Utente 994XXX
buon giorno, mia zia di 69 anni con problemi etilici, di anoressia, anemia, insufficienza renale cronica ha subito un'operazione di sostituzione valvola mitralica nel 2007,da cui sono derivate insufficienze cardiache.nel mese di settembre 2009 ischemia al braccio sinistro, dopo 15 giorni ricoverata con scompenso cardiaco i medici hanno ritenuto di operarla nuovamente al cuore.è entrata in sala operatoria alle 7.30 ed è uscita alle 18 per dei problemi.ora è in sala intensiva con danni permanenti alla parte sinistra del corpo compreso il cervello.i medici hanno detto che con un intervento al cuore può succedere, è vero?noi non siamo stati avvisati.se è vero, quale può essere stata la causa?hanno fatto una tac per vedere se in circolo c'era aria o calcio,cosa significano perchè a noi non danno il risultato e non ci spiegano, continuano a dirci di attendere.vi ringrazio della vostra attenzione, in attesa di una risponsta distinti saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Andrea Annoni
28% attività
16% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
Gentile utente,comprendo il suo smarrimento e la sua apprensione che è unana e condivisibile nei parenti che vedono il proprio caro che versa in condizioni cliniche complicate senza che si riesca ad avere una spiegazione chiara e comprensibile.Poterle dare delle notizoe chiare ed esplicative senza conoscere in dettaglio il caso clinico è impossibile;posso solo darle indicazioni generali dicentone che gli interventi al cuore possono essere molto impegnativi anche in ottime condizioni del paziente,se poi la situazione è complicata da fattori di rischio e comorbilità importanti le complicanze(tra le quali danni al sistema nervoso cetrale per episodi embolici o anossici)possono essere possibili.Vorrei avere gli elementi per poterle spiegare meglio o rassicurarla ma purtroppo la non conoscenza del caso non lo permette di farlo.
Se dovesse avere qualche notizia clinica più dettagliata e se lo desiderà potrà comunque rivolgersi a questo servizio per avere maggiori delucidazioni.
Cordialmente
dr.Annoni
www.questionidicuore.it