho consumato un rapporto protetto (perlomeno presunto tale; la certezza assoluta nel mondo non esiste). Sono stato perfettamente bene per i 6 mesi successivi, per poi avere dolori articolari per un paio di settimane, terminate le quali ho avuto febbre, bruciore ai linfonodi del collo, sudate notturne, diarrea, ed una tosse incessante (sudate e linfonodi 5 giorni, tosse 2 settimane). Sono andato a farmi un test elisa anonimo (6 mesi e mezzo quindi) e sono risultato negativo. Ho ripreso la mia vita quotidiana, ogni volta vado a nuotare mi ritrovo con la febbre, ho nel frattempo avuto un'infezione da streptococco alla gola che ho curato con antibiotici, e tendo ad avere spesso mal di testa e raffreddore. Di solito il mio sistema immunitario e' piuttosto buono, mi ammalo abbastanza raramente. Mi sono fatto delle analisi del sangue normali, in cui i globuli bianchi risultano in numero corretto, e 2 settimane fa un secondo test elisa anonimo (12 mesi). Anche questo secondo test risulta negativo. Ultimamente ho (non so il nome tecnico) quelle cose bianche che fanno male in bocca, ed un 'fastidio' al fegato e reni. Il mio medico di famiglia mi disse che i sintomi a 6 mesi potevano essere quelli di una mononucleosi (non mi sono fatto il test perche 2 settimane dopo stavo meglio), ma non mi spiego perche' a 6 mesi di distanza sto ancora acciaccato (visto che gli antibiotici non li prendo da 2 mesi). Ho letto che l'elisa a 6 mesi e' attendibile al 99,98% (circa), quindi e' quasi piu' probabile vincere al superenalotto piuttosto che essere positivi, ma risultare negativi a 2 test; eppure non mi sento al 100%, e tutto da 6 mesi fa! Cosa ne pensa? Volevo farmi una conta dei CD4+; almeno se sono corretti escludo completamente questa peste. Mi sa dire se c'e' bisogno di ricetta, se la devo fare in ospedale o va bene anche un laboratorio?
[#1] dopo  
Dr. Mario Corcelli
52% attività
12% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2009
Gentile Utente,

- ha avuto un rapporto sessuale protetto, perciò senza rischio, 12 mesi fa;
- ha fatto un test HIV dopo 6,5 mesi, negativo;
- ha fatto un secondo test HIV 2 settimane fa: ancora negativo.

Non capisco perchè continua a preoccuparsi per l'HIV.

Cordiali saluti.
[#2] dopo  
133989

dal 2011
Ha indubbiamente ragione, il rapporto e' stato protetto. Il preservativo non si e' rotto, ma magari sono entrato inavvertitamente in contatto con con liquido vaginale. Non mi prenda per psicopatico, non sono un medico, sono solo una persona preoccupata. Se lei mi dice che non e' hiv, non posso che crederla. Effettivamente sono sintomi generici, che possono essere e non essere imputabili a questo virus; eppure da 6 mesi sono leggermente acciaccato e ho i valori dei bianchi in norma.

Come le dissi in precedenza, a 6 mesi e mezzo ho avuto: febbre, fortissima sudorazione notturna, diarrea, dolore linfonodi del collo, tosse continua (ho letto che sono tra i sintomi che provoca il virus in una particolare fase); se lei mi dice che le probabilita' che non abbia hiv (dati 2 elisa negativi) sono nulle, escludero' completamente questa patologia.

Sinceri Saluti
[#3] dopo  
Dr. Mario Corcelli
52% attività
12% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2009
Non si preoccupi, è normale preoccuparsi; sarebbe peggio il contrario, che porta molte persone ad essere imprudenti.

Le confermo che ha più di una ragione per stare TRANQUILLO AL 100%:
- rapporto sessuale non a rischio
- ma soprattutto due test HIV negativi fatti in epoca in cui il periodo-finestra era ampiamente superato.

I suoi disturbi non sono in alcuna correlazione all'HIV, perchè il contagio da HIV resta asintomatico per lungo tempo, a volte anche per anni.

Cordiali saluti
[#4] dopo  
133989

dal 2011
Salve,
ormai sono passati 2 anni dal suddetto rapporto, eppure le mie condizioni fisiche non migliorano.
Premetto che non sto male, ma ho un costante stato di debolezza e fastidi che un ragazzo di 26 anni non dovrebbe avere.
Ho dolore ai reni, lingua sempre ricoperta di muco, spesso afte in bocca, se prendo freddo dolore ai linfonodi del collo....
Ho fatto il QUARTO test elisa (chemioluminescenza) un mese fa (2 anni da rapporto) ovviamente l'esito era negativo.

Sinceramente non so cosa fare, se vado dal mio medico di famiglia cosa gli dico?
Credo di avere l'hiv ma secondo questi test del cavolo no?!

Descrivendo i sintomi la dottoressa del laboratorio di analisi mi disse che secondo lei ho avuto un'infezione virale, ovviamente non da hiv poiche i test sono negativi.

Ma allora da cosa? Puo' la mononucleosi durare anni?


Possibile che un gruppetto di paranoici inizia a scrivere su questo sito ed altri dicendo di aver contratto l'hiv ma purtroppo l'unico modo per stabilire se cio' e' vero, cioe' i test elisa risultano costantemente negativi?

Una coincidenza e' ragionevole,
2 sono un dubbio,
di piu' sono troppe.

[#5] dopo  
Dr. Mario Corcelli
52% attività
12% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2009
Gentile Utente,

che cosa vorrebbe dire, che una ripetuta negatività dei test non può escludere una negatività da HIV?
Intanto, il suo rapporto è stato protetto, quindi a rischio pressoché inesistente o comunque bassissimo; i sintomi che lei lamenta non sono tipici dell'HIV.
Al contrario, mi sarei proprio meravigliato se il suo test fosse risultato positivo.

Qui la coincidenza, col fatto che altri utenti, dopo rapporti a rischio o senza rischio, continuino a lamentare un certo tipo di disturbi, non c'entra.

Cosa vuole che le dica? che ha l'HIV a dispetto della dimostrazione scientifica?
La medicina non sarà pure una scienza esatta come la matematica, ma non è nemmeno una scienza "a spanne".

Cordialmente
[#6] dopo  
133989

dal 2011
Accetto la sua critica, non volevo fare un commento sterile, semplicemente non so cosa fare.
E' da 1 anno e mezzo che vivo aspettando di stare meglio, e per paura di contagiare altre persone ho azzerato del tutto i miei rapporti.

Dato che NON e' hiv, che tipo di test mi prescriverebbe, in maniera tale da individuare con assoluta certezza la causa del mio malessere?
Premetto che le analisi del sangue generiche dell'anno scorso erano perfette, quindi non mi meraviglierei se da queste non dovesse uscire nulla.

Non sono un medico, pero' immagino che ci siano centinaia di malattie che portino a tali sintomi aspecifici; date le tempistiche, la lievita' ma presenza dei sintomi, che cosa pensa che possa avere?
(ecludendo ovviamente le gia' sopracitate paranoie spicologiche)
[#7] dopo  
Dr. Mario Corcelli
52% attività
12% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2009
"immagino che ci siano centinaia di malattie che portino a tali sintomi aspecifici"

proprio per questo non posso consigliarle alla cieca una caterva di esami, in quanto andrebbe fatta una diagnosi differenziale solo dopo avere raccolto una puntigliosa anamnesi ed effettuata una visita scrupolosa.
Per questo, le suggerisco di farsi visitare da uno specialista infettivologo.

Buona giornata.
[#8] dopo  
133989

dal 2011
La ringrazio, e' stato gentilissimo (malgrado io sia stato un po pesante).
Senta un'ultima domanda, ma la prego di rispondermi.

Nella sua esperienza, o nella letteratura medica probabilmente ci sono casi di individui con sintomi simili ai miei, manifestatisi dopo rapporti a rischio, ma risultanti negativi ai test hiv.

Quale era di solito la causa piu' comune?
(ovviamente so bene cosa e' la statistica, cioe' che io potrei avere qualcosa di completamente diverso, il fatto e' che finora tutti mi hanno parlato solo di mononucleosi e di hiv (da un punto di vista virale)... motivo per il quale ho aspettato 2 anni ed il quarto elisa negativo per partire dal presupposto che potrei non avere suddetto retrovirus)

Ovviamente andro' da un infettivologo e scrivero' in questo sito l'esito dell'esame, come monito per altri.
[#9] dopo  
Dr. Mario Corcelli
52% attività
12% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2009
a volte la mononucleosi può dare strascichi di debolezza generalizzata per molto tempo, anche se due anni mi sembrano troppi
ma ha fatto il test per la mononucleosi?

non trascurerei l'ipotesi di una complicità della psiche nel determinismo dei suoi disturbi; sa bene che la mente può giocare brutti scherzi, soprattutto quando subentra una eccessiva preoccupazione.

Ad ogni buon conto, una buona visita infettivologica è quello che ci vuole.

Ci tenga pure al corrente, se lo desidera.
[#10] dopo  
133989

dal 2011
Sinceramente non ho effettuato alcun test per la mononucleosi; essendo una malattia "guaribile" mi sono preoccupato inizialmente per cose ben piu' gravi, in seguito era passato troppo tempo affinche' avesse ancora senzo.

Per quanto riguarda la complicita' della psiche, le dico.... inizialmente era un'ipotesi che avevo seriamente considerato, (inevitabilmente piu' pensi di stare male, piu' percepisci di stare male) ma dopo 2 anni e dopo il superamento di ostacoli che durante questo periodo mi si erano posti, lo reputo assai improbabile...

Ora dovrei stare perfettamente bene, e dato che non e' cosi', vuol dire che c'e' qualcosa che altera il normale funzionamento del mio organismo. (che non necessariamente deve essere la mia testa)
La mente puo' amplificare un fenomeno, non puo crearlo dal nulla. (a meno di casi limite)

Quasi dimenticavo.... durante il mio malessere a 6 mesi dal rapporto la mia temperatura e' stata di 38.5°, ma e' da allora che non ho piu' febbre, neanche quando mi sento scottare e mi sento iper-raffreddato, la mia massima temperatura corporea e' 37°.

Ma alla fine oltre alla mononucleosi e all'hiv non ci sono altri virus "simili"? (come sintomi)
[#11] dopo  
133989

dal 2011
Ho fatto delle analisi del sangue, ho i seguenti valori sballati:

bilirubina totale 1.44 [0,1]

proteina c reattiva 1.80 [0,0.5]

se volete vi metto tutto il referto....
cosa pensate?
[#12] dopo  
133989

dal 2011
Questo e' l'esito completo delle analisi del sangue fattemi:
__________________________________________________________
glicemia 103
creatininemia 0.93
colesterolo totale 168
trigliceridi 70
got 22
gpt 18

gamma g.t. 21
birilumina totale 1.44 [0,1] ***
sideremia 147
ves 6
proteina c reattiva 1.80 [0,0.5] ***
monotest NEGATIVO

ESAME EMOCITOMETRICO

globuli bianchi 5.92
globuli rossi 5.24
emoglobina 15.5
ematocrito 45.1
volume corpcolare medio 86.1
HB corpuscolare media 29.6
concentrazione corpuscolare HB media 34.4 [27,32] ***
dev stand distr vol RBC 37.7 [38.7,45.1] ***
coef variaz distr vol RBC 12.1

PIASTRINE

pistrine 197
sistrb volm piastrinica 10.1
volume piastrinico medio 9.5
piastrinocrito 0.19
macropiastrine 21.2

FORMULA LEUCOCITARIA

neutrophily 2.75 46.5%
lymphocity 2.33 39.4%
monociti 0.65 [0,0.8] 11% [1%,9%] ***
eorinophili 0.14 2.4%
basophili 0.04 0.7%


TSH 4.20 [0.27, 4.20]
ft4 1.47 [0.93, 1.70]
ferritina 211.1 [30, 400]

URINE

assente piu o meno tutto, con esame microscopico 40x alcuni leucociti (8-12)

_________________________________________________________

Secondo il mio medico di famiglia (al quale non ho raccontato la mia "storia") questo esame del sangue e' perfetto, malgrado il valore sballato della pcr.

Ho letto che tale test non e' indicativo di nulla in specifico, ma indica semplicemente una infiammazione
in corso.
Secondo voi devo, e con quali modalita', approfondire?

[#13] dopo  
Dr. Mario Corcelli
52% attività
12% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2009
Gentile Signore,

non posso sostituirmi del tutto al suo medico di famiglia; d'altra parte, senza averla visitata, veramente non posso dirle nulla, perché gli esami ematochimici sono solo una parte del contesto complessivo che poi portano ad una diagnosi.
Le ribadisco solo che tutto questo con l'HIV non c'entra per nulla.

Buona giornata.
[#14] dopo  
133989

dal 2011
Il mio medico (che e' anche un amico di famiglia) ha sfogliato le analisi in una dozzina di secondi affermando che l'alterazione del pcr era dovuta ad un raffreddore.
Da un anno ho dei bruciori nella parte destra del basso addome, penso corrispondente alla vescica-prostata... mi sono fatto fare un'ecografia superiore il cui esito e' stato perfetto.
Da un anno e mezzo che ho sempre bocca impastata di muco, e risulto essere un po piu cagionevole a raffreddori e mal di testa, ma da allora non ho piu avuto febbre, neanche quando mi sentivo veramente male e tremavo dentro al letto per il freddo.
Senza considerare i miei precenti dolori ai linfonodi, diarrea, febbre e sudorazioni notturne (nonche' eventi a rischio noto).

Questo e' tutto.

Io piu di farmi 4 elisa, di andare dal mio medico di famiglia e di scrivere a lei su questo sito, non posso fare nulla.

Il mio medico mi ha liquidato velocemente in quanto non ha le stesse informazioni che ho dato a lei...
se poi lei dice che il mio status e' normale e non merita accertamenti non posso che "rassegnarmi a stare bene".

La ringrazio di tutto, anche se sinceramente non mi sento piu' tranquillo.
Forse non e' hiv, ma sento che qualcosa non va, ma a quanto pare per il sistema sanitario nazionale o sto bene, oppure ho una qualche forma di psicosi.