Utente 134XXX
Buonasera gentili dottori, sono una ragazza di 27 anni, sto seguendo da circa 2 mesi una psicoterapia con supporto farmacologico a causa di una depressione reattiva. Non ho mai avuto prima d'ora problemi di depressione, non ho mai avuto attacchi di panico ed é la prima volta che prendo antidepressivi. Mi é stato quindi prescritto lo zoloft dal mio psicoterapeuta con una dose iniziale di 50mg per poi essere aumentata dopo una settimana a 100mg al giorno (a colazione).La situazione attuale é questa: dopo quasi 2 mesi ho certamente riscontrato dei miglioramenti ma molto lievi, quindi il mio dubbio é questo: é normale che io abbia ancora dei tremendi sbalzi d'umore..crisi di pianto frequenti, senso d'angoscia e soprattutto apatia?? Personalmente penso che la psicoterapia stìa andando bene ma vorrei un consiglio sulla somministrazione del farmaco. In attesa di una risposta vi ringrazio in anticipatamente.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Matteo Pacini
60% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,

La diagnosi qualìè stata ? Depressione reattiva ? A 2 mesi se non ha ottenuto un miglioramento soddisfacente dovrebbe essere considerato il fatto che lo zoloft è comunque a dose non piena, e che forse il disturbo non è di matrice depressiva ma bipolare, questo deve essere accertato a livello di diagnosi.